61.519.913
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL FINANCIAL TIMES SFERRA UN COLPO DA K.O. ALLE BANCHE ITALIANE: ''CLIENTELARI, INCAPACI, SOMMERSE DI SOFFERENZE'' (ADDIO)

giovedì 31 marzo 2016

LONDRA - Pesantissima denuncia il prima pagina - pubblicata questa mattina - del più importante quotidiano finanziario d'Europa contro il sistema bancario italiano, una denuncia che ha pochi precedenti a livello europeo, se non al riguardo delle disastrate banche della Grecia.

"Quello italiano, è un sistema bancario appesantito dai consigli d'amministrazione piu' stravaganti di qualsiasi altro posto in Europa, con poche donne (appena il 16%) e ancor meno stranieri, nei quali e' difficile trovare meno di 15 consiglieri la cui retribuzione è dell'altro mondo con una media di 850.000 euro".

E' il giudizio sprezzante e drammatico del Financial Times sulle banche italiane, che "negli stress test della Bce del 2014 hanno preso la bocciatura piu' sonora di tutte eppure elargiscono stipendi d'oro ai loro amministratori che continuano a occupare cda assolutamente in sovrannumero".

E il quotidiano della City londinese non rimane sul generico, fa nomi e cognomi, citando a mo' d'esempio i 18 consiglieri di Bper, i 24 di Banco popolare, i 23 di Ubi Banca. 

"La lunga recessione ha certo pesato molto sui 360 miliardi di sofferenze lorde accumulate dalle banche italiane, ma - a giudizio del Ft - pesa anche una cultura del credito clientelare garantita da una governance nella quale le fondazioni nominavano spesso potenti locali, collegati alla politica oltre che alla comunita', nei cda". Ed è evidentissimo il riferimento a Mps e al diretto coinvolgimento nel suo tracollo dei vertici del Pd, che a più livelli hanno avuto la responsabilità della nomina dei vertici della banca senese oramai ridotta a una banca-zombie con davanti il fallimento.

"E' una situazione che si avvia a conclusione anche se fra molte tensioni - secondo il quotidiano britannico -. Giocano a favore del cambiamento la trasformazione delle popolari in spa, le fusioni in arrivo (ultima quella fra Bpm e Banco popolare dopo un lungo tira e molla con la Bce che chiedeva una cda piu' snello) e alla vigilanza su scala europea affidata ora alla Bce, e dunque potenzialmente meno vicina alle sensibilita' clientelari".

Delle vere e proprie sassate, queste del Financial Times.

Una stoccata, infine, il Financial Times la riserva a Intesa SanPaolo: "28 consiglieri con il duale (che tuttavia la banca sta abbandonando) e la scelta di nomi con scarso spessore internazionale che avrebbe scioccato un grosso investitore istituzionale. Gli analisti di Mediobanca ritengono che sia l'ultimo giro in cui le fondazioni eserciteranno una tale influenza, nel frattempo - scrive il Ft - Intesa San Paolo sembra andare alla sfida dell'internazionalizzazione con un consiglio di persone piu' a proprio agio con i bizantinismi del capitalismo italiano che con il modo di pensare che prevale a New York, Londra o Shanghai".

Il risultato di questo articolo - di rara ferocia - non si sono fatti attendere: quando il giornale portavoce del primo mercato finanziario al mondo, qual è la City di Londra, sferra un attacco del genere, significa che i mercati stanno per travolgee le banche italiane, ed infatti oggi tutto il settore bancario nazionale alla Borsa di Milano accusa perdite clamorose, da Unicredit che segna quasi -5% a Banco Popolare che è insieme e Bper è stato sospeso per eccesso di ribasso e ora perde oltre il 7% è un crollo generale.

Redazione Milano.


IL FINANCIAL TIMES SFERRA UN COLPO DA K.O. ALLE BANCHE ITALIANE: ''CLIENTELARI, INCAPACI, SOMMERSE DI SOFFERENZE'' (ADDIO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FINANCIAL   TIMES   LONDRA   CITY   BANCHE   ITALIANE   BAIL IN   UBI   SAN PAOLO   INTESA   UNICREDIT   CDA   SOFFERENZE   CLIENTELISMO   CREDITI   MARCI   STRESS   TEST   BCE   VIGILANZA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BLOOMBERG DEMOLISCE LA FUSIONE BANCO POPOLARE - BPM. NESSUN VERO BENEFICIO E AVVISA: E I 360 MILIARDI DI CREDITI MARCI?

BLOOMBERG DEMOLISCE LA FUSIONE BANCO POPOLARE - BPM. NESSUN VERO BENEFICIO E AVVISA: E I 360
Continua

 
CONFEDERCONTRIBUENTI LANCIA L'ALLARME: ''RIMBORSI NON FATTI, ORA C'E' LO SPETTRO DELLA LIQUIDAZIONE DELLE 4 NUOVE BANCHE''

CONFEDERCONTRIBUENTI LANCIA L'ALLARME: ''RIMBORSI NON FATTI, ORA C'E' LO SPETTRO DELLA LIQUIDAZIONE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!