47.381.072
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UN IMPRENDITORE SI SUICIDA COL FUOCO IN LIGURIA, UN ALTRO SALVATO AD ASCOLI PICENO. TRAGEDIE CHE LA KASTA IGNORA.

venerdì 17 maggio 2013

Savona  - Un artigiano edile di 47 anni e' morto questa mattina a Vado Ligure nell'immediato ponente savonese, dopo essersi dato fuoco. La drammatica vicenda e' avvenuta davanti al piazzale di una trattoria a Vado Ligure, sull'Aurelia. Secondo quanto si apprende, non si esclude che il gesto possa essere stato compiuto per le difficolta' economiche che stava attraversando l'uomo.

Secondo quanto ricostruito da Carabinieri e Polizia Municipale l'uomo, che avrebbe avuto dei problemi di salute, si sarebbe cosparso il corpo di liquido infiammabile e avrebbe appiccato il fuoco. Sul posto sono intervenuti il personale del 118 e i Vigili del Fuoco, ma per l'uomo non c'e' stato nulla da fare. Il corpo senza vita e' stato, quindi, trasferito all'obitorio del Cimitero di Vado Ligure a disposizione della Procura che ha avviato un'indagine. Al momento non si esclude che l'uomo, titolare di un laboratorio edile a Cadibona, nell'immediato entroterra savonese, abbia messo in atto il tragico gesto a causa delle difficolta' economiche che stava attraversando.

Il leader del Movimento 5 Stelle, Beppe Grillo, questo pomeriggio a Martellago (Venezia), ha aperto il suo comizio parlando dell'imprenditore di 47 anni che si e' suicidato dandosi fuoco in Liguria. "Mi sento partecipe di questo dolore - ha detto Grillo che aveva incontrato un paio di volte l'imprenditore venuto a chiedere aiuto a Grillo a casa sua - e in qualche modo mi sento anche responsabile. Era arrivato da me disperato, ma non credevo facesse questo gesto. Era di Vado Ligure, vicino a Savona, era veramente disperato". Grillo sta parlando in una piccola piazza della cittadina veneziana in un momento di tregua dalla pioggia davanti a qualche centinaio di persone. Il suo "Tutti a casa tour" proseguira' questa sera a Vicenza dove e' previsto un comizio in Piazza dei Signori. 

E c'èanche un secondo episodio, seppure meno grave, nel senso che l'uomo non è morto. E' accaduto ad Ascoli Piceno nel pomeriggio.Un uomo di 52 anni, originario di Foggia, ha tentato di darsi fuoco per protestare contro gli ostacoli burocratici che gli avrebbero impedito di aprire un attivita' artigianale. E' stato pero' salvato dai vigili del fuoco e dai carabinieri, che sono intervenuti nel luogo dove stava per compiersi il gesto estremo. L'uomo e' ricoverato in ospedale. 

Mentre tutto questo accade, la casta partitocratica continua come nulla fosse, chi come consigliere regionale intascando oltre 11.000 euro al mese, chi in Parlamento, lucrandone oltre 16.000. Tutti osldi rubati agli italiani che pagano le tasse.

max parisi


UN IMPRENDITORE SI SUICIDA COL FUOCO IN LIGURIA, UN ALTRO SALVATO AD ASCOLI PICENO. TRAGEDIE CHE LA KASTA IGNORA.




 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA BONINO ABBANDONA I DUE MARO' AL LORO DESTINO: CHE SI FACCIA IL PROCESSO (E IL DIRITTO INTERNAZIONALE?)  POI SI VEDRA'

LA BONINO ABBANDONA I DUE MARO' AL LORO DESTINO: CHE SI FACCIA IL PROCESSO (E IL DIRITTO
Continua

 
NIENTE RIFORMA LEGGE ELETTORALE? NO PROBLEM: ARRIVA LA CAVALLERIA TOGATA (CORTE COSTITUZIONALE) E  TORNA IL MATTARELLUM.

NIENTE RIFORMA LEGGE ELETTORALE? NO PROBLEM: ARRIVA LA CAVALLERIA TOGATA (CORTE COSTITUZIONALE) E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!