44.165.233
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ALTERNATIVA PER LA GERMANIA: ''I POPOLI HANNO DIRITTO DI DECIDERE IL PROPRIO DESTINO: VOGLIAMO IL REFERENDUM SULLA UE''

lunedì 28 marzo 2016

LONDRA - Sono passate quasi due settimane da quando Alternativa per la Germania (AfD) ha stravinto alle elezioni locali creando non pochi problemi per Angela Merkel e come era facile immaginare adesso inizia a puntare in alto.

In una intervista rilasciata alcuni giorni fa al quotidiano euroscettico Daily Express il vicepresidente e parlamentare europeo Beatrix von Storch ha dichiarato che invidia i cittadini britannici per il fatto che il 23 Giugno vadano a votare per decidere se rimanere o uscire dalla UE e il suo partito vuole un referendum simile in Germania.

"I popoli hanno il diritto di decidere il loro destino" ha aggiunto la von Storch la quale ha pesantemente criticato la Merkel per la sua politica migratoria e ha usato parole forti per attaccare la libera circolazione prevista dai trattati comunitari.

Ed un'altra donna, questa volta al vertice di Alternativa per la Germania, domina la scena politica tedesca e sta facendo passare notti insonni a Frau Angela "Wilkommen Migranten" Merkel.

Si tratta di Frauke Petry, bella e pasionaria leader dell'Alternative fuer Deutschland, che ha stravinto le ultime elezioni comunali e sta ottenendo sempre piu' consensi tra i tedeschi che sono stufi delle politica filoeuropeista e pro migranti della Merkel. 

La Petry in una recentissima intervista spiega le ragioni del suo successo ed elogia la Svizzera: "AfD e' un partito che in tre anni e' cresciuto fino al 15% o al 24% in alcuni Laender, e che minaccia il potere degli altri partiti. Portiamo via voti, ed e' naturale che non piacciamo ai due partiti tradizionali, Cdu e Spd, che hanno fallito nell'affrontare le principali questioni nazionali come la crisi economica, il difficile sviluppo dell'Ue, l'immigrazione, il supporto alla famiglia o la politica energetica. I tedeschi, inoltre, non sono mai stati coinvolti nel dibattito politico ed, anzi, si sono sentiti sempre piu' esclusi. Noi invece vogliamo includerli e chiediamo che in Germania venga introdotta una democrazia piu' diretta, sul modello svizzero". 

Al riguardo delle stragi islamiche di Bruxelles, la Petry ha dichiarato: "Gli attacchi a Bruxelles mostrano chiaramente che Europa e Germania non hanno fatto granche' per prevenire queste situazioni. Inoltre, un'immigrazione illegale delle proporzioni di quella che stiamo sperimentando non aiuta a garantire la sicurezza, ma destabilizza i nostri Paesi. La situazione in Belgio e in Francia e' peggiore di quella tedesca, ma anche noi abbiamo un certo numero di potenziali terroristi gia' presenti sul nostro territorio. I nostri servizi lo sanno, ma non possono fare piu' di tanto. Per questo, e' necessario chiudere le frontiere, capire che tipo di persone si trovano gia' in Europa, e attenersi ai regolamenti europei iniziando ad espellere i migranti irregolari e riportandoli nei loro Paesi". 

Frauke Petry sa bene che I partiti contrari all'Unione europea si stanno diffondendo sempre piu' nel Vecchio Continente, con consensi di massa: "L'idea di essere euroscettici non e' solo tedesca, anzi, siamo stati tra gli ultimi a fondare un partito del genere. Ci sono partiti euroscettici in tutta Europa e penso che questo sia un segnale importante. In ogni Stato c'e' una situazione diversa, il che e' positivo, perche' c'e' una grande varieta' di tradizioni e culture in Europa, che e' cio' che vogliamo proteggere. Se troveremo in tutta Europa politici e partiti che condividono l'obiettivo di riformare l'Ue e di promuovere una nuova idea di Europa, bisognera' seguire questa nuova strada." 

In Europa soffia un vento nuovo di popoli nazionali che vogliono tornare ad essere padroni in casa propria, gestire i flussi migratori, non farsi dettare l'agenda dai burocrati di Bruxelles, pensare prima alla propria gente. L'UE e' finita, e ci sono nuove forze pronte a cambiare rotta.

Quanto al referendum simile al Brexit anche in Germania, promosso dall'AfD al momento non e' chiaro quanti siano i tedeschi a favore e soprattutto non si sa se esiste una maggioranza a favore di una fuoriuscita della Germania nella UE ma di certo il rifiuto di Angela Merkel di cambiare la sua politica su migranti e rifugiati non puo' che far accrescere l'euroscetticismo dei tedeschi e chissa' che nei prossimi mesi non ci siano delle sorprese.

 

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra 


ALTERNATIVA PER LA GERMANIA: ''I POPOLI HANNO DIRITTO DI DECIDERE IL PROPRIO DESTINO: VOGLIAMO IL REFERENDUM SULLA UE''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ALTERNATIVA   GERMANIA   AFD   BERLINO   LONDRA   BREXIT   FRAUKE   PETRY   BEATRIX   VON   STORCH   DAILY   MAIL   CDU   SPD   MERKEL   IMMIGRATI   MIGRANTI   FRONTIERE   UE   REFERENDUM   TEDESCHI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'': PRESIDIARE I CONFINI FUNZIONA

CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'':

martedì 21 febbraio 2017
LONDRA - La chiusura della rotta balcanica ha scatenato accese polemiche tra i sostenitori dell'accoglienza a tutti i costi, ma tale blocco ha avuto risultati positivi in Svizzera visto che ha
Continua
 
MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO, ITALIA RISCHIO PRINCIPALE)

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO,

martedì 21 febbraio 2017
BERLINO - "L'Italia e' il 'rischio principale' della stabilita' dell'euro". Lo scrive il senior economist di Deutsche Bank Marco Stringa in un report, secondo quanto riporta l'agenzia internazionale
Continua
INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1° PERICOLO MIGRANTI ISLAMICI

INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1°

lunedì 20 febbraio 2017
LONDRA - Che l'opposizione all'Unione Europea sia in crescita e' un dato di fatto riconosciuto anche dai parassiti di Bruxelles ma come stanno realmente le cose? Alcuni giorni fa il centro studi
Continua
 
INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI EUROPEI SENZA EURO

INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI

venerdì 17 febbraio 2017
I media di regime continuano a propagandare il mito che “fuori dall’euro c’è solo miseria, povertà disoccupazione”, unito al mantra che il Regno Unito sta
Continua
IL DIRETTORE DI FRONTEX: ''QUEST'ANNO L'ITALIA DEVE ASPETTARSI DALLA LIBIA ALTRI 180.000 AFRICANI SENZA DIRITTO D'ASILO''

IL DIRETTORE DI FRONTEX: ''QUEST'ANNO L'ITALIA DEVE ASPETTARSI DALLA LIBIA ALTRI 180.000 AFRICANI

giovedì 16 febbraio 2017
PARIGI - La notizia è riportata dai principali quotidiani francesi, ma in Italia non è stata resa pubblica perchè scatenerebbe una tale ondata di proteste da travolgere il
Continua
 
''LA UE E' ANTIDEMOCRATICA ANTI-AMERICANA GONFIA DI BUROCRATI NON ELETTI E GLOBALISTI''(TED MALLOCH, DESIGNATO DA TRUMP)

''LA UE E' ANTIDEMOCRATICA ANTI-AMERICANA GONFIA DI BUROCRATI NON ELETTI E GLOBALISTI''(TED

mercoledì 15 febbraio 2017
BRUXELLES - Per sapere come viene vista la Ue negli Stati Uniti basta ascoltare cosa dice Ted Malloch, designato dal Presidente Trump ad essere il nuovo ambasciatore americano presso l'Unione
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
STRAORDINARIO REPORTAGE DI GUERRA (ALL'ISIS) DEL WASHINGTON POST: ''JIHADISTI ORMAI RINUNCIANO A COMBATTERE E FUGGONO''

STRAORDINARIO REPORTAGE DI GUERRA (ALL'ISIS) DEL WASHINGTON POST: ''JIHADISTI ORMAI RINUNCIANO A
Continua

 
NOTIZIA CENSURATA / MIGRANTI ISLAMICI ATTACCANO LA POLIZIA A STOCCOLMA, NOTTI DI SCONTRI, AUTO INCENDIATE

NOTIZIA CENSURATA / MIGRANTI ISLAMICI ATTACCANO LA POLIZIA A STOCCOLMA, NOTTI DI SCONTRI, AUTO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!