49.958.729
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA BANCHE / SCOPERCHIAMO IL VASO DI PANDORA DEI CREDITI MARCI DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO (SPAVENTOSI)

giovedì 24 marzo 2016

Mentre Draghi e la BCE stanno pensando di dare le risorse del quantitative easing direttamente ai cittadini nella speranza, come vedremo più avanti, del tutto vana di far aumentare i consumi, desideriamo soffermarci ancora sulla crisi del nostro sistema bancario ed in particolare sulle BCC, da molti considerate più solide e rassicuranti rispetto alle grandi banche nazionali. I dati, purtroppo, non sembrano andare in questa direzione: sono infatti ben 37 le BCC che hanno crediti marci superiori al 20% del proprio portafoglio crediti, soglia considerata patologica e foriera di possibili disastri.

L’elenco di queste banche pericolanti e la relativa percentuale di crediti marci è il seguente:

Banca

% di crediti deteriorati

Banca

% di crediti deteriorati

BCC colli morenici del garda

20,7

BCC Area Pratese

21,7

Banca sviluppo coop credito

23,9

BCC di Masiano

20,6

Cassa Rurale di Rovereto

22,2

BCC di Caltanissetta

20,3

Credito Coop Interprovinciale veneto

20,6

Cassa Rurale di Mori

26,2

BCC Toniolo San Cataldo

22,6

Cassa Rurale di Caldonazzo

21,7

BCC Agrobresciano

25,6

BCC del Nisseno

20,8

Banca Rimini Credito Coop

21,9

BCC Falconara Marittima

20,5

Cassa Rurale di Pergine

23,5

Credito Coop. Centro Calabria

20,5

Cassa Rurale di Aldeno e Cadine

21,8

BCC di Scafati e Cetara

20,8

BCC Anagni

20,7

Cassa Rur. e Art. di Camerano

37,9

Banca di Pistoia

25,7

Cassa Rurale di Pinzolo

26,3

BCC Picena

21,1

BCC del Vibonese

23,5

BCC Recanati

25,5

Banca di Teramo

32,9

BCC Comuni Cilentani

21,9

Cassa Rurale di Levico Terme

25,0

BCC di Gatteo

20,9

BCC di Paceco

23,4

B.C.A. Don Rizzo – BCC Sicilia Occ.

22,3

Cassa Rurale di Brentonico

24,5

BCC Ghisalba

22,9

BCC del Lametino

20,2

Cassa Rurale Pinetana

22,5

BCC Sila Piccola

21,8

 

 

BCC Verbicaro

21,3

Come si può vedere, la situazione è diffusa in tutto l’italico stivale e presuppone una crisi sistemica.

Fossi nei panni dei correntisti di queste banche, non dormirei sonni tranquilli, ma non li dormirei comunque, perché quando la crisi è sistemica come in questo caso, nessuno può considerare di avere i propri risparmi al sicuro, a meno che non siano in contanti o in conti fuori dal sistema Italia e possibilmente in valuta estera, meglio se sterline, franchi svizzeri o dollari, perché avere euro è come avere una bomba in tasca, anche se depositati in conti di “solide” banche tedesche (per gli euristi convinti consiglio sempre di donare il loro oro alla causa versandolo alla Deutsche Bank).

Perché dico che l’euro è una bomba in tasca? Semplice, perché la BCE è arrivata ad annunciare che potrebbe stampare moneta da far giungere direttamente ai cittadini per stimolare i consumi. Non sono stati resi ufficiali i modi, anche se è bastata questa voce per far strepitare come anatre impazzite i tedeschi, che paventano l’iperinflazione che portò Hitler al potere (dimenticandosi che Hitler giunse al potere perché diceva ciò che i tedeschi pensavano e pensano tutt’ora e non per l’iperinflazione) e la deviazione dall’ortodossia dell’austerità.

Quando si arriva a pensare di distribuire denaro ai cittadini perché spendano, significa che quel sistema economico è giunto alla frutta, perché incapace di sorreggersi in modo autonomo. Tuttavia, sarebbe il caso di ricordare ai “geni” della BCE che quando un’economia è vittima della trappola della liquidità, cosa che è avvenuta nell’eurozona, si possono stampare tonnellate di carta sotto forma di moneta, ma i consumi non ripartiranno, perché i cittadini si limiteranno a tenerli sotto il materasso per paura che poi qualcuno li ripretenda indietro attraverso tasse o prelievi forzosi vari in nome, appunto, dell’austerità e del rigore di bilancio.

A meno che la mossa pensata da Draghi non abbia un altro scopo: sistemare i bilanci delle banche. In che modo? Semplice: se “sparo” liquidità nei conti dei cittadini, coloro che ora non pagano i propri debiti, potranno farlo e i crediti marci diventeranno improvvisamente “sani” e così banche ed euro potrebbero “tirare a campare” ancora un po’, magari in attesa che ci pensino gli elettori bocciando i partiti filo ue a porre fine a questa tragica farsa di regime nazista che è l’unione europea.

A pensar male, diceva qualcuno, si fa peccato, ma spesso ci si azzecca.

Luca Campolongo

Fonti:

per i dati sulle bcc, elaborazione IlSole24Ore su dati centro studi Mediobanca, bilanci 2014

http://scenarieconomici.it/anche-la-tedesca-die-welt-parla-di-helicopter-money-le-modalita-previste-dal-giornale-tedesco/

http://scenarieconomici.it/clamoroso-bce-pronti-a-dare-denaro-direttamente-ai-cittadini/

 

 

 


INCHIESTA BANCHE / SCOPERCHIAMO IL VASO DI PANDORA DEI CREDITI MARCI DELLE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO (SPAVENTOSI)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BCC   CREDITI   MARCI   ISCHIO   BAIL IN   FALLIMENTO   MILIARDI   CORRENTISTI   BUCO   BILANCIO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE SOPHIA AL 31.12.2018''

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE

mercoledì 26 luglio 2017
BERLINO - La missione navale europea Sophia al largo della Libia continuera' fino alla fine del 2018. Lo hanno riferito al settimanale tedesco Der Spiegel fonti diplomatiche, secondo quali l'Italia
Continua
 
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PRONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PRONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua
 
NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA ACCADE IN MALESIA

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA

lunedì 24 luglio 2017
I mass media non fanno che ripetere fino alla nausea che l'Italia deve accogliere tutti gli immigrati che arrivano e convenientemente ignorano il fatto che altri paesi usano la mano dura per cacciare
Continua
A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU

venerdì 21 luglio 2017
In queste settimane, l’ex sindaco di firenze e mai rimpianto premier, si muove sottotraccia per far star sereno Gentiloni, alla stessa maniera in cui fece star sereno Letta, ovvero trovare
Continua
 
SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI SACRIFI DEI POLIZIOTTI

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI

giovedì 20 luglio 2017
"Un sistema in cui la vita di un Servitore dello Stato vale poco o nulla, in cui chi si aggira armato in mezzo alla strada menando fendenti e aggredendo un poliziotto torna tranquillamente in
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL PARTITO LIBERALE TEDESCO ACCUSA: ''IL GOVERNO MERKEL DEVE APPOGGIARE LA BUNDESBANK CONTRO LA BCE O SARA' UNA ROVINA''

IL PARTITO LIBERALE TEDESCO ACCUSA: ''IL GOVERNO MERKEL DEVE APPOGGIARE LA BUNDESBANK CONTRO LA BCE
Continua

 
BLOOMBERG DEMOLISCE LA FUSIONE BANCO POPOLARE - BPM. NESSUN VERO BENEFICIO E AVVISA: E I 360 MILIARDI DI CREDITI MARCI?

BLOOMBERG DEMOLISCE LA FUSIONE BANCO POPOLARE - BPM. NESSUN VERO BENEFICIO E AVVISA: E I 360
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!