43.430.313
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

GRANDI IMPRESE, CONFINDUSTRIA, ESPONENTI DELLA STESSA CDU: ''TRIONFO DI AFD PROVA CHE LA PAZIENZA DEI TEDESCHI E' FINITA''

martedì 15 marzo 2016

BERLINO - "Non ho preso le distanze da Merkel, ho solo fatto notare che bisogna stare attenti che nell'attesa di una soluzione europea per i profughi la pazienza della popolazione tedesca non finisca. E bisogna anche che il governo tenga conto della capacita' di assorbimento dei profughi che ha il territorio, che si confronti con noi". Lo ha dichiarato Guido Wolf, candidato governatore della Cdu nel Baden-Wurttemberg, sconfitto, all'indomani delle elezioni nei Land tedeschi.

Di fronte al successo della nuova destra tedesca anti-immigrati e anti-euro di Alternative fuer Deutschland (AfD), Wolf dice che e' presto "per fare un bilancio credibile. Ma cio' che mi preoccupa e' che alcuni loro esponenti si lasciano andare spesso a dichiarazioni a mio parere razziste. E i vertici regionali del partito non hanno ancora preso le distanze da queste discutibili prese di posizione" che però ottengono vastissimo consenso elettorale, e di sicuro non vengono percepite per essere "razziste". 

"Il tema che sta facendo crescere l'AfD e' uno solo - prosegue l'esponente Cdu sconfitto alle urne proprio dall'AfD -: i profughi. Molti cittadini hanno voluto dare una lezione ai partiti tradizionali, e da tempo". Nel suo land, dove hanno vinto i Verdi, Wolf non esclude diversi tipi di alleanze. "La cosa importante e' garantire un governo stabile".

Intervistato dal Corriere della Sera, Otto Schily, invece, ministro socialdemocratico dell'Interno nei passati governi di Gerhard Schroder, afferma che "il risultato di domenica e' complicato da interpretare. Qualcuno ha suggerito che la Spd vince dove guida il governo (Palatinato) e perde dove non lo fa (Baden Wurttemberg e Sassonia-Anhalt). Ma e' una grossolana semplificazione. L'emergere di AfD complica il sistema politico tedesco e rende problematica la costruzione delle alleanze. Ma il problema per la Spd e' particolarmente doloroso, poiche' in alcuni Land e' quasi marginalizzata e questo impone un riflessione profonda al partito su come venirne fuori". La sinistra socialdemocratica tedesca ha perso alcuni milioni di voti, nelle elezioni di domenica scorsa. 

Ma non è solo da sinistra e da candidati Cdu rancorosi che arrivano strali contro la Merkel. Ora sono scese in campo imprenditori di primo piano, in Germania. Il mondo economico tedesco chiede una risposta netta da parte del governo di Berlino al successo elettorale incassato dal partito di destra AfD in occasione delle elezioni regionali del 13 marzo.

"Il risultato di AfD e' una chiara manifestazione di protesta nei confronti della Cdu: se la Cancelliera avesse cambiato prima la sua linea politica relativa ai rifugiati, AfD non avrebbe raccolto tutto questo consenso", ha dichiarato Wolfgang Grupp, Ad del gruppo di abbigliamento Trigema al quotidiano "Handelsblatt". Secondo Grupp, ora e' importante che Angela Merkel prenda sul serio questo "campanello d'allarme" e che cambi rotta sulla politica relativa ai migranti.

Il presidente del gruppo meccanico Herrenknecht, Martin Herrenknecht - iscritto alla Cdu - chiede a Merkel una vasta agenda di riforme: "I partiti tradizionali, primo tra tutti la Cdu, devono diventare piu' attivi e affrontare i problemi e le sfide del paese piu' concretamente, elaborando in modo trasparente i relativi programmi", ha dichiarato il manager tedesco.

Un elemento che unisce tutti gli attori del mondo economico tedesco, pero', e' la richiesta di rapporti politici stabili e il riconoscimento del successo del partito euroscettico "Alternativa per la Germania" (AfD) come campanello d'allarme per i partiti tradizionali, come ha dichiarato il presidente della Confindustria tedesca (Bdi), Ulrich Grillo: "AfD appare come il nuovo e porta messaggi chiari di grande presa".

Il segretario della Confederazione Sindacale Tedesca, Reiner Hoffmann, ha parlato di un "chiaro segnale di avvertimento". Nei tre lander tedeschi che hanno decreato il trionfo della nuova destra tedesca, vivono quasi 17 milioni di cittadini; il Baden-Wuerttemberg e la Renania Palatinato contribuiscono in larga misura alla creazione del Pil nazionale. Tutti i partiti tradizionali rifiutano una collaborazione con AfD, che pero' in alcuni casi è addirittura più forte dei Socialdemocratici dell'Spd che insieme alla sconfitta Cdu formano la sempre più traballante maggioranza che sorregge Angela Merkel.

Redazione Milano


GRANDI IMPRESE, CONFINDUSTRIA, ESPONENTI DELLA STESSA CDU: ''TRIONFO DI AFD PROVA CHE LA PAZIENZA DEI TEDESCHI E' FINITA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GERMANIA   ELEZIONI   CDU   CSU   SPD   MERKEL   PROFUGHI   MIGRANTI   AFD   VITTORIA   LANDER   EURO   PIL   CONFINDUSTRIA   GERMANIA   TEDESCHI   NUOVA   DESTRA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

lunedì 23 gennaio 2017
Donald Trump? "Sono abbastanza ottimista, sembra un moderato". Vladimir Putin? "In politica estera e' quello che dice le cose piu' sensate". Dal settimanale francese Le Journal du Dimanche Beppe
Continua
 
SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO ALLONTANANDO (CASTA IMPERA)

SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO

lunedì 23 gennaio 2017
Mentre i giudici della Consulta preparano le loro toghe in vista della seduta di domani, nasce un  asse tra Lega e Movimento cinque stelle sulla legge elettorale. Tanto Beppe Grillo quanto
Continua
DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE DI AGIRE NEL PAESE

DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE

lunedì 23 gennaio 2017
LONDRA - Dopo Russia e Ungheria anche la Macedonia si appresta a vietare tutti gli enti non governativi finanziati da George Soros e a tale proposito e' stata lanciata l'operazione SOS, Stop
Continua
 
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA SPAGNA PONE IL VETO SULLA BOZZA D'ACCORDO CON LA TURCHIA VOLUTO DA GERMANIA E ''MEDIATO'' DA JUNCKER (FINE DEI GIOCHI)

LA SPAGNA PONE IL VETO SULLA BOZZA D'ACCORDO CON LA TURCHIA VOLUTO DA GERMANIA E ''MEDIATO'' DA
Continua

 
ANNE HIDALGO, SINDACO DI PARIGI, CONDANNATA PER DIFFAMAZIONE DI MARINE LE PEN, MA LA NOTIZIA NON ESISTE, PER L'ITALIA...

ANNE HIDALGO, SINDACO DI PARIGI, CONDANNATA PER DIFFAMAZIONE DI MARINE LE PEN, MA LA NOTIZIA NON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!