43.345.550
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BLOOMBERG SHOCK: ''QUANTO FA LA BCE NON BASTA PIU' A DAR PROVA DELLA VOLONTA' DI MANTENERE IN PIEDI L'EURO'' (MICIDIALE)

lunedì 7 marzo 2016

NEW YORK - La più importante agenzia finanziaria del mondo, Bloomberg, senza troppi giri di parole arriva la dunque: l'euro non funziona più, non sta più in piedi, e la Bce è finita in un vicolo cieco.

Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, ha tentato per anni di sostenere l'inflazione nell'eurozona, perlopiu' senza successo. Coi tassi di riferimento bancari gia' sotto lo zero, scrive Richard Jones su "Bloomberg", il meeting politico dell'Eurotower in programma per giovedi' non potra' che partire da un rafforzamento del quantitative easing basato sul debito sovrano dei paesi periferici dell'euro, a partire dall'Italia.

Ma ha ancora senso procedere alla rinanimazione di un "paziente" che appare in tutta evidenza defunto?

Un ulteriore taglio ai tassi di deposito e' gia' dato per assodato dai mercati: la Bce, dunque, non ha scelta se non tentare qualcosa di drastico e inviso ai tutori del rigore: secondo Jones, la Banca centrale dovrebbe "non soltanto estendere l'acquisto di obbligazioni di almeno 10 miliardi di euro al mese (dagli attuali 60), ma anche orientare il programma di quantitative easing sul debito dei paesi periferici, come Spagna, Italia e Portogallo, a spese della Germania".

Una via estema che rimarebbe l'unica con un senso, benchè politicamente avversata dalla Germania, azionista di maggioranza della Bce.

Questi paesi, sostiene l'economista, "hanno bisogno di un sostegno sul fronte dei tassi di rifinanziamento del debito", specie dal 21 gennaio scorso, quando l'ultima decisione sui tassi da parte della Bce ha esibito diverse resistenze dei debiti sovrani nell'eurozona alle turbolenze globali.

I Paesi piu' indebitati dell'eurozona, avverte l'autore dell'editoriale, hanno bisogno di molto ossigeno: la Spagna, ad esempio, quest'anno vedra' giungere a maturazione titoli di debito sovrano per ben 140 miliardi di euro. Ovviamente, per sostenere maggiormente i paesi periferici la Bce dovrebbe rivedere la sua "capital key", ovvero i criteri che sostanzialmente legano l'acquisto delle obbligazioni sovrane alle dimensioni delle rispettive economie.

Si tratta di un sistema "che ovviamente favorisce la Germania, prima economia dell'eurozona" per volume di pil. La Bce ha istituito questo criterio per non dare l'impressione di essere impegnata nel finanziamento monetario dei governi; l'ambiente globale, pero', e' cambiato in peggio, e quanto messo in campo dalla Bce - avverte Jones - non basta piu' a dar prova della sua determinazione a tenere in piedi il progetto dell'euro. 

Per Bloomberg, che è la più seguita e autorevole fonte di analisi e giudizio in tempo reale dei mercati finanziari. il progetto dell'euro quindi non sta più in piedi e la Bce per quanto faccia non riesce a supportarlo. E' la prima volta che viene esplicitamente detto.

E' chiaro che Bloomberg dia praticamente per scontato il rifiuto della Germania ad autorizzare il finanziamento diretto della Bce ai debiti pubblici degli stati del sud dell'eurozona, principalmente di Italia, Spagna e Portogallo, lasciando pur perdere la Grecia ormai senza speranza di salvezza. 

Per conseguenza, l'euro in quanto tale "non restando più in piedi" ha il destino segnato.

Redazione Milano


BLOOMBERG SHOCK: ''QUANTO FA LA BCE NON BASTA PIU' A DAR PROVA DELLA VOLONTA' DI MANTENERE IN PIEDI L'EURO'' (MICIDIALE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

DRAGHI   BCE   EURO   SALVATAGGIO   ITALIA   SPAGNA   PORTOGALLO   GRECIA   GERMANIA   DEBITO   BLOOMBERG   FRANCOFORTE   BRUXELLES    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
 
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua
 
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

mercoledì 18 gennaio 2017
Riguardo le vicende del salvataggio del Monte dei Paschi di Siena, la banca più antica al mondo devastata dalla gestione in salsa piddina dei suoi vertici, abbiamo notato esercizi di stile
Continua
SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI,

mercoledì 18 gennaio 2017
PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo
Continua
 
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CLAMOROSA RIFORMA FISCALE DI ORBAN: IRPEF AL 15% PER TUTTI, RIMBORSI ASILO A FAMIGLIE CON FIGLI, BENEFIT AI CONTRIBUENTI

CLAMOROSA RIFORMA FISCALE DI ORBAN: IRPEF AL 15% PER TUTTI, RIMBORSI ASILO A FAMIGLIE CON FIGLI,
Continua

 
DRAGHI POTENZIA ALL'ESTREMO IL MECCANISMO CHE FINORA NON HA DATO ALCUN RISULTATO E GLI SPECULATORI FANNO FESTA IN BORSA

DRAGHI POTENZIA ALL'ESTREMO IL MECCANISMO CHE FINORA NON HA DATO ALCUN RISULTATO E GLI SPECULATORI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI

20 gennaio - Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà
Continua

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua
Precedenti »