61.462.096
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BLOOMBERG SHOCK: ''QUANTO FA LA BCE NON BASTA PIU' A DAR PROVA DELLA VOLONTA' DI MANTENERE IN PIEDI L'EURO'' (MICIDIALE)

lunedì 7 marzo 2016

NEW YORK - La più importante agenzia finanziaria del mondo, Bloomberg, senza troppi giri di parole arriva la dunque: l'euro non funziona più, non sta più in piedi, e la Bce è finita in un vicolo cieco.

Il presidente della Banca centrale europea, Mario Draghi, ha tentato per anni di sostenere l'inflazione nell'eurozona, perlopiu' senza successo. Coi tassi di riferimento bancari gia' sotto lo zero, scrive Richard Jones su "Bloomberg", il meeting politico dell'Eurotower in programma per giovedi' non potra' che partire da un rafforzamento del quantitative easing basato sul debito sovrano dei paesi periferici dell'euro, a partire dall'Italia.

Ma ha ancora senso procedere alla rinanimazione di un "paziente" che appare in tutta evidenza defunto?

Un ulteriore taglio ai tassi di deposito e' gia' dato per assodato dai mercati: la Bce, dunque, non ha scelta se non tentare qualcosa di drastico e inviso ai tutori del rigore: secondo Jones, la Banca centrale dovrebbe "non soltanto estendere l'acquisto di obbligazioni di almeno 10 miliardi di euro al mese (dagli attuali 60), ma anche orientare il programma di quantitative easing sul debito dei paesi periferici, come Spagna, Italia e Portogallo, a spese della Germania".

Una via estema che rimarebbe l'unica con un senso, benchè politicamente avversata dalla Germania, azionista di maggioranza della Bce.

Questi paesi, sostiene l'economista, "hanno bisogno di un sostegno sul fronte dei tassi di rifinanziamento del debito", specie dal 21 gennaio scorso, quando l'ultima decisione sui tassi da parte della Bce ha esibito diverse resistenze dei debiti sovrani nell'eurozona alle turbolenze globali.

I Paesi piu' indebitati dell'eurozona, avverte l'autore dell'editoriale, hanno bisogno di molto ossigeno: la Spagna, ad esempio, quest'anno vedra' giungere a maturazione titoli di debito sovrano per ben 140 miliardi di euro. Ovviamente, per sostenere maggiormente i paesi periferici la Bce dovrebbe rivedere la sua "capital key", ovvero i criteri che sostanzialmente legano l'acquisto delle obbligazioni sovrane alle dimensioni delle rispettive economie.

Si tratta di un sistema "che ovviamente favorisce la Germania, prima economia dell'eurozona" per volume di pil. La Bce ha istituito questo criterio per non dare l'impressione di essere impegnata nel finanziamento monetario dei governi; l'ambiente globale, pero', e' cambiato in peggio, e quanto messo in campo dalla Bce - avverte Jones - non basta piu' a dar prova della sua determinazione a tenere in piedi il progetto dell'euro. 

Per Bloomberg, che è la più seguita e autorevole fonte di analisi e giudizio in tempo reale dei mercati finanziari. il progetto dell'euro quindi non sta più in piedi e la Bce per quanto faccia non riesce a supportarlo. E' la prima volta che viene esplicitamente detto.

E' chiaro che Bloomberg dia praticamente per scontato il rifiuto della Germania ad autorizzare il finanziamento diretto della Bce ai debiti pubblici degli stati del sud dell'eurozona, principalmente di Italia, Spagna e Portogallo, lasciando pur perdere la Grecia ormai senza speranza di salvezza. 

Per conseguenza, l'euro in quanto tale "non restando più in piedi" ha il destino segnato.

Redazione Milano


BLOOMBERG SHOCK: ''QUANTO FA LA BCE NON BASTA PIU' A DAR PROVA DELLA VOLONTA' DI MANTENERE IN PIEDI L'EURO'' (MICIDIALE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

DRAGHI   BCE   EURO   SALVATAGGIO   ITALIA   SPAGNA   PORTOGALLO   GRECIA   GERMANIA   DEBITO   BLOOMBERG   FRANCOFORTE   BRUXELLES    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CLAMOROSA RIFORMA FISCALE DI ORBAN: IRPEF AL 15% PER TUTTI, RIMBORSI ASILO A FAMIGLIE CON FIGLI, BENEFIT AI CONTRIBUENTI

CLAMOROSA RIFORMA FISCALE DI ORBAN: IRPEF AL 15% PER TUTTI, RIMBORSI ASILO A FAMIGLIE CON FIGLI,
Continua

 
DRAGHI POTENZIA ALL'ESTREMO IL MECCANISMO CHE FINORA NON HA DATO ALCUN RISULTATO E GLI SPECULATORI FANNO FESTA IN BORSA

DRAGHI POTENZIA ALL'ESTREMO IL MECCANISMO CHE FINORA NON HA DATO ALCUN RISULTATO E GLI SPECULATORI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!