81.625.161
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

GRECIA: STALLO CON LA TROIKA CHE VUOLE TAGLI ALLE PENSIONI E MACELLERIA SOCIALE, CAOS NEL PAESE TRA MIGRATI E BARRICATE

venerdì 4 marzo 2016

ATENE - Mentre non si fa altro che parlare di Brexit, la Grecia precipita sempre di più nel caos che la sta spingendo velocemente al Grexit. I rappresentanti dei creditori internazionali della Grecia dovrebbero tornare ad Atene la prossima settimane per riprendere i negoziati con il governo, interrotti un mese fa da un muro contro muro su nuovi tagli alle pensioni che la Troika vorrebbe imporre al popolo greco.

E' quanto riferisce il quotidiano locale "Kathimerini". Secondo le fonti, i principali rappresentanti del Fondo monetario internazionale (Fmi), Commissione europea, Banca centrale europea (Bce) e Meccanismo europeo di stabilita' (Mes) torneranno in Grecia dopo la riunione dell'Eurogruppo di lunedi', (forse gia' martedi'), anche se nessuno ha fornito ulteriori dettagli sulla data.

I creditori non hanno ancora trovato un accordo su una posizione comune nei confronti del governo greco. Il Fmi insiste per una linea dura - delineata il mese scorso dal suo capo europeo Poul Thomsen - chiedendo nuove misure dal valore di 7,5-9 miliardi di euro entro il 2018 insieme al taglio alle pensioni. Allo stesso tempo, la zona euro, tra cui Berlino, sta inviando segnali che suggeriscono invece una maggiore flessibilita' nel modo in cui verra' attuata la revisione della sicurezza sociale, fermo restando che Schaeuble ha dichiarato: "Non si crei un fraintendimento sul fatto che la Grecia stia usando la crisi dei profughi per non rispettare gli impegni che abbiamo tutti assunto per il superamento della crisi dell'Eurozona". Una disgustosa precisazione, questa di Schaeuble, che non ha mancato di alzare ulteriormente il muro di disprezzo tra la Grecia e la Germania.

l Fmi ha insistito ieri, attraverso il portavoce Gerry Rice, sui 9 miliardi di euro di misure richieste entro il 2018, aggiungendo che "il Fmi non sta chiedendo eventuali misure aggiuntive a quelle concordate in estate". Rice ha anche osservato che "le riforme necessarie sarebbero meno impegnative se ci fosse piu' riduzione del debito". Tuttavia ha messo in chiaro che il Fmi non prendera' parte a questo dibattito, che dovrebbe aver luogo tra le autorita' greche e quelle della zona euro.

Ieri intanto il ministro delle Finanze greco, Euclide Tsakalotos, parlando in parlamento ha fortemente criticato il Fmi per la posizione dura espressa verso la Grecia, con la richiesta di ulteriori misure di austerita'. D'altra parte "le nostre posizioni sono molto vicine" con quelle del Mes, Bce e la Commissione europea mentre le differenze esistenti rientrano nel quadro dei negoziati e potranno essere discusse, ha detto Tsakalotos. Discusse sta per rifiutate.

Il ministro greco ha espresso "forte preoccupazione" per il fatto che "le istituzioni internazionali sono venute in Grecia i primi di febbraio e da allora e' passato un mese". Tsakalotos ha detto che e' difficile comprendere il motivo per cui il Fmi ha chiesto piu' misure rispetto a quelle concordate la scorsa estate, in considerazione del fatto che non c'e' un economista che suggerisca che le nostre performance siano peggiori del previsto", ha continuato.

Infine il ministro delle Finanze ha ribadito che la Grecia non puo' accettare le richieste da parte del Fmi di tagliare ulteriormente le pensioni per raggiungere l'obiettivo di avanzo primario in due anni. Il ministro ha detto che "il Fmi pensa che le cifre non tornano per raggiungere (un avanzo primario) del 3,5 per cento del Pil nel 2018 e sostiene che, visto che abbiamo tagliato su tutto il resto, perche' non farlo anche per le pensioni", ha dichiarato Tsakalotos in parlamento. Tuttavia, il taglio delle pensioni non è richiesto solo dall'Fmi, ma da tutta la Troika, ovvero anche dalla Bce e alla Ue.

"Le pensioni in Grecia sono state tagliate 11 volte da quando il Paese ha firmato il suo primo piano di salvataggio nel 2010 e Atene non puo' abbassare ulteriormente", ha sottolineato Tsakalotos.

Inoltre ieri il ministro del Lavoro, George Katrougalos, ha dichiarato che "la votazione sul disegno di legge per la riforma delle pensioni e' stato notevolmente ritardato a causa della posizione del Fmi e per le sue richieste irragionevoli". La trattativa con i creditori e' stata ed e' difficile, ha ribadito Katrougalos, ma potrebbe essere raggiunto un accordo, se non fosse per la posizione dell'Fmi. Lunedi' 7 marzo inoltre il programma di aggiustamento economico della Grecia sara' uno dei temi al centro della riunione dell'Eurogruppo di Bruxelles.

Durante l'incontro, i ministri dell'Economia dell'eurozona avranno uno scambio di opinioni sulle riforme necessarie - da imporre alla Grecia -  per portare a termine la prima revisione del programma. Tra queste ci sono la riforma del sistema pensionistico con il taglio delle pensioni al lavoratori agricoli, le privatizzazioni e il problema delle sofferenze bancarie, una bomba innescata pronta ad esplodere. Non e' prevista, invece, una discussione sull'ipotesi di un alleggerimento, o quantomeno di un rallentamento del programma di riforme a causa degli alti costi della crisi dei rifugiati, inchinati quindi al volere di Schaeuble. 

Questo quadro a dir poco desolante si sovrappone a una situazione sociale caotica, dove regna l'aperta ribellione popolare contro il diktat della Troika. Continuano i posti di blocco dei contadini sulle strade, i sindacati sono mobilitati 24 ore su 24 in attesa del ritorno della Troika ad Atene per accoglierla "come si merita", tutte le categorie economiche, inclusi i notai e i direttori di banca, annunciano scioperi a catena. E' impensabile che il governo Tsipras sia in grado di applicare la macelleria sociale che la Ue, la Bce e l'Fmi vorrebbero facesse.

Ecco perchè il Grexit è l'unica via davanti alla Grecia. Anche se nessno in Europa - e figuriamci in Italia - lo scrive.

Redazione Milano

 


GRECIA: STALLO CON LA TROIKA CHE VUOLE TAGLI ALLE PENSIONI E MACELLERIA SOCIALE, CAOS NEL PAESE TRA MIGRATI E BARRICATE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GRECIA   GREXIT   TROIKA   UE   BCE   FMI   TSIPRAS   SCIOPERI   BARRICATE   TAGLI   PENSIONI   CONTADINI   SINDACATI   MIGRANTI   CAOS   BRUXELLES   SCHAEUBLE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA ITALIANA LA CENSURA

LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA

lunedì 25 maggio 2020
  LONDRA - Alcuni giorni fa, in molti sono rimasti sorpresi dal fatto che George Soros si sia mostrato preoccupato per il fatto che l'Italia potrebbe presto uscire dall'Unione Europea e come
Continua
 
CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID. CONSEGNE A SETTEMBRE

CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID.

giovedì 21 maggio 2020
LONDRA - Ci siamo, il vaccino è pronto e la produzione su scala planetaria è al via. La multinazionale Astrazeneca ha concluso i primi accordi per la produzione di almeno 400 milioni di
Continua
GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA: GLOBALIZZAZIONE ADDIO

GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA:

martedì 12 maggio 2020
La battaglia intrapresa dal Giappone contro il coronavirus ha acceso a Tokyo un campanello d'allarme in merito alla dipendenza del sistema paese dalle catene di fornitura della Cina. Gia' da alcuni
Continua
 
COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E ADESSO VUOLE IL MES

COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E

lunedì 11 maggio 2020
Mentre l’Italia prova a ripartire con la Fase2, riprendiamo i nostri interventi e lo facciamo analizzando cosa ha fatto o meglio, cosa non ha fatto il governo pentapiddino per tenere a galla
Continua
IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA DALLE BANCHE PER CREDITO

IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA

martedì 5 maggio 2020
Ricavi quasi dimezzati nel 2020 con il turismo che prevede una contrazione del 66,3%, giudizi in grande prevalenza negativi sui provvedimenti finora adottati dal governo per contrastare la crisi
Continua
 
RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO CHIAVI NEGOZI A SALA!

RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO

mercoledì 29 aprile 2020
MILANO - Regole chiare su come riaprire. Questo chiedono, oltre alla riduzione delle tasse locali, i commercianti milanesi. Tremila di loro, per lo piu' titolari di bar, ristoranti e gelaterie, ma
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL PARLAMENTO SVIZZERO HA DELIBERATO LA RINUNCIA ETERNA AD ADERIRE ALL'UNIONE EUROPEA (QUAND'E' CHE SI VOTA IN ITALIA?)

IL PARLAMENTO SVIZZERO HA DELIBERATO LA RINUNCIA ETERNA AD ADERIRE ALL'UNIONE EUROPEA (QUAND'E' CHE
Continua

 
ELEZIONI IN SLOVACCHIA: POTENTE VIRATA A DESTRA DEGLI ELETTORI, SOCIALDEMOCRATICI PERDONO IL 50% DEI SEGGI

ELEZIONI IN SLOVACCHIA: POTENTE VIRATA A DESTRA DEGLI ELETTORI, SOCIALDEMOCRATICI PERDONO IL 50%
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ZAIA: ''L'APP IMMUNI HA GRANDI LIMITI, IMPOSSIBILE GESTIRLA''

3 giugno - VENEZIA - ''L'app immuni ha due grandi limiti, uno legato alla privacy e
Continua

NELLO SCORSO MESE DI APRILE, PERSI IN ITALIA 274.000 POSTI DI LAVORO

3 giugno - ROMA - Una perdita di 274 mila posti di lavoro in un solo mese, quello
Continua

LA BANCA D'INGHILTERRA INVITA LE BANCHE INGLESI A PREPARARSI ALLA

3 giugno - LONDRA - Il governatore della Bank of England (BoE), Andrew Bailey ha
Continua

SENATRICE ELENA TESTOR ADERISCE ALLA LEGA ED ENTRA NEL GRUPPO AL

3 giugno - La senatrice Elena Testor ha lasciato Forza Italia e ha aderito
Continua

IN SPAGNA LA CATASTROFE DEL CORONAVIRUS HA CANCELLATO 133.000

3 giugno - La crisi scatenata dal coronavirus ha provocato in Spagna la scomparsa
Continua

LA POLIZIA DELLA DITTATURA COMUNISTA CINESE SPARA SULLA FOLLA A

27 maggio - La polizia agli ordini della dittatura comunista cinese che a Hong Kong
Continua

MINACCE DI MORTE AL GOVERNATORE FONTANA: ADESSO E' SOTTO SCORTA

27 maggio - Da due giorni il presidente della Regione Lombardia, Attilio FONTANA, e'
Continua

L'IMPATTO DEL COVID SULL'ECONOMIA DELL'EUROZONA SARA' IL DOPPIO DEL

27 maggio - FRANCOFORTE - La Bce ha preparato diverse stime sull'impatto della crisi
Continua

SUPER FLOP DEI TEST COVID: ALLA PROVA DEI FATTI, SOLO IL 25% HA

26 maggio - Tutta questa ''corsa'' (e polemiche di ogni genere) a fare test
Continua

FRANCIA SE NE FREGA DELLA UE: MASSICCI AIUTI DI STATO ALLE AZIENDE

26 maggio - PARIGI - Addio libero mercato, addio regole e regoline della Ue che
Continua

LEGA: LA UE DEVE IMPORRE SANZIONI AL REGIME COMUNISTA CINESE!

26 maggio - ''L'Europa non può essere silente davanti a quanto sta succedendo ad
Continua

INSEGNANTI PRECARI ILLUSI E TRADITI DAL GOVERNO CONTE, TUTTO

25 maggio - ''Polpetta avvelenata di Conte a Pd e LeU durante la trattativa sul
Continua

FONTANA:ZERO DECESSI IN LOMBARDIA E' DATO POSITIVO MA NON

25 maggio - MILANO - ''La cosa che mi rasserena e' il numero dei nuovi contagiati
Continua

L'ACQUISTO DI BTP ''ITALIA'' DEDICATI AI RISPARMIATORI PRIVATI HA

19 maggio - Gli ordini del retail per il nuovo BTp Italia hanno superato i 4
Continua

SALVINI: 120 NAZIONI DEL MONDO CHIEDONO SPIEGAZIONI ALLA CINA, E

19 maggio - ''Ci sono 120 paesi al mondo, in tutto il mondo, in tutti i continenti,
Continua

FONTANA: D'ACCORDO CON ZAIA, ABBIAMO DOVUTO FARE DA SOLI CONTRO IL

19 maggio - MILANO - Il governatore lombardo Attilio Fontana, in collegamento su Rai
Continua

IERI VENDUTI 4 MILIARDI DI BTP ''ITALIA'' AI RISPARMIATORI OGGI 1

19 maggio - MILANO - Parte forte anche la seconda giornata di collocamento, sempre
Continua

SALVINI: AVEVO RAGIONE, ALTRO CHE MES, BOOM ACQUISTI DEGLI ITALIANI

18 maggio - Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta la partenza ''a razzo''
Continua

TOTI: LIGURIA NON HA MAI CHIUSO, ADESSO RIAPRIRE I CONFINI

18 maggio - GENOVA - ''La Liguria non ha mai chiuso: i suoi porti hanno sempre
Continua

PERQUISIZIONI IN CORSO DEL ROS DEI CARABINIERI NELLA SEDE ONLUS

15 maggio - FANO - Perquisizioni in corso, da questa mattina, da parte dei
Continua
Precedenti »