56.400.440
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

INCHIESTA BANCHE / PER LA COMMISSIONE UE IL ''BAIL IN'' NON SI TOCCA, E A RISCHIO SONO ANCHE LE GRANDI BANCHE ITALIANE

giovedì 25 febbraio 2016

Mentre Confindustria, ABI, mondo industriale e parte del mondo politico invocavano la modifica del bail in, il tristemente famoso metodo di prelievo forzoso a obbligazionisti e correntisti delle banche in crisi, l’oligarca europea Margrethe Vestagher rispondeva a stretto giro di posta che qualsiasi modifica della normativa in essere era semplicemente impensabile.

Come mai, con notevole, eccessivo, ritardo, il mondo imprenditoriale italiano si è destato dal torpore dell’ubriacatura pro-euro ed ha iniziato a lanciare segnali allarmati verso il IV Reich di Strasburgo?

Semplice: perché si è reso conto che con 350 miliardi di crediti marci, di cui oltre 200 ormai in fase di decomposizione ed il restante in coma profondo, il sistema bancario italiano è prossimo al collasso e se venisse applicato il bail in, rappresenterebbe la fine del tessuto sociale oltre che economico del paese.

Da un’implosione del sistema bancario non si salverebbe nessuno, né impresa, né privato cittadino, che vedrebbe volatilizzarsi in una notte anni ed anni di sacrifici per accantonare i propri sudati risparmi.

Il tragico è lche a classe imprenditoriale italiana sia arrivata a rendersi conto di questo con colpevole ed inaccettabile ritardo, quando ormai è tardi per provare a cambiare le regole del gioco. Ed è ancor più allucinante che solo ora si siano resi conto delle condizioni di favore che sono state riservate alla Germania ed alle sue banche, Deutsche Bank in primis.

Forse, se Cofindustria, ABI e associazioni di categoria varie avessero alzato la voce ben prima e non avessero avvallato il colpo di stato messo in atto dalla Germania con la complicità dell’allora presidente della repubblica che defenestrò un presidente del consiglio regolarmente eletto per sostituirlo con un oligarca amico dei potentati economici germanici, non saremmo ridotti in questa situazione, con un’economia devastata, un tessuto sociale disgregato, un tasso di mortalità tornato ai livelli della fine della seconda guerra mondiale ed un governo che pensa di introdurre una patrimoniale ed imposte fino al 45% sulle eredità, ovvero sui sudati risparmi delle famiglie italiani, costituiti per creare un salvagente per i propri figli e nipoti.

D’altra parte, stiamo parlando della stessa classe imprenditoriale che brindò all’introduzione dell’euro, quando tutti gli economisti di fama mondiale ne preannunciavano la pericolosità ed i danni che avrebbe provocato e di quella che in un modo o nell’altro ha gestito le banche nazionali, zavorrandole di crediti marci a seguito delle folli politiche dei governi Monti-Letta-Renzi.

Ricordiamo qualche dato riguardo le sofferenze dei principali istituti di credito nazionali:

UBI:  13,838 miliardi di euro (sofferenze nette 4,187, crediti deteriorati netti 9,651)

Banco Popolare: 14,109 miliardi di euro (sofferenze 6,276, inadempienze probabili 7,493)

Unicredit: 52,143 (esposizione lorda)

MPS: 23,699 (crediti deteriorati)

Numeri da conflitto mondiale, che i cittadini saranno chiamati a ripianare di tasca propria, a differenza di quelli tedeschi, dove ha provveduto e provvede tuttora il governo, con buona pace dei proclami di Schaeuble, che pretende austerità e sacrifici per tutti, tranne che per il suo Paese che risulta essere il peggiore al mondo in termini di corruzione e opacità del sistema finanziario.

La realtà è che, stante questa classe politica, l’italico stivale è destinato a finire peggio della Grecia in quanto incapace di sapersi imporre a livello internazionale come, ad esempio ha saputo fare l’Inghilterra. Anche perché quando ci ha provato il premier non eletto, l’ha fatto in modo scomposto, approssimativo, impacciato: l’esatto opposto di quello che serve per battere gli oligarchi del IV Reich che non vedono l’ora di espropriare i risparmi degli italiani per sistemare le banche tedesche.

Luca Campolongo

https://www.ubibanca.it/contenuti/file/Gruppo%20UBI_Relazione%20Semestrale%2006%202015.pdf

http://www.gruppobancopopolare.it/media/RFS_30-06-2015_WEB.pdf

https://www.unicreditgroup.eu/content/dam/unicreditgroup/documents/it/Investitori/Bilanci_e_Relazioni/2015/2Q15/Relazione-finanziaria-semestrale-consolidata-al-30-giugno-2015.pdf

https://www.mps.it/investors/investor-relations/bilanci-relazioni/BilanciOK/2015/Relazione_Semestrale.pdf

http://www.dagospia.com/rubrica-4/business/banche-sbancate-mps-cede-deutsche-bank-miliardo-sofferenze-18-115795.htm

http://www.ilgiornale.it/news/politica/arriva-patrimoniale-stangata-sulle-polizze-vita-1228138.html

 

 


INCHIESTA BANCHE / PER LA COMMISSIONE UE IL ''BAIL IN'' NON SI TOCCA, E A RISCHIO SONO ANCHE LE GRANDI BANCHE ITALIANE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

COMMISSIONE   UE   BAIL IN   UNICREDIT   UBI   BANCA   BANCO   POPOLARE   MPS   OBBLIGAZIONI   AZIONI   CONTI   CORRENTI   ITALIA   RENZI   GERMANIA   MERKEL   SCHEUBLE   MONTI   LETTA   GRECIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MICIDIALE ACCUSA DEL FINANCIAL TIMES: ''BANCHE ITALIANE HANNO 360 MILIARDI DI CREDITI A RISCHIO, RENZI PUO' DERAGLIARE''

MICIDIALE ACCUSA DEL FINANCIAL TIMES: ''BANCHE ITALIANE HANNO 360 MILIARDI DI CREDITI A RISCHIO,
Continua

 
SERVIZI SEGRETI ITALIANI, DRAMMATICO DOCUMENTO SU MIGRANTI E TERRORISMO: MINACCIA REALE, ORGANIZZAZIONI ANCHE IN ITALIA

SERVIZI SEGRETI ITALIANI, DRAMMATICO DOCUMENTO SU MIGRANTI E TERRORISMO: MINACCIA REALE,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »