46.336.363
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

NEW YORK TIMES: ''IN LIBIA ORA L'ISIS HA 6.500 MILIZIANI ADDESTRATI CHE STANNO PREPARANDO UN ATTACCO A UNO STATO EUROPEO''

lunedì 22 febbraio 2016

NEW YORK - Il New York Times pubblica oggi una inchiesta giornalistica dirompente sulla consistenza dell'Isis in Libia: sta ammassando un vero e proprio esercito pronto a combattere e a colpire - data la vicinanza - anche l'Italia.

"L'Isis aumenta la sua presenza in Libia puntando sul reclutamento di miliziani in Paesi storicamente immuni alla propaganda jihadista, tra cui il Senegal e il Chad. Secondo fonti dell'intelligence degli Stati Uniti, infatti, il gruppo dello Stato islamico avrebbe incrementato la sua azione, raddoppiando il numero di combattenti nello Stato nordafricano che ora si aggirano attorno ai 6.500 persone".

Mentre il numero di combattenti affiliati al Califfato in Iraq e Siria sarebbe sceso nelle ultime settimane da 31.500 a 25.000 unità anche grazie alla massiccia campagna di bombardamenti guidata dagli Stati Uniti e soprattutto dalla Russia, il numero di miliziani reclutati in Libia risulterebbe raddoppiato nel medesimo lasso di tempo.

"Nella fattispecie - secondo fonti dell'intelligence americana a cui fa riferiemnto l'articolo del New York Times - l'obbiettivo primario dei leader dell'Isis sembrerebbe essere quello di costituire una nuova provincia del Califfato, affacciata sul Mediterraneo. E le forze estremiste in Libia starebbero attirando combattenti anche da altre zone dell'Africa" precisa il quotidiano.

E il New York Times aggiunge: "L'Isis starebbe riuscendo a mietere proseliti in stati storicamente estranei al terrorismo di stampo islamico, per esempio, il Senegal e il Chad. In particolare, secondo fonti del governo senegalese, circa 30 uomini si sarebbero di recente arruolati tra i miliziani dell'Isis in Libia: un fenomeno che interesserebbe anche altri paesi come Niger, Mali e Nigeria. Il problema è nuovamente esploso venerdì scorso dopo il raid aereo che ha distrutto un campo di addestramento in Libia. Più di una trentina di miliziani uccisi avevano passaporti tunisini e di altri Paesi africani - si legge nell'articolo del New York Times".

E infine, il grande quotidiano americano lancia un allarme gravissimo e specifico: "I jihadisti stavano addestrandosi per un possibile attacco contro un Paese occidentale (modo generico per dire che il più probabile è l'Italia -ndr). Una situazione chiaramente preoccupante, che sta portando le potenze occidentali a interrogarsi sulla possibilità di aprire un nuovo fronte bellico. Tuttavia Washington e i suoi alleati (Italia, Francia e Regno Unito) appaiono riluttanti ad un intervento militare diretto, preferendo per ora concentrarsi in alternativa su due linee: aiutare la formazione di un governo di unità nazionale in Libia, che possa garantire stabilità al Paese, e addestrare l'esercito locale in funzione anti-jihadista (obiettivo che il Pentagono vorrebbe finanziare con 200 milioni di dollari quest'anno). Ma basterà? Il pericolo è stato davvero scongiurato?"

Redazione Milano


NEW YORK TIMES: ''IN LIBIA ORA L'ISIS HA 6.500 MILIZIANI ADDESTRATI CHE STANNO PREPARANDO UN ATTACCO A UNO STATO EUROPEO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

NEW YORK   TIMES   ISIS   LIBIA   ATTACCO   MILIZIANI   CIA   CALIFFATO   STATO   EUROPA   ITALIA   ISLAMICI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua
L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA ''MONETA-GENERALE''

L'EURO-MARCO E' IL TRIONFO DEL PIANO DI WALTER FUNK, GOVERNATORE BUNDESBANK CON HITLER: SI CHIAMAVA

martedì 18 aprile 2017
“La Germania dovrebbe, visto che è divenuta pacifica e ragionevole, prendersi tutto ciò che l’Europa e il mondo intero le ha negato in due grandi guerre, una sorta di
Continua
 
L'ITALIA CROLLA IN PEZZI MENTRE VIENE INVASA DA ORDE DI MIGRANTI E IL GOVERNO STANZIA 4,6 MILIARDI PER LORO (VERGOGNA!)

L'ITALIA CROLLA IN PEZZI MENTRE VIENE INVASA DA ORDE DI MIGRANTI E IL GOVERNO STANZIA 4,6 MILIARDI

martedì 18 aprile 2017
Una rampa di collegamento del viadotto della tangenziale di Fossano, nel Cuneese, è crollata improvvisamente sulla strada sottostante, via Marene. Distrutta un'auto dei carabinieri, che stava
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
JOHNSON, SINDACO DI LONDRA: ''L'EUROPA NON VA CONFUSA CON LA UE, E' SOLO UN PROGETTO POLITICO ERRATO. VOTO PER IL BREXIT''

JOHNSON, SINDACO DI LONDRA: ''L'EUROPA NON VA CONFUSA CON LA UE, E' SOLO UN PROGETTO POLITICO
Continua

 
LA STAMPA TEDESCA VUOLE CHE LA UE IMPONGA AGLI STATI (COME L'ITALIA) IL PUGNO DI FERRO USATO NEL 1945 CON LA GERMANIA

LA STAMPA TEDESCA VUOLE CHE LA UE IMPONGA AGLI STATI (COME L'ITALIA) IL PUGNO DI FERRO USATO NEL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!