43.272.818
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
++++++ La Commissione Ue ha inviato all'Italia la lettera con la richiesta di aggiustamento dei conti ++++++

L'ABI ANNUNCIA CHE NON DIVULGHERA' PIU' I DATI DELLE SOFFERENZE BANCARIE PERCHE' ''FANNO SCALPORE'' (E CRESCONO ANCORA)

martedì 16 febbraio 2016

Le sofferenze nette, cioè al netto delle svalutazioni già effettuate,  e quindi da considerarsi vere e proprie perdite, delle banche italiane sono aumentate nel dicembre 2015 di 160 milioni a 89 miliardi dagli 88,8 miliardi di novembre (87,24 miliardi in ottobre). Lo annuncia l'Abi nel rapporto mensile di gennaio, nel quale aggiunge che il trend e' dovuto "al perdurare della crisi e dei suoi effetti" alla faccia della ripresa sbandierata dal governo Renzi.

Rispetto allo stesso mese dell'anno precedente (84,489 miliardi nel 2014), il dato e' in aumento di 4,5 miliardi (+5,3% contro +5,6% un anno prima). Il rapporto sofferenze nette/impieghi totali si e' collocato sempre nel dicembre 2015 al 4,94% (4,89% nel novembre 2015 e 4,64% nel dicembre 2014 contro 0,86% prima dell'inizio della crisi).

E a fronte di queste notizie, l'Abi, per tramite del vice-direttore generale, Gianfranco Torriero, ha annunciato una decisione sconcertante: non diffondera' piu' il dato sulle sofferenze lorde del sistema bancario italiano che nel novembre 2015, secondo i dati Banca d'Italia, erano pari a oltre 201 miliardi con un rapporto sugli impieghi del 10,4%, il piu' elevato dell'ultimo ventennio. 

La decisione presa dall'Abi come associazione di non diffondere il dato sulle sofferenze lorde del sistema bancario nazionale, ha sottolineato Torriero, "e' un segnale che vogliamo dare non solo sulla comunicazione, dove vengono spesso utilizzati dati piu' elevati e che fanno piu' scalpore, ma rivolto soprattutto a livello internazionale". Si tratta di un tema che "e' rilevante per l'Abi dalla fine degli anni '90 - ha ricordato ancora Torriero - e che oggi e' ancora piu' importante perche' abbiamo una Bce che si focalizza sulle sofferenze lorde. Noi riteniamo che sia errato perche' non tiene conto degli sforzi fatti dalle banche nello svalutare questo aggregato".

Le sofferenze nette "sono il vero indicatore di rischio, l'altro dato e' solo un'informazione statistica in molti casi furviante. In questo modo, vogliamo lanciare un segnale di attenzione anche all'Autorita' vigilante perche' non usi un dato, quello sulle sofferenze lorde, come parametro discriminante perche' e' distorto". 

Tuttavia, questa decisione dell'Abi, anzichè far diminuire la preoccupazione di mercati e risparmiatori la farà certamente aumentare, perchè i dati delle sofferenze lorde comunque "usciranno" ma in forma non riconosciuta dall'Abi e quindi con possibili - ed effettive - distorsioni allarmistiche, anche se già il dato di 201 miliardi di euro è a dir poco preoccupante.

E infatti, non è un caso se la raccolta da clientela del totale delle banche in Italia e' diminuita di circa 23,4 miliardi nello scorso mese di gennaio (-1,4% annuo dopo -0,6% in dicembre, -1,7% in novembre e -0,6% nel gennaio 2015) scendendo a un totale di 1.685,6 miliardi.

E' evidente la fuga dei risparmiatori dalle banche italiane, che ancor più accentuata se si guarda alla raccolta cosiddetta  "a medio e lungo termine" ovvero agli investimenti dei risparmiatori in obbligazioni bancarie: l'ultimo dato disponibile, che è relativo al mese di gennaio 2016, mostra una violenta diminuzione su base annua in valore assoluto di 63,4 miliardi  e in valore percentuale del -14,3% dopo -13% nel dicembre 2015. 

La grande fuga dalle banche italiane è inziata e a metterla in atto sono proprio i cittadini italiani. 

Redazione Milano


L'ABI ANNUNCIA CHE NON DIVULGHERA' PIU' I DATI DELLE SOFFERENZE BANCARIE PERCHE' ''FANNO SCALPORE'' (E CRESCONO ANCORA)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ABI   SOFFERENZE   BANCARIE   AUMENTO   CRISI   AUMENTO   BANCHE   BCE   TORRIERO   SVALUTAZIONI   OBBLIGAZIONI   DEPOSITI   CALO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
 
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA

martedì 17 gennaio 2017
ROMA - "I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la
Continua
 
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
 
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
BANCA D'ITALIA SCRIVE: ''PIU' DI 33  MILIARDI DI OBBLIGAZIONI SUBORDINATE AD ALTO RISCHIO POTENZIALE VEDUTI A PRIVATI''

BANCA D'ITALIA SCRIVE: ''PIU' DI 33 MILIARDI DI OBBLIGAZIONI SUBORDINATE AD ALTO RISCHIO
Continua

 
MICIDIALE ACCUSA DEL FINANCIAL TIMES: ''BANCHE ITALIANE HANNO 360 MILIARDI DI CREDITI A RISCHIO, RENZI PUO' DERAGLIARE''

MICIDIALE ACCUSA DEL FINANCIAL TIMES: ''BANCHE ITALIANE HANNO 360 MILIARDI DI CREDITI A RISCHIO,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua

THERESA MAY: ''MEGLIO NESSUN ACCORDO CON LA UE CHE UN CATTIVO

17 gennaio - LONDRA - La Gran Bretagna lascerebbe l'Ue senza un accordo commerciale
Continua

PRIMO MINISTRO BRITANNICO: ''MODELLO UE INCOMPATIBILE CON LA NOSTRA

17 gennaio - LONDRA - Il modello dell'Ue e delle istituzioni sovranazionali ''non era
Continua

THERESA MAY: ''VIA DAL MERCATO UNICO E DA CORTE DI GIUSTIZIA E

17 gennaio - LONDRA - L'atteso di scorso di Theresa May sulla Brexit è arrivato ed
Continua

TAJANI PUO' FARCELA, DOPO LA CAPRIOLA DEI LIBERALI CHE HANNO

17 gennaio - BRUXELLES - ''Da Grillo a Berlusconi in meno di una settimana'': i
Continua

RUSSIA PRONTA A COOPERARE CON USA, UE E NATO CON RISPETTO RECIPROCO

17 gennaio - MOSCA - La Russia e' pronta a cooperazione con gli Stati Uniti, l'Unione
Continua

SCANDALO MOTORI DIESEL SI ALLARGA ANCHE ALLA RENAULT

16 gennaio - PARIGI - Lo scandalo dei motori diesel ''truccati'' si allarga. Oltre a,
Continua

ISTAT: E' UFFICIALE, 2016 L'ANNO DELLA DEFLAZIONE IN ITALIA (DAL

16 gennaio - Italia in deflazione nel 2016. In media d'anno, i prezzi al consumo
Continua

BORIS JOHNSON: ''BREXIT, TRUMP PER UN ACCORDO RAPIDO CON IL REGNO

16 gennaio - BRUXELLES - ''Una gran bella notizia'': così il ministro degli Esteri
Continua

SETTE CLANDESTINI INDIVIDUATI AD ASTI SU UN TRENO PROVENIENTE DALLA

16 gennaio - ASTI - Sette uomini, cinque algerini e due marocchini, sono stati
Continua
Precedenti »