43.235.901
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE FIGARO: ''LA FRANCIA PREPARA UN INTERVENTO ARMATO IN LIBIA A BREVE, L'ITALIA FA SOLO CHIACCHIERE E L'ISIS AVANZA''.

martedì 2 febbraio 2016

PARIGI - Un eventuale intervento militare occidentale contro lo Stato islamico in Libia dipende sempre dalla problematica nascita di un governo libico di unita' nazionale: di tale possibilita' si parla in un vertice oggi, martedi' 2 febbraio, a Roma. E fin qua la diplomazia, che per la Libia finora non ha portato apprezzabili cambiamenti.

Ma l'incertezza diplomatica non impedisce alla Francia di preparare attivamente i suoi piani militari d'azione: il quotidiano conservatore francese "Le Figaro" oggi spara in apertura della prima pagina un articolo che, pur senza dare reali notizie, evoca come fosse cosa pronta ad accadere l'ipotesi di un intervento militare "anticipato" dell'esercito e dell'aviazione francesi in Libia.

Dopo aver considerato l'esasperante lentezza con cui le fazioni in Libia si stanno avvicinando ad un accordo per una soluzione pacifica della crisi politica in cui il paese e' precipitato e le reticenze dei paesi occidentali in attesa dell'esplicita richiesta da parte di un governo libico di unita' nazionale che darebbe piena legittimita' ad un'azione della comunita' internazionale (significativo il riferimento all'Italia, la cui determinazione a Parigi sarebbe considerata "piu' a parole che reale"), il "Figaro" si sbilancia nel delineare gli scenari che spingerebbero ad un intervento militare immediato.

Secondo l'articolista Alain Barluet, due eventi potrebbero far precipitare la situazione: il primo, un'avanzata che porterebbe le forze dell'Isis ad estendere il loro territorio, dal feudo di Sirte sulla costa, verso le zone petrolifere sulla costa Est o il grande Sud. Il secondo, un grave attentato terroristico su suolo europeo e che risultasse essere opera di una filiera libica.

Entrambe le prospettive "sfortunatamente non sono da scartare", scrive l'analista del "Figaro"; aggiungendo che il ricorso congiunto a bombardamenti aerei e ad un blocco navale dovrebbe avere successo in appoggio all'azione di fanterie locali adeguatamente fornite di artiglieria, senza escludere "colpi di mano" di forze speciali occidentali per proteggere obbiettivi strategici come gli aeroporti e la Banca centrale o per "spalleggiare" sul terreno le milizie libiche amiche.

"Sarebbe una campagna piu' facile che in Medio Oriente", fa dire Barluet ad un anonimo "osservatore"; il problema vero sarebbe invece "cosa fare" dopo la vittoria, secondo il "Figaro" memore dell'esito disastroso della guerra condotta dal presidente Nicolas Sarkozy contro Gheddafi senza avere una chiara prospettiva strategica.

Tuttavia, mentre alla morte di Gheddafi si creò un devastante vuoto di potere politico che venne riempito da quello militare delle fazioni che intedevano spartirsi armi in pugno l'enorme tesoro petrolifero libico, ora un governo "nazionale" - seppure appena nato e ancora fragile - c'è e potrebbe insediarsi su tutta la Libia, se il sedicente "stato islamico" venisse spazzato via.

Molti commentatori hanno definito l'articolo in prima su Le Figarò una sorta di "annuncio ufficioso" che arirva direttamente dall'Eliseo: la Francia è pronta per una campagna d'Africa contro i tagliagole islamici.

Redazione Milano. 


LE FIGARO: ''LA FRANCIA PREPARA UN INTERVENTO ARMATO IN LIBIA A BREVE, L'ITALIA FA SOLO CHIACCHIERE E L'ISIS AVANZA''.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ITALIA   FRANCIA   ISIS   GOVERNO   ATTACCO   MILITARE   LIBIA   UE   LE FIGARO   PARIGI   LIBICO   ATTENTATO   STRAGE   GHEDDAFI   SARKOZY    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
 
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua
 
LO HA GIA' FATTO CON FMI E BCE, ADESSO VIKTOR ORBAN CACCIA DALL'UNGHERIA ANCHE LE ONG FINANZIATE DAL PESCECANE SOROS

LO HA GIA' FATTO CON FMI E BCE, ADESSO VIKTOR ORBAN CACCIA DALL'UNGHERIA ANCHE LE ONG FINANZIATE

lunedì 16 gennaio 2017
Mentre gli ultimi giorni della presidenza Obama consegneranno alla storia il peggior presidente che gli U.S.A. abbiano mai avuto, essendo impegnato allo spasimo a creare tensioni in mezzo mondo e
Continua
WALL STREET JOURNAL: ''LA POLITICA DEI DEMOCRATICI E' VECCHIA, DEBOLE E SI RIFA' A UN PASSATO IMMAGINARIO MAI ESISTITO''

WALL STREET JOURNAL: ''LA POLITICA DEI DEMOCRATICI E' VECCHIA, DEBOLE E SI RIFA' A UN PASSATO

lunedì 16 gennaio 2017
WASHINGTON - "Le elezioni presidenziali statunitensi coincidono assai di rado con una svolta permanente dell'ordine politico in quel paese - scrive l'editorialista John Steel Gordon sul Wall Street
Continua
 
DONALD TRUMP RACCONTA AI QUOTIDIANI TEDESCHI E INGLESI COSA' FARA' APPENA INSEDIATO ALLA CASA BIANCA (TENETEVI FORTE)

DONALD TRUMP RACCONTA AI QUOTIDIANI TEDESCHI E INGLESI COSA' FARA' APPENA INSEDIATO ALLA CASA

lunedì 16 gennaio 2017
La Brexit "una gran cosa" e con la Gran Bretagna Donald Trump vuole firmare un accordo commerciale vantaggioso per entrambi i Paesi, mentre l'Ue perderà altri pezzi e questo principalmente a
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''DIFENDERE I CONFINI TEDESCHI CON LE ARMI'' PROPONE L'AFD E LA MERKEL AVVISA: ''RIFUGIATI TUTTI A CASA LORO A FINE GUERRA''

''DIFENDERE I CONFINI TEDESCHI CON LE ARMI'' PROPONE L'AFD E LA MERKEL AVVISA: ''RIFUGIATI TUTTI A
Continua

 
GERMANIA MOLTO PREOCCUPATA DALLE ELEZIONI USA: ''NUOVO PRESIDENTE SARA' MOLTO PIU' AGGRESSIVO CON L'ISLAM GUERRAFONDAIO''

GERMANIA MOLTO PREOCCUPATA DALLE ELEZIONI USA: ''NUOVO PRESIDENTE SARA' MOLTO PIU' AGGRESSIVO CON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!