61.462.098
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA UE VUOLE LIMITI D'ACQUISTO DEI TITOLI DI STATO DA PARTE DI BANCHE ITALIANE E LA BUNDESBANK DICE: NON SONO SICURI.

lunedì 25 gennaio 2016

DAVOS - Senza che la questione - viceversa cruciale - abbia avuto un seguito sui giornali italiani, e figuriamoci nei telegiornali, il ministro dell'Economia Padoan ha affrontato a livello internazionale un tema a dir poco esplosivo: l'acquisto da parte delle banche (specialmente italiane) di titoli di stato (ovviamente italiani).

Non è una faccenda "tecnica" come a prima vista parrebbe. Infatti, la Germania la pone come condizione: la Bundesbank pretende venga stabilito dalla Commissione europea un limite all'acquisto di titoli di stato, in modo da dirottare capitali verso l'economia e non solo verso la finanza. E non solo: la Bundesbank pretende che le banche calcolino il "vero valore" dei titoli di stato e non li contabilizzino al valore facciale, che è come dire che i titoli di stato italiani non sono affatto sicuri al 100%. C'è un coefficente di rischio che le banche italiane devono calcolare e coprire con capitali aggiuntivi chiede la Buba. 

In pratica, sarebbe una catastrofe: significherebbe condannare all'immediata insolvenza tutte le banche italiane da un lato, dall'altro provocherebbe enormi problemi di liquidità allo Stato italiano. Se non fossero acquistati massicciamente dal circuito bancario nazionale, i bond italiani dovrebbero pagare interessi molto superiori per essere comperati da banche estere, e con questo si arriverebbe in men che non si dica a una situazione alla greca, o se si preferisce alla cipriota.

Ecco perchè Padoan ha dichiarato "L'eurozona dovrebbe evitare mosse unilaterali nel campo delle riforme finanziarie, in particolare sul fronte delle limitazioni alla detenzione di debito sovrano da parte delle banche". Padoan lo ha detto nel corso di una intervista concessa a "Bloomberg" da Davos, palcoscenico dell'annuale Forum economico mondiale.

"Prestiamo molta attenzione a tradurre nella pratica regole che paiono belle sulla carta", ha ammonito Padoan, in riferimento ai limiti massimi all'acquisto di debito pubblico da parte degli istituti bancari, chiesti a gran voce dal ministro delle finanze olandese Jeroen Dijsselbloem come portavoce di un gruppo di stati delNord Europa, primo dei quali ovviamente la Germania.

"I limiti dovrebbero - ha aggiunto Padona pesando le parole una a una - garantire che le banche sopravvivano all'eventuale ristrutturazione del debito sovrano di uno Stato dell'eurozona, ma anzichè mitigare il fattore di rischio nel sistema finanziario dell'area euro, i limiti all'acquisto di bond potrebbero condurre a un aumento dei costi di finanziamento del debito per gli Stati, rivelandosi cosi' un fattore destabilizzante".

La destabilizzazione a cui fa preciso riferimento Padoan è il default dell'Italia.

Padoan ha anche affrontato nell'intervista con Bloomberg  il tema dei delicati negoziati con l'Unione europea per l'istituzione di una bad bank che aiuti le banche italiane a smaltire i loro crediti deteriorati, arrivati al  momento alla cifra monstre di 201 miliardi di euro di vere e prioprie sofferenze a cui si sommano altri 150 miliardi di incagli non ancora diventati sofferenze solo per il fattore tempo: a fine 2016 lo saranno. Trecentocinquanta miliardi di euro di perdite del sistema bancario italiano sono più che sufficienti perchè dichiari bancarotta.

"Le trattative con Bruxelles - ha assicurato Padoan a Bloomberg - non sono in una fase di stallo, e la bad bank e' solo una parte del progetto nazionale allo studio del governo per far fronte a questo importante fattore di criticita' del sistema bancario. Stiamo lavorando a uno schema di garanzie che e' parte di una strategia per accelerare lo smaltimento delle sofferenze", ha spiegato il ministro delle finanze.

Ma la verità è un'altra: il progetto del governo Renzi per una bad bank e' bloccato da mesi dalla Commissione europea, che vi ravvisa un aiuto di Stato non consentito dai trattati. Quando Padoan dichiara che i negoziati con Bruxelles riguardano ormai "i dettagli" del piano mente sapendo di mentire.

Redazione Milano


LA UE VUOLE LIMITI D'ACQUISTO DEI TITOLI DI STATO DA PARTE DI BANCHE ITALIANE E LA BUNDESBANK DICE: NON SONO SICURI.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

UE   PADOAN   COMMISSIONE   EUROPEA   BRUXELLES   GERMANIA   BUNDESBANK   BUBA   BERLINO   GOVERNO   RENZI   BOT   TITOLI   STATO   ITALIANI   BTP   BLOOMBERG   INTERVISTA   DAVOS    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LE MONDE ATTACCA RENZI: E' COLPA SUA SE LA UE STA PER CROLLARE PER COLPA DEI MIGRANTI, L'ITALIA E' UNA ''BOMBA IN EUROPA''

LE MONDE ATTACCA RENZI: E' COLPA SUA SE LA UE STA PER CROLLARE PER COLPA DEI MIGRANTI, L'ITALIA E'
Continua

 
VIOLENTI DISORDINI IN OLANDA: LA POPOLAZIONE CONTRO L'APERTURA DI UN CENTRO ''D'ACCOGLIENZA'' DI MIGRANTI MUSULMANI.

VIOLENTI DISORDINI IN OLANDA: LA POPOLAZIONE CONTRO L'APERTURA DI UN CENTRO ''D'ACCOGLIENZA'' DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!