42.286.998
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PIANO SEGRETO DELLA COMMISSIONE UE PER DESTABILIZZARE LA POLONIA USANDO GLI SCONFITTI (DI SINISTRA) ALLE ELEZIONI

lunedì 18 gennaio 2016

VARSAVIA - Il deputato polacco Leszek Dobrzynski, del partito di governo Diritto e Giustizia, denuncia le commistioni fra la Commissione Europea e lo sconfitto partito dell’attuale presidente del Consiglio Europeo ed ex-premier polacco Donald Tusk: “Il loro fine è bloccare le riforme ed impedire che i cittadini polacchi si riprendano la Polonia”. 

Leszek Dobrzynski, leader di Diritto e Giustizia nella Pomerania Occidentale, regione di confine con la Germania, senza mezzi termini accusa la Comissione Europea di mancanza di obiettività nell’adottare procedure finalizzate esclusivamente a frenare le riforme amministrative e sociali che sta mettendo in atto il governo di Beata Szydlo in Polonia.

“Non c’è nessun’ombra di dubbio, secondo Dobrzynski, che i commissari europei agiscano solo per tutelare gli interessi di potere legati al Partito Popolare Europeo ormai sempre più liberista e di sinistra, rappresentato in Polonia da Piattaforma Civica”, il partito di Donald Tusk, travolto da scandali e vicende di corruzione, che dopo otto anni di governo è stato clamorosamente sconfitto da Diritto e Giustizia di Jaroslaw Kaczynski nelle elezioni sia presidenziali che parlamentari dello scorso anno.

“Non è un caso -riferisce Leszek Dobrzynski in un’intervista alla Radio Polacca-  che ad attaccare il nuovo governo polacco siano quei politici europei che hanno una storia politica prettamente legata a partiti post-comunisti i liberisti di quei Paesi che fino a qualche mese fa hanno goduto delle privatizzazioni delle aziende di Stato polacche, fra cui il Lussemburgo”,  riferendosi all’irrazionale politica di svendita del patrimonio nazionale attuata dal governo di Donald Tusk che cedette proprio ai lussemburghesi alcune strategiche aziende pubbliche come le ferrovie statali polacche. “Smettiamola di credere che i commissari europei siano solo dei burocrati indipendenti” - afferma Dobrzynski - “non provengono dal cosmo e non sono imparziali difensori della democrazia! Anch’essi sono politici come tutti che realizzano gli interessi dei loro partiti, non dobbiamo avere paura a dirlo”.

Il caso europeo della Polonia, che martedì 19 gennaio, domani, sarà discusso nell’assemblea plenaria del Parlamento Europeo, potrebbe evidenziare una netta linea di demarcazione fra le sinistre e le destre europee, portando ad una maggiore particizzazione delle politiche dell’Unione, fino ad ora senza precedenti. “Il fatto che da parte dei colleghi dei partiti conservatori e di destra in tutta Europa, non manchino parole a sostegno delle politiche di riforme sociali, amministrative ed economiche che il governo di Beata Szydlo sta cercando di varare in Polonia, è la dimostrazione che sia il PPE che i gruppi di sinistra che oggi attaccano la Polonia, non detengono il monopolio della democrazia nell’Unione”.

Leszek Dobrzynski, che a dispetto della sua giovane età è stato uno degli attivisti più in vista della sezione politica del libero sindacato “Solidarnosc” a Stettino negli anni ’80, non ha remore a chiamare per nome le colorite espressioni del presidente del Parlamento Europeo Martin Schulz e dei membri della Commissione Juncker che si strappano le vesti accusando la destra polacca di portare il Paese alla deriva della dittatura: “Stupidità”. È sicuramente questo il termine più appropriato per giudicare la dichiarazioni del presidente del Parlamento Europeo che paragona le politiche di difesa della sovranità nazionale della destra polacca a quelle della Russia di Putin o peggio ancora della Bielorussia di Lukasenko. 

Carlo Paolicelli - sindaco di Bolewice, Polonia. 


PIANO SEGRETO DELLA COMMISSIONE UE PER DESTABILIZZARE LA POLONIA USANDO GLI SCONFITTI (DI SINISTRA) ALLE ELEZIONI




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA D'ORA. E' BREXIT BOOM

CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA

mercoledì 7 dicembre 2016
LONDRA - La verità detta con tre parole è: mai così bene. A sentire i sostenitori della UE la vittoria del Brexit avrebbe causato alla Gran Bretagna poverta' e recessione ma
Continua
 
NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN GRANDE AFFARE PER L'ITALIA

NAZIONALIZZARE, SALVARE E RIVENDERE MPS, CARIGE, BANCHE VENETE, BANCA ETRURIA & SORELLE E' UN

martedì 6 dicembre 2016
Ricordate le previsioni degli analisti “qualificati” prima del referendum qualora avesse vinto  il NO? Crollo della borsa, spread alle stelle, siccità, carestia, morte dei
Continua
L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE ELETTORALE MAGGIORITARIA

L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE

lunedì 5 dicembre 2016
Abbiamo cercato al telefono Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e figura di primissimo piano della Lega, per chiedergli qual è la sua idea, la sua proposta, per la nuova legge
Continua
 
DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL POTERE, DIMISSIONI BUFALA

DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL

lunedì 5 dicembre 2016
ROMA -  Da stentare a crederci, eppure è quanto rilanciano le agenzie:"Resta in campo e dara' battaglia. Di fatto questo referendum si e' trasformato in una vera e propria elezione
Continua
IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE SUE ORGANIZZAZIONI

IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE

lunedì 5 dicembre 2016
LONDRA - Alcuni mesi fa la Slovacchia ha attratto molte critiche per aver rifiutato di accettare rifugiati di religioni musulmane ma se qualcuno pensa che il governo abbia fatto dietrofront si
Continua
 
LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA COSTITUZIONE! CORAGGIO!

LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA

lunedì 5 dicembre 2016
E' l'alba di una nuova stagione per l'Italia. E non è l'inverno, che arriva. Noi di questo giornale abbiamo combattuto contro l'arroganza, l'ignoranza, e la stupidità di un ormai ex
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DOPO LA DANIMARCA, ANCHE LA SVIZZERA HA DECISO DI SEQUESTRARE DENARO E BENI AI MIGRANTI CHE CHIEDONO ''ASILO''.

DOPO LA DANIMARCA, ANCHE LA SVIZZERA HA DECISO DI SEQUESTRARE DENARO E BENI AI MIGRANTI CHE
Continua

 
LA REPUBBLICA CECA SBARRA I CONFINI AI MIGRANTI ISLAMICI: INTEGRAZIONE SOLO PER STRANIERI CON CULTURA SIMILE ALLA NOSTRA

LA REPUBBLICA CECA SBARRA I CONFINI AI MIGRANTI ISLAMICI: INTEGRAZIONE SOLO PER STRANIERI CON
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »