52.956.150
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TRENTATRE' BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO SONO SULL'ORLO DEL FALLIMENTO E ALTRE 100 (CENTO!) LO SARANNO ENTRO 18 MESI

giovedì 14 gennaio 2016

Dalla tempesta che si è scatenata sulle banche italiane, non potevano rimanere escluse le banche di credito cooperativo, che  sono finite dritte nell’occhio del ciclone.

Secondo le stime più recenti, il 10% delle BCC sarebbe a rischio. Infatti secondo uno studio condotto da Mediobanca sui bilanci 2013 (al momento non sono disponibili studi più recenti), 33 BCC su 300 prese in considerazione, mostravano un livello di crediti malati (sofferenze, incagli e debiti ristrutturati) superiore al 20%, che è considerato il livello di guardia oltre il quale la situazione rischia di degenerare in modo drammatico, come la storia di MPS, Banca dell’Etruria, e disastri simili ha dimostrato nel corso degli ultimi anni e mesi.

L’idea che è balenata dalle parti del premier non eletto è quella di spingere per un accorpamento  delle BCC in un’unica realtà, questo per “scaricare” sulle bcc sane il marciume di quelle che sono state mal gestite.

Il punto, tuttavia, è un altro: a fronte delle 33 banche di credito cooperativo  considerate in stato di pre-morienza, ne esiste un altro centinaio che da qui ai prossimi 18 mesi (mesi, non anni!) potrebbero vedere la propria situazione deteriorarsi in modo preoccupante.

Il punto, non è tanto l’idea di creare una “super bcc” che svolga da funzione di coordinamento e che faccia confluire in un fondo di garanzia i patrimoni di quelle più solide a favore di quelle “marce”, ma il fatto che senza un intervento radicale sulla gestione dell’intero sistema bancario, tra qualche anno anziché trovarci tanti piccoli malati, ci troveremo un altro gigante con l’encefalogramma piatto e miliardi e miliardi di euro di risparmi dei cittadini andati in fumo per effetto del bail in “alla cipriota”.

Il fatto, è che se siamo giunti all’allarme rosso, al rischio concreto che buona parte del sistema bancario salti per aria, è perché la politica ha rinunciato al suo ruolo guida e si è fatta dettare le regole dai top manager delle banche e dagli economisti à la carte fanatici del neoliberismo monetarista a tal punto da far sembrare pure il loro padre spirituale Milton Friedman un timido agnellino. Gli stessi economisti, per inciso, che strepitavano contro il ritorno alla lira ed al rischio di una svalutazione del 30% e che hanno applaudito alla medesima svalutazione dell’euro.

I mali hanno origini lontane, nei governi di sinistra di Clinton e di Blair, capostipiti della deregolamentazione del sistema bancario e della loro profetessa in salsa germanica, Angela Merkel, che si guarda bene dal porre un freno alle scorribande delle banche teutoniche e mantiene fuori da qualsiasi tipo di controllo le banche locali.

In questo clima da gangster, era inevitabile che si giungesse a questo epilogo, col guaio che sono gli stessi protagonisti che hanno messo in mano ai killer, ovvero ai manager delle banche, le armi per compiere la più colossale rapina che la storia economica conosca, a dettare le leggi ed a pretendere che il conto venga pagato dalle vittime.

Le Banche di credito cooperativo, le ex casse rurali ed artigiane, proprio per le loro caratteristiche, sarebbero un formidabile volano per lo sviluppo del tessuto produttivo italiano, ma spesso sono state gestite in modo clientelare per aiutare “gli amici degli amici”, alla pari degli istituti maggiori, e non avrebbe potuto essere diversamente.

Il problema investe, chiaramente, in modo pesante non solo i correntisti, ma anche le centinaia di migliaia di piccole e medie imprese che hanno sempre utilizzato il sistema delle BCC per sostenersi e crescere e che in caso di collasso del sistema, vedrebbero preclusa in molti casi la stessa possibilità di sopravvivere.

Cosa ci riserva il futuro? Purtroppo tempesta e questo perché un’intera generazione di politici, se non due, ha preferito diventare servo della finanza (che è ben diverso dal capitalismo produttivo) anziché svolgere il proprio compito di guida. 

Luca Campolongo

Fonti:

http://www.corriere.it/economia/16_gennaio_11/banche-tutte-novita-le-cooperative-ecco-cosa-cambia-5b8b9134-b82c-11e5-8210-122afbd965bb.shtml

http://www.lettera43.it/economia/finanza/banche-a-rischio-collasso-adesso-e-allerta-bcc_43675227101.htm

http://www.ansa.it/sito/notizie/economia/2016/01/11/riforma-bcc-decreto-prossima-settimana_5ace41f8-9fba-4175-893c-832142a1a28c.html

 


TRENTATRE' BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO SONO SULL'ORLO DEL FALLIMENTO E ALTRE 100 (CENTO!) LO SARANNO ENTRO 18 MESI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BANCHE   CREDITO   COOPERATIVO   ITALIA   FALLIMENTO   BAIL IN   RENZI   GOVERNO   CREDITI   MARCI   CORRENTISTI   IMPRESE   MERKEL   GERMANIA   GANGSTER   BCE   UE   KILLER    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE ARRIVA DALLA LIBIA

TRAFFICANTI LIBICI, GANGSTER MALTESI, MAFIA SICILIANA: ECCO LA PIOVRA DEL PETROLIO CLANDESTINO CHE

mercoledì 18 ottobre 2017
Sono state arrestate  nove persone nell'ambito dell'operazione coordinata dalla Procura di Catania e condotta dalla Guardia di finanza che ha stroncato un vasto traffico di gasolio dalla Libia
Continua
 
SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE SIA UN DISASTRO

SONDAGGIO COMMISSIONATO DAL PARLAMENTO UE: IN ITALIA IL 61% DEI CITTADINI PENSA CHE STARE NELLA UE

mercoledì 18 ottobre 2017
BRUXELLES  - Cresce stentatamente la fiducia dei cittadini europei nell'Ue, ma l'Italia e' diventata lo Stato membro dove il minor numero di persone ritiene che l'appartenenza al progetto
Continua
RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE STELLE DI NEUTRONI

RILEVATA PER LA PRIMA VOLTA NELLA STORIA UN'ONDA GRAVITAZIONALE PRODOTTA DALLA FUSIONE DI DUE

lunedì 16 ottobre 2017
Una nuova scoperta scuote la comunità scientifica internazionale. A due settimane dall'annuncio della vittoria del premio Nobel per la Fisica, gli scienziati dell'osservatorio Ligo (Laser
Continua
 
LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON SERVE E' SOLO BUROCRAZIA

LA UE TRABALLA SEMPRE PIU': LA GERMANIA BOCCIA ''L'FBI EUROPEA'' CHIESTA DA TAJANI E MACRON, NON

lunedì 16 ottobre 2017
LONDRA - L'Unione Europea ha sempre usato le crisi come scusa per estendere i suoi poteri e quindi non deve sorprendere se la guerra al terrorismo viene usata dai parassiti di Bruxelles come scusa
Continua
PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA 57%, RESTO DELLA UE 66%

PIL ITALIA -5% RISPETTO IL 2008, UE +4,8%. ITALIA DEBITO/PIL AL 133%, UE 86%. OCCUPAZIONE ITALIA

domenica 15 ottobre 2017
Al di là della retorica del governo Pd in Italia, i veri dati su occupazione ed economia sono impietosi, specialmente quando vengono messi a confronto con quelli del resto d'Europa. L'Italia
Continua
 
RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO SCHIAVISMO CON L'OK DELLA UE

RISO ASIATICO, CONSERVE DI POMODORO CINESI, NOCCIOLE TURCHE: NEI SUPERMARKET PRODOTTI DELLO

sabato 14 ottobre 2017
Dal riso asiatico alle conserve di pomodoro cinesi, dall'ortofrutta sudamericana alle nocciole turche, gli scaffali dei supermercati dell'Unione Europea sono invasi dalle importazioni di prodotti
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
UE PREME, RENZI IN TRAPPOLA: 200 MILIARDI DI CREDITI MARCI DELLE BANCHE ITALIANE PROVOCHERANNO IL ''BAIL IN'' DELL'ITALIA

UE PREME, RENZI IN TRAPPOLA: 200 MILIARDI DI CREDITI MARCI DELLE BANCHE ITALIANE PROVOCHERANNO IL
Continua

 
MPS A UN PASSO DAL BAIL IN: BRUCIATI 8 MILIARDI DI CAPITALE, SE LA BCE IMPONE UN ALTRO AUMENTO, E' FINITA. FARA' DEFAULT

MPS A UN PASSO DAL BAIL IN: BRUCIATI 8 MILIARDI DI CAPITALE, SE LA BCE IMPONE UN ALTRO AUMENTO, E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA PROCURA DI GENOVA PERDE CONTRO LA LEGA AL TRIBUNALE DEL RIESAME

18 ottobre - GENOVA - Il Tribunale del Riesame ha dato ragione agli avvocati della
Continua

OMICIDIO GIORNALISTA D'INCHIESTA CARUANA GALIZIA: USATO IL SEMTEX

18 ottobre - MALTA - Per far esplodere l'auto della giornalista di inchiesta maltese
Continua

UN GRANDE FONDO D'INVESTIMENTO USA PUNTA 1,4 MILIARDI DI DOLLARI

18 ottobre - NEW YORK - Bridgewater Associates, il fondo d'investimenti di Ray Dalio,
Continua

IL PRESIDENTE CINESE XI JINPING LANCIA DURO MONITO A TAIWAN:

18 ottobre - PECHINO - Il presidente cinese Xi Jinping ha lanciato un duro monito a
Continua

M5S LOMBARDIA AUGURA VITTORIA DEL SI' AL REFERENDUM AUTONOMIA

18 ottobre - MILANO - 'Domenica mi aspetto la vittoria del Si', ma per noi e' gia'
Continua

LA BCE PRONTA A RIDURRE DRASTICAMENTE IL QE (PREPARATEVI

18 ottobre - La Bce punta a ridurre l'entita' del suo piano di acquisti, portandolo a
Continua

MELONI: KURZ HA VINTO GRAZIE ALLA POLITICA SUI MIGRANTI DEL GOVERNO

17 ottobre - Il voto austriaco, con la vittoria del centrodestra guidato da Sebastian
Continua

GIOVANE TURISTA AMERICANA VIOLENTATA IN PIENO CENTRO A FIRENZE DA

17 ottobre - FIRENZE - Ennesimo episodio di violenza sessuale a Firenze. Una turista
Continua

SALVINI: NIENTE CLANDESTINI AFRICANI NEGLI ALBERGHI DELLA SICILIA!

17 ottobre - CATANIA - ''Bloccare l'immigrazione e fare politiche serie per il
Continua

RAQQA LIBERATA DALL'ISIS QUESTA MATTINA, MA CONTINUANO I

17 ottobre - RAQQA - SIRIA - Le Forze democratiche siriane (Fsd), alleanza di milizie
Continua
Precedenti »