35.681.225
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA VOGLIA DI LASCIARE LA UE DILAGA ANCHE TRA I VERTICI DELLA FINANZA BRITANNICA (IN ITALIA NESSUNO PONE CERTE DOMANDE)

mercoledì 13 gennaio 2016

LONDRA - In Gran Bretagna continua il dibattito sulla necessita' di rimanere o uscire dalla UE e col passare del tempo aumenta il numero di euroscettici. Anche in aree della società britannica che fino a ieri erano schierate senza se e senza ma per la permanenza nell'Unione europea.

Un recente sondaggio fatto dalla società Deloitte tra i 137 direttori finanziari delle piu' grandi aziende d'Oltremanica ha rivelato che il 62% vuole rimanere nella UE, contro il 38% e' a favore di una fuoriuscita.

Tale percentuale a favore puo' sembrare elevata, ma l'estate scorsa coloro che si dichiaravano a favore della rimanenza nella UE erano il 74% e questo significa che la percentuale di coloro che e' diventata euroscettica e' aumentata del 12% in pochi mesi.

Gli intervistati non hanno detto cosa li abbia spinti a cambiare opinione, ma sicuramente tra le cause di questo crescente euroscetticismo ci stanno i costi enormi delle direttive comunitarie - e dei contributi alla Ue a fondo perduto versati dalla Gran Bretagna, qualcosa come oltre 34 miliardi di sterline l'anno - ma soprattutto la recessione che attanaglia l'eurozona e che sta costando parecchio alle imprese britanniche, visto che influisce negativamente sul fatturato e sui profitti.

Come e' facile immaginare, tale notizia e' stata accolta con enorme entusiasmo da tutti coloro che stanno facendo una campagna a favore del Brexit non solo perche' discredita tutti coloro che descrivono scenari apocalittici riguardo le conseguenze di un abbandono britannico dalla UE, ma anche perche' questo dato mette sotto pressione tutti i ministri del governo Cameron al fine di dichiarare apertamente di appoggiare la fuoriuscita dalla UE.

Infatti, se c'è un ambito sociale nel quale il partito Conservatore del Regno Unito raccoglie la quasi totalità dei consensi, è proprio quello manageriale. Quindi, vedere crescere con queste percentuali la voglia di libertà dalla Ue negli ambienti che da sempre sono conservatori e dai quali arrivano anche alcuni tra i ministri dello stesso governo Cameron, ha fatto molta impressione in Parlamento a Londra e ovviamente anche dentro l'esecutivo.

Da parte nostra non possiamo non notare due aspetti riguardo a questa storia.

Il primo piu' ovvio è che nessuno in Italia abbia voluto riportare questa notizia, che viceversa è stata data con grande risalto da tutti i mezzi di informazione del Regno Unito, e questo la dice lunga sulla malafede dei giornali di regime genuflessi davanti l'inquilino abusivo - perchè non eletto - di Palazzo Chigi.

Il secondo aspetto invece riguarda il fatto che nessuno in Italia abbia chiesto ai dirigenti delle grandi aziende se vogliano rimanere nell'eurozona e nella UE oppure uscire dalla UE e/o ritornare alla lira, e la cosa puzza, perche' tale sondaggio potrebbe rivelare che questi manager potrebbero essere piu' euroscettici di quanto i vari tg e talk show cerchino disperatamente di far credere alla gente.

D'altra parte, si sa che la classe politica al governo dell'Italia ha paura della verita'.

 

GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


LA VOGLIA DI LASCIARE LA UE DILAGA ANCHE TRA I VERTICI DELLA FINANZA BRITANNICA (IN ITALIA NESSUNO PONE CERTE DOMANDE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BREXIT   FINANZA   LONDRA   REGNO   UNITO   BRITANNICO   REFERENDUM   CAMERON   CONSERVATORI   SONDAGGIO   ITALIA   RENZI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
I BRITANNICI HANNO DETTO NO ALL'IMPERO UE, QUESTA E' LA VERITA'.

I BRITANNICI HANNO DETTO NO ALL'IMPERO UE, QUESTA E' LA VERITA'.

sabato 25 giugno 2016
La Gran Bretagna non ha l'euro, non aderisce al Trattato di Schengen sulla circolazione e il referendum di ieri avra' effetto solo tra due anni, come prevede l'articolo 50 del Trattato di Lisbona.
Continua
 
MARINE LE PEN: ''E' DIMOSTRATO CHE E' POSSIBILE USCIRE DALLA UE. REFERENDUM ANCHE IN FRANCIA'' E SALVINI: ORA REFERENDUM

MARINE LE PEN: ''E' DIMOSTRATO CHE E' POSSIBILE USCIRE DALLA UE. REFERENDUM ANCHE IN FRANCIA'' E

venerdì 24 giugno 2016
Votare anche in Italia e in Francia per far decidere al popolo se restare nell'Unione europea. In due conferenze stampa parallele, una a Milano e l'altra a Parigi, il segretario della Lega Matteo
Continua
CAMERON ANNUNCIA LE DIMISSIONI, BORIS JOHNSON - LEADER DEI CONSERVATORI E DEL FRONTE DEL BREXIT - SI PREPARA A GOVERNARE

CAMERON ANNUNCIA LE DIMISSIONI, BORIS JOHNSON - LEADER DEI CONSERVATORI E DEL FRONTE DEL BREXIT -

venerdì 24 giugno 2016
LONDRA - La reazione di David Cameron è stata immediata, dopo la vittoria del Brexit, a differenza della lentezza di altri governi sconfitti alle elezioni, come quello italiano domenica
Continua
 
CAMBIA LA STORIA D'EUROPA E DEL MONDO GRAZIE AL POPOLO BRITANNICO. E' UN GRANDE GIORNO PER LIBERTA' E L'INDIPENDENZA

CAMBIA LA STORIA D'EUROPA E DEL MONDO GRAZIE AL POPOLO BRITANNICO. E' UN GRANDE GIORNO PER LIBERTA'

venerdì 24 giugno 2016
LONDRA - Dopo un testa a testa nella notte, il referendum della Brexit si trasforma in quello che temevano i pro-Bruxelles con i britannici che scelgono il "Leave", scelgono cioe' di lasciare
Continua
INCHIESTA PENSIONE ALL'ESTERO / ECCO DOVE VIVERE BENE CON MILLE EURO AL MESE (E LA PENSIONE AUMENTA DEL 15-30% NETTO!)

INCHIESTA PENSIONE ALL'ESTERO / ECCO DOVE VIVERE BENE CON MILLE EURO AL MESE (E LA PENSIONE AUMENTA

giovedì 23 giugno 2016
Una canzone un tempo diceva “se potessi avere mille lire al mese”, oggi “se potessi avere mille euro al mese”, non basterebbero sicuramente per vivere decorosamente. Questo
Continua
 
CORTE COSTITUZIONALE D'AUSTRIA SCOPRE CLAMOROSE FALSITA' NEI CONTEGGI DELLO SCRUTINIO DEL BALLOTTAGGIO PRESIDENZIALI

CORTE COSTITUZIONALE D'AUSTRIA SCOPRE CLAMOROSE FALSITA' NEI CONTEGGI DELLO SCRUTINIO DEL

giovedì 23 giugno 2016
VIENNA - Negli interrogatori in corso alla Corte costituzionale di Vienna per stabilire la validita' del risultato delle presidenziali sono emerse moltissime irregolarità come l'apertura
Continua

 
Articolo precedente   
PER RIFLETTERE / ''L'ITALIA E' MOLTO PATRIA E POCO NAZIONE'' - di Aldo Sarullo, scrittore e drammaturgo siciliano.

PER RIFLETTERE / ''L'ITALIA E' MOLTO PATRIA E POCO NAZIONE'' - di Aldo Sarullo, scrittore e
Continua

 

 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ENNESIMA ORDA DI AFRICANI ARRIVA IN ITALIA DALLA LIBIA, 655

26 giugno - MESSINA - Prosegue inarrestabile l'invasione di africani in Italia. Sono
Continua

BORSA DI MILANO: UNICREDIT -22,76% UBI -23,88% INTESA -20,28%

24 giugno - MILANO - BORSA - La Borsa di Milano non e' ancora a pieno regime. Quasi
Continua

LE PRINCIPALI BANCHE UE PRECIPITANO.

24 giugno - Raffica di vendite sui bancari europei, con l'Eurostoxx di settore che
Continua

DAVID CAMERON ANNUNCIA CHE SI DIMETTERA' AL CONGRESSO TORY: UN

24 giugno - Il premier britannico, David Cameron, parlando ai giornalisti in strada
Continua

DEUTSCHE BANK (PRIMA BANCA DELLA UE) E COMMERZBANK (SECONDA DI

24 giugno - Segnali fortemente negativi per i titoli bancari nei primi scambi
Continua

CATASTROFE ALLA BORSA DI MILANO: TUTTI I TITOLI BLOCCATI, CALO

24 giugno - MILANO - Praticamente tutti i titoli principali di Piazza Affari non
Continua

MATTEO SALVINI: ''EVVIVA IL CORAGGIO DEI LIBERI CITTADINI DI GRAN

24 giugno - ''Evviva il coraggio dei liberi cittadini di Gran Bretagna! Il cuore, la
Continua

GOLDMAN SACHS: ''SIAMO PRONTI DA MESI AL BREXIT, TRANQUILLI''

24 giugno - NEW YORK - La più potente banca d'affari del mondo, Goldman Sachs,
Continua

FUTURES SULL'AVVIO DELLE BORSE EUROPEE: VA MEGLIO LONDRA DI TUTTA

24 giugno - NEW YORK - Pesanti cali per i futures sull'avvio delle Borse europee:
Continua

NIGEL FARAGE: ''VIA CAMERON, ORA UN PRIMO MINISTRO A FAVORE DEL

24 giugno - LONDRA - Il Primo ministro inglese, David Cameron, si deve dimettere.
Continua

+++UOMO ARMATO SPARA DENTRO UN CINEMA IN GERMANIA: ALMENO 50 FERITI

23 giugno - FRANCOFORTE - Secondo quanto ricostruito dalla Bild, poco dopo le 15 di
Continua

NUOVO SONDAGGIO DA' IL BREXIT SCONFITTO 48 A 52 (AL MASSIMO)

23 giugno - LONDRA - Un nuovo sondaggio diffuso nelle ore in cui i britannici si
Continua

VIRGINIA RAGGI: ''1° TAGLIO SPRECHI PER 1,2 MILIARDI E 2°

22 giugno - ROMA - Promettono d'essere tonanti, le prime azioni di Virginia Raggi:
Continua

SPIEGEL ONLINE SPARA AD ALZO ZERO SULL'ATAC (DIVERTENTE, PECCATO

22 giugno - ''Forse negli angoli più remoti del mondo qualcosa di peggiore si può
Continua

AUSTRIA: ''VOGLIAMO DECIDERE NOI CHI VIENE IN EUROPA, NON GLI

22 giugno - VIENNA - Dopo la crisi sull'immigrazione, torna il sereno tra Vienna e
Continua

UN FASCICOLO NON SI NEGA A NESSUNO, NEANCHE A VIRGINIA RAGGI (SU

22 giugno - ROMA - Con una ''solerzia'' a dir poco ''premurosa'', la procura di Roma
Continua

SALVINI: ''SICURAMENTE A BERLUSCONI FAREBBE COMODO UNA LEGA

22 giugno - MILANO - ''Sicuramente a Berlusconi farebbe comodo una Lega pronta a
Continua

+++GOVERNO FRANCESE FA RETROMARCIA: CONSENTITA MANIFESTAZIONE A

22 giugno - PARIGI - Il governo francese ha fatto retromarcia, sommerso dalle
Continua

SALVINI: ''NON RIMPIANGO LA LEGA AL 3%''. BOSSI: ''SERVE IL

22 giugno - MILANO - ''Diciamo che non rimpiango la Lega al 3%. Non ho nessun tipo
Continua

LA ROMANIA (SENZA EURO) HA IL RAPPORTO DEBITO-PIL AL 38,4%

22 giugno - La Romania ha chiuso il 2015 con un debito pubblico totale pari al 38,4%
Continua
Precedenti »