46.422.825
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

''PIACCIA O NO AD OBAMA, DEV'ESSERE LA RUSSIA L'ALLEATO DEGLI STATI UNITI IN MEDIO ORIENTE'' (SCRIVE IL WASHINGTON POST)

mercoledì 13 gennaio 2016

WASHINGTON - La Russia sta emergendo sempre piu' come un partner diplomatico e di sicurezza essenziale per gli Stati Uniti in Medio Oriente, piaccia o meno all'amministrazione del presidente Usa Barack Obama.

A scriverlo a chiare lettere, sulle pagine del "Washington Post", quotidiano americano storicamente d'area "democratica" diventato celebre nel mondo per aver fatto esplodere lo scandalo "watergate" che portò alle dimissioni del presidente repubblicano Richard Nixon, e' l'editorialista David Ignatus.

La cooperazione tra Russia e Stati Uniti nel teatro siriano "include ad oggi contatti diplomatici, militari e d'inteligence regolari": l'amministrazione Usa "ha compreso con lavorare con la Russia e' la migliore opzione tra le cattive opzioni disponibili".

Secondo Ignatus, Washington - nonostante la "miopia" dell'amministrazione Obama - spera che Mosca giochi un ruolo costruttivo nella soluzione negoziata al conflitto siriano per evitare che il suo intervento militare nel paese si trasformi in un pantano.

"Restiamo scettici in merito agli interessi e alle intenzioni della Russia in Siria, ma siamo anche consapevoli che e' una parte essenziale di qualunque soluzione politica al conflitto", ha spiegato all'opinionista una fonte anonima dell'amministrazione.

Questa settimana il presidente russo Vladimir Putin e' parso compiere un passo conciliatorio verso le posizioni degli Usa, riconoscendo in una intervista al quotidiano tedesco "Bild" che il presidente siriano Bashar al Assad ha commesso errori, specie all'inizio della crisi, e ipotizzando che Mosca possa concedergli asilo politico, cosa che necessariamente avverrebbe dopo una sua rinuncia al potere.

Una seconda fonte dell'amministrazione Obama ha spiegato a Ignatus che la Casa Bianca ha accolto "con la massima serieta'" il riferimento di Putin alla concessione dell'asilo, che rifletterebbe "la reale posizione" del Cremlino in merito alla crisi siriana. 

Questa, se non è ancora una vera svolta nelle relazioni tra Russia e Stati Uniti, certamente è un tentativo di pacificazione in vista di una soluzione per la Siria che comprenda la neutralizzazione del pericolo globale dell'isis, che in ogni caso il prossimo presidente degli Stati Uniti dovrà affrontare.

E' sotto gli occhi di tutti che la "dottrina Obama" abbia fallito. Negli otto anni di presidenza democratica è nato l'isis, è deflagrata la guerra in Siria e in Iraq, i terroristi islamici hanno proliferato in Europa, in Africa, in Asia e in tutto il Medio Oriente. Aver considerato in questo quadro la Russia come il principale "pericolo" per l'Occidente - del quale la stessa Russia fa parte - è stato il grande errore politico e storico di Obama e dell'intero Partito Democratico americano. 

Redazione Milano


''PIACCIA O NO AD OBAMA, DEV'ESSERE LA RUSSIA L'ALLEATO DEGLI STATI UNITI IN MEDIO ORIENTE'' (SCRIVE IL WASHINGTON POST)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RUSSIA   PUTIN   ASSAD   OBAMA   WASHINGTON   POST   CASA   BIANCA   USA   STATI   UNITI   SIRIA   ISIS   TERRORISTI   MOSCA   PUTIN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI OGNI ORA, +36% DAL 2009

DATI UFFICIALI DEI FALLIMENTI IN ITALIA NEL 1° TRIMESTRE 2017: SONO TERRIFICANTI, 2 FALLIMENTI

mercoledì 26 aprile 2017
Fallimenti delle imprese italiane, numeri da spavento. Nei primi tre mesi del 2017 sono state infatti 2.998 le aziende italiane che hanno portato i libri in tribunale, il 16,8% in meno rispetto ad un
Continua
 
IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN COMBUTTA CON LE ONG

IL DIRETTORE DI FRONTEX DENUNCIA - SULLA STAMPA TEDESCA... - I TRAFFICI DELLE MAFIE LIBICHE IN

mercoledì 26 aprile 2017
I giornali e l'informazione in Italia ignorano la notizia, ma è di una estrema gravità. Così, ecco che per apprenderla bisogna leggere i quotidiani tedeschi, benchè
Continua
PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI DETENZIONE IN FRONTIERA

PUGNO DURO POLACCO CONTRO IL PERICOLO DI INVASIONE DI MIGRANTI: COME L'UNGHERIA, CAMPI DI

lunedì 24 aprile 2017
LONDRA - Nei mesi scorsi l'Ungheria e' stata fortemente criticata per aver creato campi in cui tenere immigrati e richiedenti asilo ma il governo ungherese non si e' fatto intimidire e ha continuato
Continua
 
E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E PIANI CRIMINALI

E' GEORGE SOROS A FINANZIARE L'INVASIONE AFRICANA DELL'ITALIA. ECCO NOMI, ORGANIZZAZIONI, NAVI E

venerdì 21 aprile 2017
Le principali ONG impegnate nel traffico di africani verso l'Italia sono: Moas, Jugend Rettet, Stichting Bootvluchting, Médecins sans frontières, Save the children, Proactiva Open Arms,
Continua
FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE OMBRA PANAMENSI.

FINALMENTE EMERGE UNA PRIMA VERITA' SULL'INVASIONE AFRICANA IN ITALIA: LE NAVI ONG BATTONO BANDIERE

venerdì 21 aprile 2017
Gli sbarchi, certo, con i numeri che parlano di "un record senza precedenti" visto che "in poco piu' di 72 ore circa 8mila migranti sono approdati in Sicilia dopo una lunga traversata in mare", ma,
Continua
 
L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI TEMPORANEI (EUROPEI)

L'AUSTRALIA RENDE ANCORA PIU' RESTRITTIVE LE CONDIZIONI DI IMMIGRAZIONE, ANCHE PER I LAVORATORI

giovedì 20 aprile 2017
Al contrario dell'Italia l'Australia fa di tutto per proteggere i propri confini tant'e' che e' uno dei pochi se non l'unico paese ad essere riuscito a fermare l'arrivo di barconi carichi di
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
MENTRE SUONAVA LA GRANCASSA DEL ''PERICOLO NUCLEARE NORDCOREANO'' OBAMA AUTORIZZAVA TEST DI NUOVA BOMBA ATOMICA PORTATILE!

MENTRE SUONAVA LA GRANCASSA DEL ''PERICOLO NUCLEARE NORDCOREANO'' OBAMA AUTORIZZAVA TEST DI NUOVA
Continua

 
LA POLONIA DENUNCIA LA UE: SIAMO AGGREDITI E CALUNNIATI DA BRUXELLES! IL GOVERNO E' STATO ELETTO DEMOCRATICAMENTE!

LA POLONIA DENUNCIA LA UE: SIAMO AGGREDITI E CALUNNIATI DA BRUXELLES! IL GOVERNO E' STATO ELETTO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!