89.449.278
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UE PREME, RENZI IN TRAPPOLA: 200 MILIARDI DI CREDITI MARCI DELLE BANCHE ITALIANE PROVOCHERANNO IL ''BAIL IN'' DELL'ITALIA

mercoledì 13 gennaio 2016

BRUXELLES - C'è una ragione per cui il governo Renzi non sa che pesci pigliare - paralizzato dal terrore - per affrontare il gigantesco problema dei crediti marci delle banche italiane, arrivati alla colossale somma di 200 miliardi di euro. Usando il linguaggio degli scacchi, il governo Renzi è in "zugzwang", ovvero: qualsiasi mossa faccia, lui perde la partita e gli italiani perderanno tutto.

Vediamo perchè.

L'ipotesi di creare una bad bank e' "urgente", tanto piu' che "l'assenza di soluzione su questo fronte rallenta la velocita' della già fragile ripresa economica". L'avvertimento per l'Italia arriva dalla commissaria Ue alla Concorrenza, Margrethe Vestager, che in un'intervista al Sole 24 Ore di oggi chiarisce quali siano le regole europee, perche' sono state decise e perche' devono essere applicate.

Sulla ristrutturazione di quattro banche locali - Banca delle Marche, Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara e Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti - Vestager chiarisce che la Commissione Ue "non puo' imporre nulla. Lavora con i governi. Sono le autorita' nazionali a prendere la decisione ultima".

"Le regole sugli aiuti di Stato si applicano allo stesso modo a tutti i Paesi perche' l'obiettivo e' di garantire una concorrenza leale in un mercato, quello bancario, sempre piu' europeo e sempre piu' internazionale", precisa.

"Se alcune banche ricevono aiuto pubblico, allora bisogna garantire equo trattamento alle banche che non godono dello stesso vantaggio. Altre questioni, come quelle di bilancio, non c'entrano".

Quanto al caso Germania e ai salvataggi delle banche tra 2008 e 2014, la commissaria sottolinea che "le regole allora consentivano piu' facilmente l'uso del denaro pubblico", poi le norme sono cambiate e ora nuovamente sono state aggiornate all'inizio di quest'anno con l'entrata in vigore della tagliola chiamata bail in.

"Dal primo di gennaio, l'uso di denaro pubblico nei salvataggi bancari e' permesso solo dopo che tutti gli azionisti e gli obbligazionisti hanno subito perdite. La logica e' chiara: gli investitori devono essere ulteriormente responsabilizzati. Siamo in una fase di cambiamento, e non e' sempre facile adattarsi. Addirittura, alcuni investitori hanno scoperto all'improvviso di essere azionisti di una banca".

Sulll'idea di creare una bad bank in cui riversare gli attivi di cattiva qualita' del settore creditizio "il governo italiano deve decidere cio' che vuole. Deve decidere in questo frangente se usare denaro pubblico (piallando azioni e obbligazioni di tutti i clienti delle banche aiutate) o se non usare denaro pubblico (nel qual caso si va direttamente al bail in e alla messa in liquidazione, di fatto, delle banche che non riescono a coprire con nuovi capitali privati le perdite dei crediti marci). Nel primo caso, bisogna trovare una soluzione che limiti il danno per le altre banche che sul mercato operano senza sostegno pubblico. La questione e' ormai urgente".

Quindi,a situazione è questa: sia che Renzi scelga il salvataggio pubblico per evitare la bancarotta da 200 miliardi di euro dell'intero sistema bancario italiano, sia che invece non lo faccia, avviando un colossale bail in nazionale, i clienti delle banche detentrici di crediti marci verranno depredati.

E' esattamente la posizione "zugzwang" sulla scacchiera. Qualsiasi mossa faccia il giocatore Renzi, gli italiani perderanno tutto. 

Il motivo per il quale tutte - dicasi tutte - le banche italiane non sono ancora fallite è molto semplice: continuano a riportare nei loro bilanci come "crediti esigibili ma incagliati" quelle che invece sono perdite senza speranze. Quindi, nei bilanci continuano a essere considerati alla stregua di denaro e quindi di patrimonio giganteschi capitali che invece sono andati definitiamente perduti, almeno al 90% del loro valore nominale. L'istante stesso in cui quelle "sofferenze" venissero scritte a bilancio nella colonna "perdite" s'aprirebbe una incolmabile voragine da 200 miliardi di euro - in continuo aumento, tra l'altro - dentro l'intero sistema bancario nazionale che porterebbe - grazie alle "nuove regole" sottoscritte dal governo Renzi - ad un bail in da 200 miliardi di euro. In pratica, andrebbe in bancarotta l'Italia.

Redazione Milano.


UE PREME, RENZI IN TRAPPOLA: 200 MILIARDI DI CREDITI MARCI DELLE BANCHE ITALIANE PROVOCHERANNO IL ''BAIL IN'' DELL'ITALIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RENZI   BANCHE   ITALIANE   CREDITI   MARCI   BAIL IN   UE   COMMISSIONE   BRUXELLES    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA PRIMA FORZA IN ITALIA

SONDAGGIO PORTA A PORTA: LEGA IN CRESCITA E AMPIAMENTE PRIMO PARTITO, CENTRODESTRA DI GRAN LUNGA

venerdì 22 gennaio 2021
Tre ipotesi sul tavolo e in tutti tre i casi il centrodestra sarebbe in vantaggio. E' quanto testato nel sondaggio di Alessandra Ghisleri di Euromedia Research per 'Porta a porta' su tre scenari di
Continua
 
INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI RESPONSABILITA' LEGALE PER I DANNI

INCHIESTA / SEGRETATI DALLA UE CONTRATTI D'ACQUISTO DEI VACCINI E NIENTE CLAUSOLE DI

martedì 19 gennaio 2021
Il mistero sui vaccini, o meglio, sul loro prezzo, sui contratti firmati dalla Ue per acquistarli, sulla responsabilità legale in caso di effetti collaterali avversi, anzichè
Continua
RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO TRAVOLGE. NUOVE ELEZIONI

RICORDATE IL SIGNOR RUTTE, IL PREMIER OLANDESE CHE INSULTO' L'ITALIA? SCANDALO FINANZIARIO LO

giovedì 14 gennaio 2021
AMSTERDAM - La coalizione di governo guidata dal premier Mark Rutte si riunira' domani per decidere se rassegnare le dimissioni a fronte delle crescenti polemiche riguardanti il caso di oltre 20mila
Continua
 
LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

LE RAGIONI DI RENZI PER MANDARE A QUEL PAESE CONTE

martedì 12 gennaio 2021
Il nostro giornale ospita in apertura quanto scrive Matteo Renzi. Alcune delle sue posizioni sono apertamente condivisibili, e non temiamo di dirlo pubblicamente: "Il 22 luglio 2020 Italia Viva
Continua
MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

MATTEO SALVINI SCRIVE AL CORRIERE DELLA SERA: ECCO I PROGETTI PER L'ITALIA. SIAMO PRONTI A GOVERNARE

mercoledì 30 dicembre 2020
''Oltre alle vittime, nel nostro Paese più di 72 mila morti per Covid dall'inizio della pandemia, contiamo 390 mila imprese cancellate e più di 200 mila professionisti che hanno cessato
Continua
 
LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE HA NASCOSTO L'EPIDEMIA

LA VERITA' VIENE A GALLA: 500.000 MALATI DI COVID A WUHAN, NON 50.000, IL REGIME COMUNISTA CINESE

martedì 29 dicembre 2020
Alla fine, le menzogne del regime comunista cinese vengono a galla.  A Wuhan, la città cinese in cui ha avuto origine l'epidemia di coronavirus lo scorso dicembre, i casi di covid
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / LA MADRE DI TUTTE LE CATASTROFI BANCARIE: BANCHE ITALIANE CON 200MLD DI BUCO (INSANABILE)

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / LA MADRE DI TUTTE LE CATASTROFI BANCARIE: BANCHE ITALIANE CON 200MLD
Continua

 
TRENTATRE' BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO SONO SULL'ORLO DEL FALLIMENTO E ALTRE 100 (CENTO!) LO SARANNO ENTRO 18 MESI

TRENTATRE' BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO SONO SULL'ORLO DEL FALLIMENTO E ALTRE 100 (CENTO!) LO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

FDI: COME, I 5S NON VOGLIONO CESA MA SI TENGONO ZINGARETTI, ANCHE

22 gennaio - ''Il ragionamento del Movimento 5 Stelle sia simmetrico: se non si
Continua

131.090 PERSONE HANNO PRESO IL COVID SUL POSTO DI LAVORO (LO SCRIVE

22 gennaio - Le infezioni da nuovo Coronavirus di origine professionale denunciate
Continua

CIAMPOLILLO, LA TRAGEDIA DI UN SENATORE RIDICOLO

20 gennaio - ''Altro che Conte ter, benvenuti nel governo Ciampolillo I. Ammesso al
Continua

LA RUSSIA CHIEDE ALLA UE LA REGISTRAZIONE DEL VACCINO ANTI COVID

20 gennaio - MOSCA - Il Fondo russo per gli investimenti diretti (Rdif) ha presentato
Continua

E' UFFICIALE: L'EUROZONA E' IN DEFLAZIONE, LE NAZIONI UE SENZA EURO

20 gennaio - A dicembre 2020, il tasso di inflazione annuo dell'eurozona si e'
Continua

CONFCOMMERCIO: PIL GENNAIO 2021 -0,8% E -10,7% DA GENNAIO 2020

19 gennaio - Confcommercio stima per gennaio un calo congiunturale del Pil, al netto
Continua

UDC: NO UNANIME ALLA FIDUCIA A CONTE AL SENATO

18 gennaio - ''La segreteria nazionale Udc, che si e' riunita nel pomeriggio, alla
Continua

AL CENTRODESTRA NON FU PERMESSO DA MATTARELLA FORMARE UN GOVERNO DI

18 gennaio - “Governo di minoranza accettabile? No, nel 2018 non fu permesso a
Continua

VERTICE DEL CENTRODESTRA ALLA CAMERA

18 gennaio - E' in corso a Montecitorio, il vertice del centrodestra per fare il
Continua

MATTEO SALVINI: ''CREDONO DI RISOLVERE QUESTA CRISI AFFIDANDOSI A

18 gennaio - Matteo Salvini: ''Renzi l'ha fatto nascere questo governo e adesso dopo
Continua

NEL 2020 ITALIA IN DEFLAZIONE E' LA TERZA VOLTA DAL 1954 (ALTRE DUE

18 gennaio - ''Nel 2020, la diminuzione dei prezzi al consumo in media d'anno (-0,2%)
Continua

TOTI: SE INVECE DEL CSX FOSSE STATO IL CDX A COMPORTARSI COSI' COME

18 gennaio - ''Vorrei capire cosa sarebbe successo se il centrodestra avesse dato
Continua

ARRIVA SAVIANO E PIERLUIGI BATTISTA LASCIA IL CORRIERE DELLA SERA

18 gennaio - ''Qui cane Enzo sta cercando le parole per dirci che si, dal 31 gennaio
Continua

SALVINI: SE CONTE NON HA IN NUMERI, DUE STRADE: VOTO O GOVERNO DI

18 gennaio - ''Oggi il problema per molte famiglie e' la salute con i vaccini che
Continua

FRANCESCHINI: ''NON BISOGNA VERGOGNARSI DI CERCARE VOTI IN AULA''

14 gennaio - ''In questa legislatura sono nati due governi tra avversari alle
Continua

CENTRODESTRA UNITO: CONTE VENGA IN PARLAMENTO E PRENDA ATTO DELLA

14 gennaio - ''Non c'e' piu' tempo per tatticismi o giochi di potere: il centrodestra
Continua

BERLUSCONI IN OSPEDALE NEL PRINCIPATO DI MONACO, CONDIZIONI SERIE.

14 gennaio - MILANO - E' stato Alberto Zangrillo, medico di fiducia di Silvio
Continua

NUOVO ESSESSORE ALLO SVILUPPO ECONOMICO, GUIDO GUIDESI: RILANCIAMO

14 gennaio - MILANO - ''Dalla prossima settimana mi confronterò con tutti i
Continua

ZINGARETTI: ''IMPOSSIBILE QUALSIASI GOVERNO CON ITALIA VIVA,

14 gennaio - ''C'è un dato che non può essere cancellato dalle nostre analisi. Ed
Continua

IL PD HA DECISO CONTE DEVE VENIRE IN PARLAMENTO: VOTO DI FIDUCIA O

14 gennaio - MONTECITORIO - ''Come gruppo dei democratici vogliamo che la crisi venga
Continua
Precedenti »