81.958.040
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UE PREME, RENZI IN TRAPPOLA: 200 MILIARDI DI CREDITI MARCI DELLE BANCHE ITALIANE PROVOCHERANNO IL ''BAIL IN'' DELL'ITALIA

mercoledì 13 gennaio 2016

BRUXELLES - C'è una ragione per cui il governo Renzi non sa che pesci pigliare - paralizzato dal terrore - per affrontare il gigantesco problema dei crediti marci delle banche italiane, arrivati alla colossale somma di 200 miliardi di euro. Usando il linguaggio degli scacchi, il governo Renzi è in "zugzwang", ovvero: qualsiasi mossa faccia, lui perde la partita e gli italiani perderanno tutto.

Vediamo perchè.

L'ipotesi di creare una bad bank e' "urgente", tanto piu' che "l'assenza di soluzione su questo fronte rallenta la velocita' della già fragile ripresa economica". L'avvertimento per l'Italia arriva dalla commissaria Ue alla Concorrenza, Margrethe Vestager, che in un'intervista al Sole 24 Ore di oggi chiarisce quali siano le regole europee, perche' sono state decise e perche' devono essere applicate.

Sulla ristrutturazione di quattro banche locali - Banca delle Marche, Banca Popolare dell'Etruria e del Lazio, Cassa di Risparmio di Ferrara e Cassa di Risparmio della Provincia di Chieti - Vestager chiarisce che la Commissione Ue "non puo' imporre nulla. Lavora con i governi. Sono le autorita' nazionali a prendere la decisione ultima".

"Le regole sugli aiuti di Stato si applicano allo stesso modo a tutti i Paesi perche' l'obiettivo e' di garantire una concorrenza leale in un mercato, quello bancario, sempre piu' europeo e sempre piu' internazionale", precisa.

"Se alcune banche ricevono aiuto pubblico, allora bisogna garantire equo trattamento alle banche che non godono dello stesso vantaggio. Altre questioni, come quelle di bilancio, non c'entrano".

Quanto al caso Germania e ai salvataggi delle banche tra 2008 e 2014, la commissaria sottolinea che "le regole allora consentivano piu' facilmente l'uso del denaro pubblico", poi le norme sono cambiate e ora nuovamente sono state aggiornate all'inizio di quest'anno con l'entrata in vigore della tagliola chiamata bail in.

"Dal primo di gennaio, l'uso di denaro pubblico nei salvataggi bancari e' permesso solo dopo che tutti gli azionisti e gli obbligazionisti hanno subito perdite. La logica e' chiara: gli investitori devono essere ulteriormente responsabilizzati. Siamo in una fase di cambiamento, e non e' sempre facile adattarsi. Addirittura, alcuni investitori hanno scoperto all'improvviso di essere azionisti di una banca".

Sulll'idea di creare una bad bank in cui riversare gli attivi di cattiva qualita' del settore creditizio "il governo italiano deve decidere cio' che vuole. Deve decidere in questo frangente se usare denaro pubblico (piallando azioni e obbligazioni di tutti i clienti delle banche aiutate) o se non usare denaro pubblico (nel qual caso si va direttamente al bail in e alla messa in liquidazione, di fatto, delle banche che non riescono a coprire con nuovi capitali privati le perdite dei crediti marci). Nel primo caso, bisogna trovare una soluzione che limiti il danno per le altre banche che sul mercato operano senza sostegno pubblico. La questione e' ormai urgente".

Quindi,a situazione è questa: sia che Renzi scelga il salvataggio pubblico per evitare la bancarotta da 200 miliardi di euro dell'intero sistema bancario italiano, sia che invece non lo faccia, avviando un colossale bail in nazionale, i clienti delle banche detentrici di crediti marci verranno depredati.

E' esattamente la posizione "zugzwang" sulla scacchiera. Qualsiasi mossa faccia il giocatore Renzi, gli italiani perderanno tutto. 

Il motivo per il quale tutte - dicasi tutte - le banche italiane non sono ancora fallite è molto semplice: continuano a riportare nei loro bilanci come "crediti esigibili ma incagliati" quelle che invece sono perdite senza speranze. Quindi, nei bilanci continuano a essere considerati alla stregua di denaro e quindi di patrimonio giganteschi capitali che invece sono andati definitiamente perduti, almeno al 90% del loro valore nominale. L'istante stesso in cui quelle "sofferenze" venissero scritte a bilancio nella colonna "perdite" s'aprirebbe una incolmabile voragine da 200 miliardi di euro - in continuo aumento, tra l'altro - dentro l'intero sistema bancario nazionale che porterebbe - grazie alle "nuove regole" sottoscritte dal governo Renzi - ad un bail in da 200 miliardi di euro. In pratica, andrebbe in bancarotta l'Italia.

Redazione Milano.


UE PREME, RENZI IN TRAPPOLA: 200 MILIARDI DI CREDITI MARCI DELLE BANCHE ITALIANE PROVOCHERANNO IL ''BAIL IN'' DELL'ITALIA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

RENZI   BANCHE   ITALIANE   CREDITI   MARCI   BAIL IN   UE   COMMISSIONE   BRUXELLES    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA ITALIANA LA CENSURA

LA STAMPA BRITANNICA RIPORTA LA NOTIZIA CHE IL 65% DEGLI ITALIANI DISPREZZA LA UE. LA STAMPA

lunedì 25 maggio 2020
  LONDRA - Alcuni giorni fa, in molti sono rimasti sorpresi dal fatto che George Soros si sia mostrato preoccupato per il fatto che l'Italia potrebbe presto uscire dall'Unione Europea e come
Continua
 
CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID. CONSEGNE A SETTEMBRE

CI SIAMO: MULTINAZIONALE BRITANNICA ASTRAZENECA PREPARA 400.000.000 DI DOSI DEL VACCINO ANTI COVID.

giovedì 21 maggio 2020
LONDRA - Ci siamo, il vaccino è pronto e la produzione su scala planetaria è al via. La multinazionale Astrazeneca ha concluso i primi accordi per la produzione di almeno 400 milioni di
Continua
GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA: GLOBALIZZAZIONE ADDIO

GIAPPONE HA DECISO DI TRASFERIRE IN PATRIA TUTTE LE PRODUZIONI INDUSTRIALI DELOCALIZZATE IN CINA:

martedì 12 maggio 2020
La battaglia intrapresa dal Giappone contro il coronavirus ha acceso a Tokyo un campanello d'allarme in merito alla dipendenza del sistema paese dalle catene di fornitura della Cina. Gia' da alcuni
Continua
 
COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E ADESSO VUOLE IL MES

COL GOVERNO CONTE L'ITALIA VA IN ROVINA: HA SOLO PROPOSTO AGLI ITALIANI DI FARE DEBITI IN BANCA E

lunedì 11 maggio 2020
Mentre l’Italia prova a ripartire con la Fase2, riprendiamo i nostri interventi e lo facciamo analizzando cosa ha fatto o meglio, cosa non ha fatto il governo pentapiddino per tenere a galla
Continua
IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA DALLE BANCHE PER CREDITO

IL 70% DELLE IMPRESE ITALIANE DA' UN GIUDIZIO MOLTO NEGATIVO SUL GOVERNO E 95% ATTENDE RISPOSTA

martedì 5 maggio 2020
Ricavi quasi dimezzati nel 2020 con il turismo che prevede una contrazione del 66,3%, giudizi in grande prevalenza negativi sui provvedimenti finora adottati dal governo per contrastare la crisi
Continua
 
RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO CHIAVI NEGOZI A SALA!

RIVOLTA DEI TITOLARI DI BAR RISTORANTI GELATERIE ABBIGLIAMENTO PARRUCCHIERI ESTETISTI! 3.000 DANNO

mercoledì 29 aprile 2020
MILANO - Regole chiare su come riaprire. Questo chiedono, oltre alla riduzione delle tasse locali, i commercianti milanesi. Tremila di loro, per lo piu' titolari di bar, ristoranti e gelaterie, ma
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / LA MADRE DI TUTTE LE CATASTROFI BANCARIE: BANCHE ITALIANE CON 200MLD DI BUCO (INSANABILE)

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / LA MADRE DI TUTTE LE CATASTROFI BANCARIE: BANCHE ITALIANE CON 200MLD
Continua

 
TRENTATRE' BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO SONO SULL'ORLO DEL FALLIMENTO E ALTRE 100 (CENTO!) LO SARANNO ENTRO 18 MESI

TRENTATRE' BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO SONO SULL'ORLO DEL FALLIMENTO E ALTRE 100 (CENTO!) LO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

ZAIA: ''L'APP IMMUNI HA GRANDI LIMITI, IMPOSSIBILE GESTIRLA''

3 giugno - VENEZIA - ''L'app immuni ha due grandi limiti, uno legato alla privacy e
Continua

NELLO SCORSO MESE DI APRILE, PERSI IN ITALIA 274.000 POSTI DI LAVORO

3 giugno - ROMA - Una perdita di 274 mila posti di lavoro in un solo mese, quello
Continua

LA BANCA D'INGHILTERRA INVITA LE BANCHE INGLESI A PREPARARSI ALLA

3 giugno - LONDRA - Il governatore della Bank of England (BoE), Andrew Bailey ha
Continua

SENATRICE ELENA TESTOR ADERISCE ALLA LEGA ED ENTRA NEL GRUPPO AL

3 giugno - La senatrice Elena Testor ha lasciato Forza Italia e ha aderito
Continua

IN SPAGNA LA CATASTROFE DEL CORONAVIRUS HA CANCELLATO 133.000

3 giugno - La crisi scatenata dal coronavirus ha provocato in Spagna la scomparsa
Continua

LA POLIZIA DELLA DITTATURA COMUNISTA CINESE SPARA SULLA FOLLA A

27 maggio - La polizia agli ordini della dittatura comunista cinese che a Hong Kong
Continua

MINACCE DI MORTE AL GOVERNATORE FONTANA: ADESSO E' SOTTO SCORTA

27 maggio - Da due giorni il presidente della Regione Lombardia, Attilio FONTANA, e'
Continua

L'IMPATTO DEL COVID SULL'ECONOMIA DELL'EUROZONA SARA' IL DOPPIO DEL

27 maggio - FRANCOFORTE - La Bce ha preparato diverse stime sull'impatto della crisi
Continua

SUPER FLOP DEI TEST COVID: ALLA PROVA DEI FATTI, SOLO IL 25% HA

26 maggio - Tutta questa ''corsa'' (e polemiche di ogni genere) a fare test
Continua

FRANCIA SE NE FREGA DELLA UE: MASSICCI AIUTI DI STATO ALLE AZIENDE

26 maggio - PARIGI - Addio libero mercato, addio regole e regoline della Ue che
Continua

LEGA: LA UE DEVE IMPORRE SANZIONI AL REGIME COMUNISTA CINESE!

26 maggio - ''L'Europa non può essere silente davanti a quanto sta succedendo ad
Continua

INSEGNANTI PRECARI ILLUSI E TRADITI DAL GOVERNO CONTE, TUTTO

25 maggio - ''Polpetta avvelenata di Conte a Pd e LeU durante la trattativa sul
Continua

FONTANA:ZERO DECESSI IN LOMBARDIA E' DATO POSITIVO MA NON

25 maggio - MILANO - ''La cosa che mi rasserena e' il numero dei nuovi contagiati
Continua

L'ACQUISTO DI BTP ''ITALIA'' DEDICATI AI RISPARMIATORI PRIVATI HA

19 maggio - Gli ordini del retail per il nuovo BTp Italia hanno superato i 4
Continua

SALVINI: 120 NAZIONI DEL MONDO CHIEDONO SPIEGAZIONI ALLA CINA, E

19 maggio - ''Ci sono 120 paesi al mondo, in tutto il mondo, in tutti i continenti,
Continua

FONTANA: D'ACCORDO CON ZAIA, ABBIAMO DOVUTO FARE DA SOLI CONTRO IL

19 maggio - MILANO - Il governatore lombardo Attilio Fontana, in collegamento su Rai
Continua

IERI VENDUTI 4 MILIARDI DI BTP ''ITALIA'' AI RISPARMIATORI OGGI 1

19 maggio - MILANO - Parte forte anche la seconda giornata di collocamento, sempre
Continua

SALVINI: AVEVO RAGIONE, ALTRO CHE MES, BOOM ACQUISTI DEGLI ITALIANI

18 maggio - Il leader della Lega, Matteo Salvini, commenta la partenza ''a razzo''
Continua

TOTI: LIGURIA NON HA MAI CHIUSO, ADESSO RIAPRIRE I CONFINI

18 maggio - GENOVA - ''La Liguria non ha mai chiuso: i suoi porti hanno sempre
Continua

PERQUISIZIONI IN CORSO DEL ROS DEI CARABINIERI NELLA SEDE ONLUS

15 maggio - FANO - Perquisizioni in corso, da questa mattina, da parte dei
Continua
Precedenti »