61.540.627
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DATI SHOCK DIVULGATI DAL PREFETTO DI MILANO: ABBIAMO RESPINTO 2.700 DOMANDE D'ASILO SU 4.673 (60%).ERANO SENZA REQUISITI

lunedì 21 dicembre 2015

MILANO - Il dato che emerge è raggelante: riferito unicamente a Milano - ma si può immaginare lo stesso a livello nazionale -  molto più della metà dei migranti che hanno richiesto "asilo" in Italia e cioè nella Ue, hanno visto la loro dimanda rigettata. Quindi, devono essere espulsi perchè non hanno alcun diritto di restare nè in Italia nè nell'Unione europea.

"Nel 2015" la commissione territoriale per il riconoscimento della protezione internazionale "ha audito 4.673 persone e trattato circa 5200 pratiche (vanno aggiunte quelle di rinnovo, - ndr). Si tratta spesso di cittadini che spesso non parlano l'italiano, c'è bisogno di interpreti e mediatori culturali. Capite il tempo che si perde". Lo ha detto il prefetto di Milano, Alessandro Marangoni, in occasione della firma del protocollo di collaborazione per accelerare il lavoro della commissione territoriale richiedenti asilo.

Il documento è stato sottoscritto da Prefettura, Regione Lombardia ed Ersaf (Ente regionale per i servizi all'agricoltura e alle foreste). "Per il 2015 - ha fatto ancora i conti, il prefetto Marangoni - 2.700 pratiche degli auditi sono state rigettate. E circa un paio di centinaia di persone si sono rese irreperibili" dopo che la pratica è stata accettata. Tra gli ascoltati, "circa 2500 sono stranieri che provengono dall'Africa subsahariana, persone per le quali bisogna analizzare in maniera estremamente attenta il diritto all'asilo politico". 

"Tra il 2014 e il 2015 - ha spiegato Marangoni - c'è stato il raddoppio delle pratiche trattate. La media delle pratiche trattate al giorno è dalle 30-32. Con uno sforzo straordinario. Iniziano alle 8 la mattina e finisco alle 9 la sera. E' chiaro che dobbiamo fare ancora di più. E, soprattutto, stiamo studiando un potenziamento delle persone dedicate. Un terzo della commissione, formata da una decina di persone, fa solo questo, gli altri hanno altro incarichi".

"Il ministro" dell'Interno "Alfano si è preso l'impegno di potenziare la commissione. Voi sapete che questo è un problema molto grosso e un tema che esige particolare attenzione. In prospettiva verrà aperta un'altra commissione a Monza e un'altra è in previsione di apertura a Bergamo", ha annunciato il prefetto milanese. 

"E' un meccanismo - ha spiegato ancora il prefetto milanese parlando dell'analisi delle pratiche - estremamente delicato e complesso che non può essere utilizzato in maniera grossolana. Il numero del personale è, credetemi, molto limitato. Il rapporto con i cittadini stranieri è delicato e deve essere fatto con estrema intelligenza. Lo scopo principale è l'accelerazione delle pratiche: brutto dirlo perché una persona non è una pratica", ha concluso Marangoni.

Ora la questione che si pone è la seguente: dato che circa il 60% degli arrivati in Italia, almeno per quello che risulta a Milano, nella stragrande maggioranza arrivati coi barconi dalla Libia, non ha diritto d'asilo, tutti costoro devono essere espulsi e prima ancora devono decadere tutti i benefit dei quali hanno usufruito finora sotto forma di denaro contante, domicilio, servizi sociali. 

St accadendo? Ma neppure per idea. 

Redazione Milano.


DATI SHOCK DIVULGATI DAL PREFETTO DI MILANO: ABBIAMO RESPINTO 2.700 DOMANDE D'ASILO SU 4.673 (60%).ERANO SENZA REQUISITI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MARANGONI   PREFETTO   MILANO   DOMANDE   ASILO   PROFUGHI   MIGRANTI   RESPINTO   ITALIA   BARCONI   GOVERNO   RENZI   LIBIA   REGIONE   LOMBARDIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL BRACCIO DESTRO DELLA MERKEL, LARS FELD, PREVEDE ''UN PIENO BAIL IN DELL'ITALIA'' E ''LA NECESSITA' DELLA TROIKA''

IL BRACCIO DESTRO DELLA MERKEL, LARS FELD, PREVEDE ''UN PIENO BAIL IN DELL'ITALIA'' E ''LA
Continua

 
DIETRO LE CHIACCHIERE DI RENZI, LO SCONTRO APERTO TRA ITALIA E UE SUL SALVATAGGIO DELLE BANCHE: CHI METTE 200 MILIARDI?

DIETRO LE CHIACCHIERE DI RENZI, LO SCONTRO APERTO TRA ITALIA E UE SUL SALVATAGGIO DELLE BANCHE: CHI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!