43.345.292
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

UN QUOTIDIANO TEDESCO LANCIA L'ALLARME: FONDO SOVRANO DELLA NORVEGIA AFFONDERA' LA GERMANIA (DISASTRO IN ARRIVO)

mercoledì 16 dicembre 2015

NORVEGIA - C'è una grave minaccia per l'intero sistema economico e finanziario della Germania che emerge per la prima volta su un quotidiano tedesco, e genera molte preoccupazioni, in ambienti sia del governo Merkel che della Borsa.

Dal fondo sovrano norvegese giunge un pericolo per l'economia tedesca, scrive il "Die Welt". Il signor Yngve Slyngstad e' uno dei piu' influenti investitori del pianeta - esordisce così l'articolo - perchè gestisce uno dei piu' grandi e importanti fondi sovrani, il norvegese "Statens Penjonsfond", con asset per quasi 900 miliardi di euro.

E' tutto denaro che la Norvegia ha guadagnato soprattutto dalla vendita delle proprie risorse petrolifere. Il crollo dei prezzi del petrolio e le dinamiche della finanza mondiale, però, hanno offuscato il futuro del fondo, precisa preoccupato il Die Welt. Il signor Slyngstad deve correre ai ripari, e potrebbe prendere decisioni molto spiacevoli anche per la Germania.

E' vero - analizza il quotidiano tedesco - che la maggior parte delle aziende trae vantaggio dal calo dei prezzi dell'energia: i produttori di auto raddoppiano i loro guadagni dato che per la produzione devono spendere meno e i consumatori comprano veicoli piu' grandi. Ma c'è anche un rovescio della medaglia: anche il sistema Germania dipende perlomeno indirettamente dal petrolio, e soffre quando le quotazioni calano, perche' negli ultimi anni i fondi dei ricchi paesi produttori hanno portato il petrodollaro in Germania sotto forma di investimenti.

Questi fondi sono progressivamente e discretamente divenuti i maggiori azionisti delle aziende tedesche e il loro volume totale d'investimento ammonta a 7.300 miliardi di dollari, quasi il doppio rispetto al 2009.

Ma il crollo del prezzo del petrolio ora sta mettendo profondamente in crisi anche i fondi sovrani: non solo in Norvegia, ma anche in Qatar, Russia e Arabia Saudita. Tutti questi fondi sovrani hanno i bilanci in rosso, e non possono continuare ad averli, perchè destabilizzano i bilanci dei loro stati. Da qui, la minaccia. Come investitore istituzionale, la Norvegia detiene partecipazioni di 9 mila aziende e dispone di piu' dell'1,3 per cento di tutte le azioni del mondo.

In Germania i norvegesi detengono partecipazioni in tutte le maggiori aziende: partecipano con quasi l'8 per cento al gruppo immobiliare Vonovia, con il 7 per cento al produttore di gas Linde, a Daimler e Basf con il 3 per cento e a Deutsche Bank con il 2 per cento. I norvegesi fanno parte anche dell'ex azienda statale Deutsche Telekom.

Le cose, pero', potrebbero presto cambiare con conseguenze tanto drammatiche quanto imprevedibili. Quando la Norvegia dovrà far quadrare i conti del suo fondo sovrano, conclude il Die Weldt, non solo non investirà più in Germania, ma certamente smobilizzerà una parte dei suoi investimenti e inizierà proprio da quelli che offorno meno garanzie di profitto. In testa, le azioni e le quote delle aziende tedesche, che in base alle previsioni sia del governo Merkel sia dei più accreditati centri d'analisi teutonici al massimo renderanno l'1,5% nel 2016 contro una forte resa di altri mercati, ad iniziare da quello americano. E i principali investimenti del fondo sovrano di Norvegia giudicati a basso reddito e con pericolo di perdite riguardano, in Germania, settori nevralgici dell'industria tedesca. 

Uno scenario da incubo.

Redazione Milano.

 


UN QUOTIDIANO TEDESCO LANCIA L'ALLARME: FONDO SOVRANO DELLA NORVEGIA AFFONDERA' LA GERMANIA (DISASTRO IN ARRIVO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GERMANIA   NORVEGIA   FONDO   SOVRANO   INVESTIMENTI   PETROLIO   PREZZI   CROLLO   DIE   WELDT    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
 
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua
 
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

mercoledì 18 gennaio 2017
Riguardo le vicende del salvataggio del Monte dei Paschi di Siena, la banca più antica al mondo devastata dalla gestione in salsa piddina dei suoi vertici, abbiamo notato esercizi di stile
Continua
SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI,

mercoledì 18 gennaio 2017
PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo
Continua
 
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
STERZATA DELLA CDU TEDESCA:''SIAMO DECISI A RIDURRE SENSIBILMENTE CON MISURE EFFICACI L'AFFLUSSO DI PROFUGHI IN GERMANIA''

STERZATA DELLA CDU TEDESCA:''SIAMO DECISI A RIDURRE SENSIBILMENTE CON MISURE EFFICACI L'AFFLUSSO DI
Continua

 
RIDE BENE CHI RIDE PER ULTIMO: SONDAGGI INDICANO MARINE LE PEN AL 40% AL PRIMO TURNO DELLE PRESIDENZIALI (26% A SARKOZY)

RIDE BENE CHI RIDE PER ULTIMO: SONDAGGI INDICANO MARINE LE PEN AL 40% AL PRIMO TURNO DELLE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI

20 gennaio - Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà
Continua

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua
Precedenti »