70.608.011
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LUNEDI' IL CONGRESSO DELLA CDU TEDESCA: ANGELA MERKEL IN BILICO, PRONTE MOZIONI DI SFIDUCIA DELLA POLITICA SUI MIGRANTI

venerdì 11 dicembre 2015

BERLINO - Il 14 dicembre si terrà il congresso della Cdu tedesca, il partito di maggioranza relativa, un congresso che porterà amare sorprese per Angela Merkel. I documenti congressuali riempiono quasi 400 pagine, ma la mozione piu' importante non c'è, non è stata ancora presentata: quella sulla politica relativa ai rifugiati.

La presidenza e la direzione della Cdu tedesca discuteranno infatti la mozione chiave solo alla vigilia del congresso di partito che si terra' il prossimo lunedi' a Karlsruhe. Per Angela Merkel sara' uno dei congressi piu' importanti e difficili dei suoi 15 anni in carica da segretaria della Cdu.

Questo congresso tastera' infatti il polso dello stato delle relazioni tra i Cristiano-democratici e la loro segretaria, e le avvisaglie sono di tempesta. E' una fortuna per la Cancelliera che questa volta non incomba alcuna elezione della presidenza, perche' in caso contrario, scrive l'autorevole quotidiano "Handelsblatt", Merkel avrebbe sicuramente subito una sonora batosta per la sua linea di totale apertura nella crisi dei profughi, contestata da moltissimi sostenitori della Cdu.

Il rischio piu' grande per la Cdu, pero', e' la posizione di alcuni esponenti cristiano-democratici che potrebbe dare slancio al partito "Alternativa per la Germania" (noto con la sigla AfD): ed e' proprio a causa del rafforzamento del partito euroscettico tedesco che Unione di centro-destra e Socialdemocratici sono entrati in rotta di collisione.

A scatenare lo scontro tra le due fazioni di coalizione e' stato un sondaggio secondo cui AfD starebbe conquistando consensi soprattutto nell'Est della Germania a causa del continuo aumento del numero di profughi, definiti così dalla stampa, ma in realtà un numero formato per oltre la metà da individui che devono essere espulsi dalla Germania perchè non hanno alcun diritto a richiedere asilo in quanto non provengono affatto da nazioni in guerra o che hanno subito catastrofi naturali.

Il vice-capogruppo parlamentare della Cdu, Michael Kretschmer, ha chiesto percio' al suo partito l'impegno a limitare drasticamente il flusso di migranti, ma ormai a molti sembra uan richiesta che arriva con grande ritardo, quando ormai l'invasione è avvenuta, e i costi per le espulsioni sono diventati giganteschi. Certamente sopportabili dalle casse pubbliche tedesche, ma stupidamente aumentati a dismisura per colpa di un lassismo "imperdonabile" secondo esponenti della componente bavarese dei cristiano sociali, la Csu.

In ogni caso, secondo Kretschmer, AfD sarebbe un "partito di protesta, da cui nessuno si aspetta vere soluzioni" ma "l'insicurezza nella popolazione e' tangibile ovunque", ha dichiarato l'esponente della Cdu sempre al quotidiano "Handelsblatt".

Il Cristiano-democratico ha sottolineato inoltre che "attualmente l'unica forza politica in grado di mettere ordine nella questione profughi e di trovare una soluzione europea e' l'Unione di centro-destra: la Cdu verifichera' la fattibilita' di ridurre nettamente il numero dei profughi", ha aggiunto il segretario generale della Cdu in Sassonia. Resta il fatto che se al congresso della Cdu lunedì verrà votata e approvata una mozione in tal senso che impegna il partito, la "dottrina Merkel" sull'accoglienza di migranti in Germania sarà smentita e il suo governo dovrà prenderne atto o dimettersi.

La notizia di possibili dimissioni del governo Merkel nel caso la Cancelliera fosse apertamente cassata dal congresso del suo partito, si fa sempre più insistente, tra le voci raccolte tra delegati e esponenti del partito che si apprestano a partecipare alla massima assise di Karlsrhue, nel profondo Baden-Württemberg.

Redazione Milano.


LUNEDI' IL CONGRESSO DELLA CDU TEDESCA: ANGELA MERKEL IN BILICO, PRONTE MOZIONI DI SFIDUCIA DELLA POLITICA SUI MIGRANTI




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI ITALIANI NON NE PUO' PIU'.

SONDAGGIO IN EUROPA: 56% DEI FRANCESI NON SI FIDA DELLA UE. 66% DEI GRECI LA ODIA. 55% DEGLI

martedì 13 agosto 2019
LONDRA - Come ogni anno la commissione europea pubblica i risultati del cosiddetto Eurobarometro, un sondaggio fatto a livello europeo per conoscere il livello di popolarita' dell'Unione
Continua
 
SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA E SALVINI PREMIER!

SALVINI HA PERSO LA PAZIENZA CON M5S, FORSE SI ANDRA' A VOTARE A OTTOBRE, FORSE DOPO. LEGA DA SOLA

venerdì 9 agosto 2019
Governo al capolinea, si va verso la parlamentarizzazione della crisi, con il premier Giuseppe Conte che potrebbe andare in Senato, per la fiducia, con un calendario ancora da decidere. Intanto ieri
Continua
CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA BASTIGLIA S'AVVICINA

CONTADINI FRANCESI IN RIVOLTA CONTRO MACRON CHE FIRMA IL CETA E GILET GIALLI IN PIAZZA: PRESA DELLA

lunedì 5 agosto 2019
LONDRA - I guai sembrano non finire mai per il presidente francese Emmanuel Macron. Non bastassero i gilet gialli adesso ci sono anche i contadini che protestano vivamente contro l'inquilino
Continua
 
ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA L'ITALIA, SEMPRE!

ANALISI / IL PUNTO SULL'ALLEANZA LEGA-M5S, LE RAGIONI CHE UNISCONO E QUELLE CHE DIVIDONO: MA PRIMA

lunedì 5 agosto 2019
La politica è entrata ufficialmente in vacanza e l’augurio è che sia estremamente vantaggiosa ai 5S per raccogliere le idee ed uscire dal tunnel dell’opposizione interna
Continua
FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE LA BREXIT NEL MONDO

FARAGE PRESENTA A NEW YORK WORLD4BREXIT PER COMBATTERE LE CAMPAGNE DIFFAMATORIE DI SOROS E LANCIARE

lunedì 29 luglio 2019
LONDRA - Nigel Farage e' veramente determinato a far uscire la Gran Bretagna dalla UE e lo dimostra il fatto che da molti anni sia in politica con questo scopo prima tramile lo UKIP e adesso col
Continua
 
LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO +13% CREMONA +13,2%

LOMBARDIA: BOOM DELL'EXPORT! IL DATO E' CLAMOROSO: +5,8% RISPETTO IL 2018. MILANO +7,4% BERGAMO

giovedì 25 luglio 2019
MILANO - Dal cioccolato ai formaggi, dal buon cibo al latte sino alle biciclette, alle barche e agli articoli sportivi. Cresce in maniera esponenziale l'export di prodotti legati al turismo dalla
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SPECIALE POLONIA / IL SINDACO DI BOLEWICE SCRIVE AL NOSTRO GIORNALE E RACCONTA LE RAGIONI DELLA VITTORIA DELLA DESTRA

SPECIALE POLONIA / IL SINDACO DI BOLEWICE SCRIVE AL NOSTRO GIORNALE E RACCONTA LE RAGIONI DELLA
Continua

 
SCIVOLONE ''RAZZIALE'' DEI SOCIALISTI FRANCESI, DISPERATI PER LA SCONFITTA EPOCALE IN ARRIVO DOMENICA (E LA LE PEN RIDE)

SCIVOLONE ''RAZZIALE'' DEI SOCIALISTI FRANCESI, DISPERATI PER LA SCONFITTA EPOCALE IN ARRIVO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!