43.247.300
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELLA UE TUSK GELA CAMERON: ''NESSUNA MODIFICA DEI TRATTATI PRIMA DEL REFERENDUM SUL BREXIT''

giovedì 3 dicembre 2015

BRUXELLES - La notizia è di quelle che cambiano il corso degli eventi, e in questo caso addirittura segna il destino prossimo dell'Unione europea. Donald Tusk, presidente del Consiglio dell'Unione Europea, ha avvertito ufficialmente David Cameron, primo ministro del Regno Unito, che "non sarà possibile arrivare a modifiche dei trattati giuridicamente vincolanti in tempo per il referendum sulla continuazione dell'appartenenza del Regno Unito all'Unione europea" promesso agli elettori britannici.

Tusk, riferisce il quotidiano "The Times", non solo ha messo in guardia Cameron sul possibile rischio di fallimento perfino del tentativo di arrivare a un accordo entro l'anno se non specificherà in dettaglio e a breve le sue richieste, ma ha aggiunto che nè nel vertice europeo di questo mese (17 e 18 dicembre) nè in quello di febbraio 2016 sono all'ordine del giorno "azioni o procedure legali" che possano riguardare richieste britanniche di modifica dei trattati o deroghe ai medesimi.

Questa netta presa di posizione di Tusk è diventata un grave problema per il premier Cameron scrive "The Times", dato che da sempre il vasto fronte euroscettico dentro e fuori il Partito Conservatore sostiene che Cameron non riuscirà a ottenere nulla di concreto dalla trattativa intentata con la Ue, osserva il giornale.

Giusto per evitare fraintendimenti e interpretazioni distorte, il quotidiano trascrive esattamente le parole pronunciate dal Presidente del Consiglio dell'Unione europea, Tusk: "Cio' che serve a dicembre o a febbraio se dobbiamo rimandare, e' piuttosto una dichiarazione politica perche' e' impossibile cambiare i trattati prima del referendum. Se ho compreso bene le intenzioni di Cameron, ha bisogno di oneste e responsabili dichiarazioni da parte di tutti gli Stati membri sulla disponibilita' a cambiare alcune regole secondo le sue aspettative. Non stiamo parlando di azioni e procedure legali. E' impossibile predisporre l'intero processo legale prima del referendum".

Il presidente del Consiglio dell'Ue ha sottolineato, inoltre, che "l'ostacolo maggiore e' la proposta di Londra di concedere i benefit sociali agli immigrati comunitari solo dopo quattro anni di residenza, perche', al di la' della volonta' degli Stati, la questione e' di difficile soluzione da un punto di vista giuridico". Detto in breve: la Ue non lo accetterà mai.

La doccia gelata sulle speranze di Cameron di trovare un accordo con la Ue per farle accettare le richieste britanniche, ha avuto immediate conseguenze politiche. Il fronte del Brexit - che vede impegnati esponenti di primissimo piano del governo conservatore - ha subito fatto sapere che a questo punto arrivati il premier deve abbandonare ogni ipotesii di accordo e concentrarsi sul programma economico e normativo per far uscire la Gran Bretagna dalla Ue nel modo migliore senza subire più di tanto danni e ritorsioni da parte delle burocrazie di Bruxelles.

Stupisce, infine, che la stampa italiana non abbia considerato rilevanti queste notizie. O forse no, non stupisce.

Redazione Milano.


IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELLA UE TUSK GELA CAMERON: ''NESSUNA MODIFICA DEI TRATTATI PRIMA DEL REFERENDUM SUL BREXIT''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

TUSK   CAMERON   PRESIDENTE   CONSIGLIO   UE   BREXIT   THE TIMES   REFERENDUM   BRUXELLES   LONDRA   REGNO   UNITO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
 
IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA DETTO ''SOVRANISTA'')

IL 28 GENNAIO A ROMA MANIFESTAZIONE NAZIONALISTA DI FDI E LEGA (MA GUAI AD USARE QUESTA PAROLA: VA

martedì 17 gennaio 2017
ROMA - "I sovranisti sono tutti quelli che vogliono mettere al centro della propria proposta gli interessi nazionali, la tutela delle nostre imprese, del made in Italy, la difesa dei confini, la
Continua
SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA RISPARMIATO 240 MILIARDI!

SORPRESA: E' LA GERMANIA CHE HA I MAGGIORI BENEFICI DAI TASSI A ZERO DELLA BCE. LA MERKEL HA

lunedì 16 gennaio 2017
BERLINO - Volendo usare una pittoresca espressione napoletana, si potrebbe dire che la Germania che continua a lamentarsi dei tassi di interesse portati a zero dalla Bce perchè questo
Continua
 
L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI DELLA COSTITUZIONE

L'FMI TAGLIA LE STIME DELL'ITALIA, COLPEVOLE DI NON AVERE VOTATO SI' AI DELIRANTI MANEGGIAMENTI

lunedì 16 gennaio 2017
Il Fondo Monetario Internazionale taglia di nuovo le stime di crescita del Pil italiano e prevede che quest'anno verra' registrata una crescita dello 0,7% anziche' dello 0,9%, che era la proiezione
Continua
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua
 
LO HA GIA' FATTO CON FMI E BCE, ADESSO VIKTOR ORBAN CACCIA DALL'UNGHERIA ANCHE LE ONG FINANZIATE DAL PESCECANE SOROS

LO HA GIA' FATTO CON FMI E BCE, ADESSO VIKTOR ORBAN CACCIA DALL'UNGHERIA ANCHE LE ONG FINANZIATE

lunedì 16 gennaio 2017
Mentre gli ultimi giorni della presidenza Obama consegneranno alla storia il peggior presidente che gli U.S.A. abbiano mai avuto, essendo impegnato allo spasimo a creare tensioni in mezzo mondo e
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TRE GIORNI AL VOTO IN FRANCIA: SOCIALISTI DISPERATI, SARKOZY IN DIFESA, IL FRONT NATIONAL MARINE LE PEN LI TRAVOLGERA'

TRE GIORNI AL VOTO IN FRANCIA: SOCIALISTI DISPERATI, SARKOZY IN DIFESA, IL FRONT NATIONAL MARINE LE
Continua

 
PUGNO DURO FRANCESE SULLE MOSCHEE: 3 CHIUSE DALLA POLIZIA ALTRE 160 NEL MIRINO DELL'ANTITERRORISMO (E IN ITALIA? NIENTE)

PUGNO DURO FRANCESE SULLE MOSCHEE: 3 CHIUSE DALLA POLIZIA ALTRE 160 NEL MIRINO DELL'ANTITERRORISMO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!