72.717.684
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

TRE GIORNI AL VOTO IN FRANCIA: SOCIALISTI DISPERATI, SARKOZY IN DIFESA, IL FRONT NATIONAL MARINE LE PEN LI TRAVOLGERA'

giovedì 3 dicembre 2015

PARIGI - In una Francia ancora traumatizzata dagli attentati di Parigi, le elezioni regionali del 6 e 13 dicembre, ultimo test prima delle presidenziali del 2017, dovrebbero confermare una netta avanzata della destra che potrebbe mettere a segno uno storico successo.

Dopo le spettacolari performance dell'anno scorso alle municipali e alle europee, il Front national appare in grado di imporsi in almeno due regioni, eventualità mai vista prima nel Paese. La sua presidente, Marine Le Pen, parte grande favorita nel Nord (Nord-Pas-de-Calais-Picardie), dove si presenta.

La nipote Marion Maréchal-Le Pen è in testa nel Sud, nella regione Provence Alpes-Côte d'Azur.

Accreditato dal 27 al 30% delle intenzioni di voto a livello nazionale al primo turno di domenica, con punte del 40% nelle due regioni dove è dato favorito, il Front National può anche nutrire delle ambizioni anche in altre regioni dove i sondaggi lo danno in prima posizione o in un testa-a-testa con l'opposizione dei Repubblicani di Sarkozy. Con i socialisti invece non c'è partita. Sconfitti quasi ovunque.

"Alcuni mesi fa dicevo che avevamo la possibilità di vincere in quattro o cinque regioni. Ci siamo", ha commentato di recente la stessa Marine Le Pen.

La destra "avanza perché i francesi sono arrabbiati", afferma l'ex Primo ministro quando Sarkozy era presidente, François Fillon. "I sondaggi non misurano il voto frontista, misurano la paura in Francia, c'è un partito della paura che alimenta il Front national", gli fa eco Jean-Christophe Cambadélis, numero uno del Partito socialista del presidente Hollande. Ma è un modo debole e retorico di definire innazitutto la sconfitta dei socialisti francesi e del loro capo, Hollande, il peggiore presidente che la Francia abbia mai avuto, secondo l'opinione della maggioranza dei suoi connazionali.

Gli attentati jihadisti del 13 novembre a Parigi hanno schiacciato la campagna elettorale: "Il partito che trae vantaggio da questi avvenimenti, è veramente e solo il Front National con il motto "ve l'avevamo detto" afferma l'analista Jean-François Doridot, dell'Istituto di sondaggi Ipsos, il più autorevole di Francia.

Il partito di Marine Le Pen si è trovato confermato nel suo discorso anti-immigrazione dalla scoperta che due dei kamikaze delle stragi di Parigi erano entrati in Francia mischiandosi fra il flusso di migranti sbarcati in Grecia.

Invece i socialisti non hanno approfittato del pur modesto auemtno di popolarità (+7%) registrato da Hollande, dopo la sua svolta politica sulla sicurezza a seguito degli attentati stragisti di Parigi, anche se molti francesi lo accusano di non essere stato in frado di prevenirli usando l'intelligence, che in effetti è stata cieca e sorda davanti a minacce che erano molto evidenti.

Accreditato attorno al 22% dei suffragi al primo turno, il Partito Socialista francese, alla guida dal 2010 di tutte le regioni tranne una, potrebbe conservarne solo tre, forse. Nel caso, sarebbe una debacle storica.

Ora, alla disperata, i socialisti giocano la carta dall'unità nazionale dietro Hollande, ma scontano la politica fallimentare dell'esecutivo contro la disoccupazione - da record - con tre milioni e cinquecentonovantamila persone disoccupate a ottobre, il dato più alto dal 2013.

Lanciata invece verso un'ampia vittoria prima degli attentati, l'opposizione dei Repubblicani, continua a sperare di mettere le mani sul maggior numero di regioni, ma le intenzioni di voto a suo favore (attorno al 25%) sono calate a vantaggio del Front National. Il partito dei Repubblicani dell'ex presidente Sarkozy si è mostrato diviso sull'unita nazionale dopo gli attacchi.

In ultimo, c'è la spinossima questione dei ballottaggi: dipenderà molto da come si porranno il Socialisti e i Repubblicani nelle regioni che potrebbero finire al Front National. Allearsi per tentare di sbarrare la strada a Marine Le Pen o ciascuno per sè con il rischio di assicurare uan vittoria epocale a Marine?

Il Primo ministro socialista Manuel Valls si è detto pronto a "fare di tutto" per batterla, ma Nicolas Sarkozy ha respinto l'ipotesi di un "fronte repubblicano" che faccia convogliare i voti a chiunque sia, pur di battere il Front National. "Daremmo ragione alla Le Pen - ha detto Sarkozy - quando afferma che noi e socialisti siamo la stessa cosa. Quindi, non accadrà che daremo i nostri voti a Hollande". 

Vedremo. 

Redazione Milano.

 


TRE GIORNI AL VOTO IN FRANCIA: SOCIALISTI DISPERATI, SARKOZY IN DIFESA, IL FRONT NATIONAL MARINE LE PEN LI TRAVOLGERA'




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO MALE COCA COLA FA BENE

EUROBUROCRATI UE HANNO SENTENZIATO: PARMIGIANO SALAME SAN DANIELE MOZZARELLA EXTRAVERGINE FANNO

giovedì 5 dicembre 2019
La Coca-Cola avrebbe effetti devastanti sul nostro organismo, a dirlo è l’ex farmacista inglese Niraj Naik sul suo blog. “Dopo aver visto così tante persone che soffrono di
Continua
 
ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL SUPERSTATO UE ''NON SERVE''

ECONOMISTI TEDESCHI ELOGIANO LA GRAN BRETAGNA ''SENZA EURO HA EVITATO LA CRISI'' E SCHIANTANO IL

lunedì 2 dicembre 2019
LONDRA - "La decisione della Gran Bretagna di rimanere fuori dall'euro e' la miglior decisione che il governo britannico potesse prendere". Effettivamente sono un folle potrebbe pensarla
Continua
FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE PRINCIPALI CITTA' CON TRATTORI

FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO IL GOVERNO MACRON: CONTADINI E AGRICOLTORI INVADONO PARIGI E LE

mercoledì 27 novembre 2019
PARIGI - Macron travolto dai trattori, oggi a Parigi. In senso metaforico, per ora.  Trattori sulla Periferique e sugli Champs Elysees. Oltre 1000 macchine agricole, secondo i dati del ministero
Continua
 
CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI DISTRIBUZIONE MIGRANTI NELLA UE''

CORTE DEI CONTI UE BOCCIA IL BILANCIO DELL'AGENZIA UE PER ''LO SVILUPPO DEL SISTEMA DI

lunedì 25 novembre 2019
LONDRA - E' abbastanza risaputo che l'Unione Europea spreca i soldi che estorce ai contribuenti e non deve sorprendere se si scopre che molte delle sue agenzie sono gestite in modo poco
Continua
IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I CONTI CATASTROFICI

IL QUOTIDIANO TEDESCO DIE WELT ACCUSA LA COMMISSIONE UE: APPOGGIA IL GOVERNO PD-M5S NONOSTANTE I

giovedì 21 novembre 2019
Due pesi e due misure con l'Italia, a seconda di chi c'è al governo. A scriverlo non è la stampa "sovranista" ma un quotidiano autorevole e ferreo conservatore tedesco.  "Nei
Continua
 
CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA FINANZIARIA...

CASI PSICHIATRICI: 1.776 EMENDAMENTI ALLA FINANZIARIA PRESENTATI DAI PARTITI CHE HANNO SCRITTO LA

mercoledì 20 novembre 2019
Chi propone la reintroduzione dello scudo penale per l'Ilva, chi chiede l'abolizione di Quota 100, chi sollecita interventi per il recupero di Venezia e chi misure per il sostegno dei neonati e della
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL PENTAGONO ''CHIEDE'' A ERDOGAN DI SIGILLARE LA FRONTIERA CON LA SIRIA SCHIERANDO L'ARTIGLIERIA, MA LA RISPOSTA E' NO.

IL PENTAGONO ''CHIEDE'' A ERDOGAN DI SIGILLARE LA FRONTIERA CON LA SIRIA SCHIERANDO L'ARTIGLIERIA,
Continua

 
IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELLA UE TUSK GELA CAMERON: ''NESSUNA MODIFICA DEI TRATTATI PRIMA DEL REFERENDUM SUL BREXIT''

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DELLA UE TUSK GELA CAMERON: ''NESSUNA MODIFICA DEI TRATTATI PRIMA DEL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LA FRANCIA IN RIVOLTA CONTRO MACRON E LA SUA LEGGE SULLE PENSIONI

5 dicembre - Sono 250 mila i manifestanti scesi in piazza contro la riforma delle
Continua

SPREAD DECOLLA, GLI SPECULATORI SI SONO STUFATI DEL GOVERNO CONTE

5 dicembre - Chiusura in netto allargamento per lo spread tra BTp e Bund sul mercato
Continua

BORGHI INCHIODA IL MINISTRO BELLACIAO GUALTIERI

5 dicembre - Il parlamentare leghista Claudio Borghi insiste e, su twitter, si
Continua

GIORGIA MELONI: LA PRESCRIZIONE TEMA PIU' INSIDIOSO DEL MES, PER

5 dicembre - ''Il tema della prescrizione mi sembra piu' insidioso per il governo
Continua

TUTTA LA FRANCIA IN SCIOPERO CONTRO MACRON: LE PENSIONI NON SI

5 dicembre - PARIGI - La Francia si ferma per protesta contro la ventilata riforma
Continua

UNIONE BANCARIA? MANCO PER IDEA. CENTENO SMENTISCE: ''NON L'ABBIAMO

5 dicembre - BRUXELLES - Come volevasi dimostrare, l'unione bancaria che
Continua

SONDAGGIO:55% NON HA FIDUCIA NEL GOVERNO 53% PER ELEZIONI SALVINI

5 dicembre - Secondo un sondaggio Emg Acqua presentato oggi ad ''Agora''' su Rai3, il
Continua

DUE AFRICANI DEI BARCONI ARRESTATI PER RAPINA IN STRADA A UN

4 dicembre - Con l'accusa di rapina in concorso i carabinieri hanno arrestato a
Continua

4 dicembre - Il gruppo di Forza Italia alla Camera perde un deputato: Antonino
Continua

RENZIANI: SULLA RIFORMA DELLA GIUSTIZIA DI M5S VOTEREMO CON LE

4 dicembre - ''L'idea perversa di processi eterni con noi non passerà : se il tema
Continua

SONDAGGIO: LA LEGA CRESCE E ARRIVA AL 33,8% SALE FDI AL 10% FORZA

3 dicembre - La Lega di Matteo Salvini torna a crescere dopo una battuta di arresto
Continua

ECONFIN SMENTISCE CONTE: ''ACCORDO SUL MES FATTO A GIUGNO''.

2 dicembre - PARIGI - Se il governo Conte sperava - come scrive oggi Repubblica - in
Continua

M5S: SUL MES IL PARLAMENTO DEVE AVERE L'ULTIMA PAROLA E SARA' TRA

2 dicembre - La riforma del Mes va ''discussa nel merito'' e ''solo al termine del
Continua

LEGA: 19 GIUGNO IL PARLAMENTO HA POSTO IL VETO AL MES. CONTE HA

2 dicembre - ''Dimostri di avere a cuore la Costituzione. Vada dal Presidente
Continua

IL PD IN REGIONE TOSCANA NEGA L'AUDITORIUM PER PRESENTAZIONE LIBRO

28 novembre - FIRENZE - ''Negato, in modo per noi inspiegabile, l'utilizzo
Continua

LEADER DELLA PROTESTA DI HONG KONG CONTRO LA DITTATURA CINESE:

28 novembre - ''Sono rimasto piuttosto deluso nel leggere le dichiarazioni
Continua

SALVINI: SUL MES SI DEVE ESPRIMERE IL PARLAMENTO SETTIMANA PROSSIMA!

28 novembre - ''Si torna in Parlamento la settimana prossima, altro che dopo la
Continua

M5S HA IL CANDIDATO ALLE REGIONALI DELLA CALABRIA: E' IL PROF.

28 novembre - CATANZARO - ''Dopo un'attenta riflessione e con la consapevolezza di
Continua

CONTE NON HA RISPETTATO LA COSTITUZIONE SUL MES. DEVE DIMETTERSI

28 novembre - ''Noi abbiamo dato ogni tipo di mandato affinche' cio' non avvenisse''.
Continua

FOTOGRAFO TOSCANI CONDANNATO A MILANO PER DIFFAMAZIONE DI MATTEO

27 novembre - La Corte d'Appello di Milano ha confermato la condanna a 8 mila euro di
Continua
Precedenti »