44.165.297
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

NEL SOLITO SILENZIO DEI MEZZI D'INFORMAZIONE ITALIANI, E' NATO IL NUOVO GOVERNO DEL PORTOGALLO CONTRO AUSTERITY E UE

martedì 1 dicembre 2015

Il primo ministro portoghese, il socialista Antonio Costa, ha presentato i 17 ministri del suo governo, dopo che la sua nomina è stata approvata dal presidente Annibal Cavaco Silva. Alle Finanze è stato scelto l'economista indipendente Mario Centeno, mentre il sociologo Augusto Santos Silva andrà agli Esteri. Joao Soares, figlio dell'ex presidente Mario Soares, andrà alla Cultura.

Il governo di Costa, che ha prestato giuramento, ha il sostegno in parlamento del Blocco marxista di sinistra, dei Comunisti e dei Verdi, oltre che del Partito Socialista portoghese. Si ritiene che il nuovo esecutivo abolirà alcune misure di austerity imposte dal precedente governo di centro destra. Il nuovo titolare delle Finanze dovrà svolgere un ruolo chiave con i partner europei di fronte agli impegni assunti da Lisbona per il risanamento del bilancio, dopo il programma di salvataggio imposto dalla troika nel 2011, ruolo che già ora si presenta difficile, date le posizioni diametralmente opposte a quelle della Commissione europea espresse da Costa e dai suoi ministri.

Infatti, già nel discorso del giuramento, Costa ha promesso di porre fine all'era di austerity in atto nel Paese garantendo pero' di adottare una rigorosa disciplina di bilancio. Il consolidamento dei conti pubblici, ha affermato, "sara' piu' sana". "Farò di tutto affinche' il paese rimanga sulla strada di una crescita economica, creando posti di lavoro e mantenendo credibilita' internazionale". 

Intanto, però, il Documento di programmazione economica per il 2016 non è stato ancora presentato, e la Commissione europea si dice "allarmata" al riguardo. Se poi si aggiunge che la metà del governo e delle forze politiche che lo sorreggono è profondamente contraria anche all'euro, oltre che alle politiche economiche dell'Unione europea, l'allarme a Bruxelles ha raggiunto livelli di guardia.

Nella campagna elettorale che ha portato al voto del 4 ottobre scorso, i socialisti hanno promesso che avrebbero messo fine ad anni di austerità, un aumento dei redditi delle famiglie al netto delle tasse e aiuti per i poveri, duramente colpiti dalla crisi economica e dal programma di salvataggio del Portogallo, terminato l'anno scorso con il governo del centrodestra piegato ai ferrei diktat della Troika.

L'Eurogruppo si e' detto "rassicurato" che il Portogallo sottoporra' la legge finanziaria 2016 "il piu' presto possibile" (ma da Lisbona non hanno risposto al riguardo) e intanto però ha gia' lanciato un avvertimento: il margine di sicurezza del deficit/pil portoghese "e' limitato". Per evitare che l'evoluzione dei processi politici portoghesi mettano in discussione il coordinamento e la vigilanza Ue sui bilanci, l'Eurogruppo ha deciso di precisare le indicazioni ai governi in caso di ritardo nella presentazione delle leggi di bilancio per "assicurare il rispetto del patto di stabilità", precisazioni che di fatto sono la minaccia esplicita di "punizioni" e sanzioni.

A Bruxelles comunque si rifiutano paragoni fra il caso Grecia e il caso Portogallo, confidando nel fatto che Antonio Costa si e' impegnato formalmente con il presidente della Repubblica a rispettare le regole europee, peccato che però Costa abbia aggiunto che "rispetterà prima le necessità dei portoghesi" e che "la politica di austerità imposta dalla Ue al Portogallo è finita, non la seguiremo più".

La situazione è in rapida evoluzione.

Redazione Milano.

 


NEL SOLITO SILENZIO DEI MEZZI D'INFORMAZIONE ITALIANI, E' NATO IL NUOVO GOVERNO DEL PORTOGALLO CONTRO AUSTERITY E UE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

PORTOGALLO   MINISTRO   PRIMO   COSTA   ANTONIO   LISBONA   UE   BRUXELLES   PROGRAMMAZIONE   ECONOMICA   DEF   COMMISSIONE   AUSTERITY   TROIKA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'': PRESIDIARE I CONFINI FUNZIONA

CROLLATE IN SVIZZERA LE ''RICHIESTE DI ASILO'': CHIUSI DECINE DI CENTRI DI ''ACCOGLIENZA'':

martedì 21 febbraio 2017
LONDRA - La chiusura della rotta balcanica ha scatenato accese polemiche tra i sostenitori dell'accoglienza a tutti i costi, ma tale blocco ha avuto risultati positivi in Svizzera visto che ha
Continua
 
MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO, ITALIA RISCHIO PRINCIPALE)

MOODY'S: ''L'USCITA DELL'ITALIA DALL'EURO NON LA PORTEREBBE AL DEFUALT'' (DEUTSCHE BANK: EURO,

martedì 21 febbraio 2017
BERLINO - "L'Italia e' il 'rischio principale' della stabilita' dell'euro". Lo scrive il senior economist di Deutsche Bank Marco Stringa in un report, secondo quanto riporta l'agenzia internazionale
Continua
MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA DEI TASSISTI

MENTRE IL GOVERNO TENTA LA MARCIA INDIETRO SUL ''PASTICCIO UBER'' DOMANI CI SARA' LA MARCIA SU ROMA

lunedì 20 febbraio 2017
Qualcuno nel Pd non ci sta a sentirsi responsabile del pasticcio combinato dal governo sulla questione Uber: "In questi giorni la città è bloccata dai tassisti, ma non hanno torto loro:
Continua
 
LA STAMPA FRANCESE SCHIANTA IL JOBS ACT DI RENZI: ''HA INTRODOTTO I CONTRATTI-STAGE PER I GIOVANI, LI USANO GLI OVER 45''

LA STAMPA FRANCESE SCHIANTA IL JOBS ACT DI RENZI: ''HA INTRODOTTO I CONTRATTI-STAGE PER I GIOVANI,

lunedì 20 febbraio 2017
PARIGI - Se in Italia trovare lavoro fisso e' molto difficile, non e' cosi' per i contratti da stagista il cui numero e' letteralmente esploso: e' questo l'aspetto degli ultimi dati sul mercato del
Continua
INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1° PERICOLO MIGRANTI ISLAMICI

INCHIESTA / FRANCIA: 82% CONTRO LA UE. GERMANIA: 81% HA PAURA DELLA UE. POLONIA E SVEZIA: 1°

lunedì 20 febbraio 2017
LONDRA - Che l'opposizione all'Unione Europea sia in crescita e' un dato di fatto riconosciuto anche dai parassiti di Bruxelles ma come stanno realmente le cose? Alcuni giorni fa il centro studi
Continua
 
INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI EUROPEI SENZA EURO

INCHIESTA / ECCO I VERI DATI DI PIL E DISOCCUPAZIONE DEI PAESI DELL'EURO A CONFRONTO CON QUELLI

venerdì 17 febbraio 2017
I media di regime continuano a propagandare il mito che “fuori dall’euro c’è solo miseria, povertà disoccupazione”, unito al mantra che il Regno Unito sta
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'ISIS CONQUISTA MEZZA LIBIA E PREPARA DA SIRTE L'ATTACCO ALL'ITALIA: PRONTI MIGLIAIA DI TAGLIAGOLE ARMATI FINO AI DENTI

L'ISIS CONQUISTA MEZZA LIBIA E PREPARA DA SIRTE L'ATTACCO ALL'ITALIA: PRONTI MIGLIAIA DI TAGLIAGOLE
Continua

 
QUESTO E' L'ISIS, BUONO SOLO A TAGLIARE LE GOLE DI VITTIME INNOCENTI. (ALLA FINE DEL FILMATO, IL TIZIO E' MORTO)

QUESTO E' L'ISIS, BUONO SOLO A TAGLIARE LE GOLE DI VITTIME INNOCENTI. (ALLA FINE DEL FILMATO, IL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!