43.359.320
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SPECIALE MEDIO ORIENTE / ECCO COSA STA ACCADENDO NEGLI EMIRATI ARABI UNITI: DA ''SVIZZERA'' DEL GOLFO PERSICO A ''SPARTA''

venerdì 27 novembre 2015

I grattacieli di Dubai sono un monumento a un Medio Oriente alternativo, lontano dalle guerre e dall'instabilita' regionali. Le cose, pero', stanno rapidamente cambiando, e questo grazie soprattutto a un uomo: il principe della corona di Abu Dhabi, Sheikh Aheikh Mohammed bin Zayed al Nahyan, leader di fatto degli Emirati Arabi Uniti.

Il principe controlla il sei per cento del petrolio globale e il secondo maggiore fondo sovrano del globo. A 54 anni - relativamente giovane, se paragonato agli altri leader arabi - gode della fiducia di Washington e di ottime relazioni con la Russia. E ha dedicato ormai tre decenni al progressivo rafforzamento delle piccole ma organizzatissime forze armate degli Emirati, diventando un cliente di punta del colosso aerospaziale Lockheed Martin. Mohammed - scrive Nafeesa Sayeed su "Bloomberg News" - e' sempre stato sensibile al tema della sicurezza nazionale.

Molti funzionari occidentali descrivono il mutamento impresso alla monarchia araba come la trasformazione "dalla Svizzera del Golfo Persico alla sua Sparta". Non e' una strategia priva di rischi, dal momento che il modello di business degli Emirati sinora ha funzionato, trasformandoli da un'economia da 50 miliardi di dollari nel 1990 a una da 400 miliardi lo scorso anno, seconda nella regione solo all'Arabia Saudita.

Mohammed ha lanciato gli Emirati in guerra al fianco dell'Arabia Saudita; i suoi sostenitori affermano non abbia avuto scelta: "Gli emirati non potevano semplicemente starsene li' a fingere di essere la Svizzera mentre l'intera regione andava a fuoco", sostiene Mishaal al Gergawi, ad del Delma Institute di Abu Dhabi. "Quando c'e' un incendio, puoi solo tentare di spegnere le fiamme o allontanarti. Ma gli Stati non hanno le ruote".

L'obiettivo di Mohammed e' "creare una forza militare che possa reggere qualunque aggressione esterna sino all'arrivo di aiuti statunitensi", spiega invece Bruce Riedel, con una carriera trentennale alla Cia e poi al National Security Council.

Le relazioni con Washington si sono fatte piu' problematiche durante l'amministrazione Obama, ma questo non ha fatto che imprimere un'ulteriore accelerazione al processo di rafforzamento del comparto militare: lo scorso anno gli Emirati hanno introdotto la leva obbligatoria per gli uomini, e sono stati il quarto importatore di armi al mondo.

Oltre ad acquistare le armi, gli Emirati le stanno anche impiegando: le forze speciali e l'aviazione emiratine sono infatti impegnate in guerra in Yemen contro i ribelli sciiti houti. Il paese, pero', e' piccolo e ha scarsa manodopera, tantopiu' che l'80 per cento della sua popolazione e' costituita da cittadini stranieri. Per questa ragione, Mohammed ha aperto a un ruolo sempre piu' attivo per le donne, che godono di maggior iliberta' anche professionali rispetto alla vicina Arabia Saudita.


SPECIALE MEDIO ORIENTE / ECCO COSA STA ACCADENDO NEGLI EMIRATI ARABI UNITI: DA ''SVIZZERA'' DEL GOLFO PERSICO A ''SPARTA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MEDIO   ORIENTE   EMIRATI   ARABI   UNITI   ARABIA   SAUDITA   SVIZZERA   SPARTA   ABU DHABI   STATI   UNITI   USA   OBAMA   MOSCA   PUTIN   GUERRA   ESERCITO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
 
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua
 
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

mercoledì 18 gennaio 2017
Riguardo le vicende del salvataggio del Monte dei Paschi di Siena, la banca più antica al mondo devastata dalla gestione in salsa piddina dei suoi vertici, abbiamo notato esercizi di stile
Continua
SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI,

mercoledì 18 gennaio 2017
PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo
Continua
 
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DISASTRO DISOCCUPAZIONE IN FRANCIA: DRAMMATICO AUMENTO DEI SENZA LAVORO. E' LA PEGGIORE SCONFITTA DI HOLLANDE

DISASTRO DISOCCUPAZIONE IN FRANCIA: DRAMMATICO AUMENTO DEI SENZA LAVORO. E' LA PEGGIORE SCONFITTA
Continua

 
IL GOVERNO BRITANNICO - CHE HA RIFIUTATO IL FISCAL COMPACT, L'EURO, IL CONTROLLO DI BILANCIO DELLA UE - VARA NUOVE SPESE

IL GOVERNO BRITANNICO - CHE HA RIFIUTATO IL FISCAL COMPACT, L'EURO, IL CONTROLLO DI BILANCIO DELLA
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI

20 gennaio - Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà
Continua

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua
Precedenti »