49.631.518
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL CENTROSINISTRA CHE GOVERNA BRUXELLES DA VENT'ANNI HA FATTO DEL BELGIO LA PIATTAFORMA EUROPEA DEL TERRORISMO ISLAMICO

martedì 24 novembre 2015

BRUXELLES - E' definitivamente finito in Belgio il clima di unita' nazionale che si era creato dopo gli attentati del 13 novembre a Parigi; ed a sancirne la fine e' un "libro bianco" pubblicato dal partito nazionalista fiammingo N-VA, che e' anche il principale partito della coalizione di centro-destra attualmente al governo.

Firmato del deputato Karl Vanlouwe, il testo accusa senza mezzi termini gli ultimi venti anni di amministrazione della capitale Bruxelles, assicurati da coalizioni di centro-sinistra ed in particolare dal Partito socialista, di essere i veri responsabili dell'attuale situazione che vede il Belgio come la piattaforma europea del terrorismo islamista.

I partiti francofoni che governano Bruxelles insomma sono accusati dall'esponente fiammingo di aver consentito la creazione di un sistema "islamo-socialista" che e' il vero brodo di cultura del jihadismo in Belgio ed e' quindi ora che si caccino "le mele marce" dall'amministrazione della capitale.

Il "j'accuse" dell'esponente N-VA, secondo un editoriale pubblicato stamattina dal quotidiano "Le Soir", mette in difficolta' lo stesso governo federale e non e' certo il miglior viatico per assumere quelle ulteriori misure necessarie per proteggere la sicurezza pubblica dalla minaccia terroristica, che invece hanno bisogno di concordia e dell'adesione di tutti i partiti politici.

Del resto, fa notare l'editoriale di "Le Soir", il leader dell'N-VA Bart De Wever non si era neppure degnato di presenziare alla sessione plenaria del Parlamento, giovedi' 19 novembre, in cui il primo ministro liberale Charles Michel, suo alleato di governo, aveva pronunciato un grande discorso ispirato appunto ad una piattaforma di unita' nazionale che in tutta evidenza arriva oltre il tempo massimo, vista la drammatica presenza in Belgio e particolarmente a Bruxelles di cellule terroristiche islamiche pronte a compiere massacri e stragi.

I nazionalisti fiamminghi, conclude "Le Soir", evidentemente a questo punto vogliono mantenersi le mani libere: sedere ancora nel governo federale? Non è affatto detto, dopo le accuse dirette contro i responsabili socialisti della terribile situazioen che sta vivendo la capitale della Ue, a rischio immediato di devastanti attentati islamici, come se il Belgio fosse confinante con la Siria dell'isis.

D'altra parte, sono stati proprio i giovani, quelli di terza generazione, a chiamarlo " Belgistan". Nati e cresciuti a Molenbeek. Bisogno identitario, riscatto, orgoglio. un quartiere, a due passi dal centro sfavillante di Bruxelles, cresciuto e rimasto un ghetto. Musulmano. Marocchino, soprattutto. 

Il Belgio è una polveriera pronta ad esplodere e l'epicentro dell'esplosione è certamente Bruxelles, amministrata da vent'anni dai socialisti che hanno creato ghetti musulmani, chiuso gli occhi davanti alla penetrazione del fondamentalismo islamico e infine fallito anche nei controlli anti terrorismo, il tutto perchè l'ideologia terzomondista della sinistra anche in Belgio ha fatto sì che tutto ciò accadesse. 

Hanno creato un regime islamo-socialista in Belgio, e son i fatti che lo dimostrano. 


IL CENTROSINISTRA CHE GOVERNA BRUXELLES DA VENT'ANNI HA FATTO DEL BELGIO LA PIATTAFORMA EUROPEA DEL TERRORISMO ISLAMICO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BELGIO   BRUXELLES   ISLAM   TERRORISTI   UE   CAPITALE   GHETTO   MUSULMANI   N-VA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI SACRIFI DEI POLIZIOTTI

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI

giovedì 20 luglio 2017
"Un sistema in cui la vita di un Servitore dello Stato vale poco o nulla, in cui chi si aggira armato in mezzo alla strada menando fendenti e aggredendo un poliziotto torna tranquillamente in
Continua
 
LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA AMERICANA DELLA GIUSTIZIA

LA COMMISSIONE UE AGGREDISCE LA POLONIA E MINACCIA (A VANVERA) SANZIONI! LA ''COLPA''? RIFORMA

mercoledì 19 luglio 2017
"Di fronte al grave attacco contro l'indipendenza della giustizia in Polonia" la Commissione europea oggi ha minacciato di fare un passo senza precedenti verso sanzioni contro il governo nazionalista
Continua
COSA NOSTRA HA UCCISO PAOLO BORSELLINO E LO HA RESO UN EROE IMMORTALE, ESEMPIO DI RETTITUDINE E CORAGGIO PER TUTTI NOI

COSA NOSTRA HA UCCISO PAOLO BORSELLINO E LO HA RESO UN EROE IMMORTALE, ESEMPIO DI RETTITUDINE E

mercoledì 19 luglio 2017
Riportiamo - parola per parola - l'ultimo intervento pubblico del giudice Paolo Borsellino, la sera del  25 giugno del 1992, quando decise di partecipare ad un dibattito organizzato da Micromega
Continua
 
THE SUN, TABLOID BRITANNICO AD ALTISSIMA TIRATURA, SEGNALA NAPOLI TRA LE 10 CITTA' PIU' PERICOLOSE AL MONDO (COME RAQQA)

THE SUN, TABLOID BRITANNICO AD ALTISSIMA TIRATURA, SEGNALA NAPOLI TRA LE 10 CITTA' PIU' PERICOLOSE

martedì 18 luglio 2017
LONDON - Naples, the Italian city, is famed throughout the world for its links to organised crime. Mafia hits in Naples are more frequent than elsewhere in the home of Italy’s oldest crime
Continua
ORRORE IN GERMANIA: 547 BAMBINI DEL CORO DELLE VOCI BIANCHE DEL DUOMO DI RATISBONA HANNO SUBITO VIOLENZE, ANCHE SESSUALI

ORRORE IN GERMANIA: 547 BAMBINI DEL CORO DELLE VOCI BIANCHE DEL DUOMO DI RATISBONA HANNO SUBITO

martedì 18 luglio 2017
RATISBONA -  GERMANIA - Esplode lo scandalo dei maltrattamenti e degli abusi sessuali subiti da centinaia di ragazzi e bambini del coro cattolico del Duomo di Ratisbona, il piu' antico coro di
Continua
 
MINISTRI DEGLI INTERNI DI AUSTRIA E FRANCIA: ''ONG IN COMBUTTA CON TRAFFICANTI IN LIBIA. NAVI ONG SEGNALANO ALLE SPIAGGE''

MINISTRI DEGLI INTERNI DI AUSTRIA E FRANCIA: ''ONG IN COMBUTTA CON TRAFFICANTI IN LIBIA. NAVI ONG

martedì 18 luglio 2017
VIENNA - Il ministro dell'Interno austriaco, Wolfgang Sobotka, chiede di limitare le attivita' dei "soccorritori autoproclamati" di migranti nel Mediterraneo, un chiaro riferimento alle
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
WALL STREET JOURNAL SHOCK: ''SE OBAMA NON INTERVIENE IN SIRIA PER DISTRUGGERE L'ISIS CHE MINACCIA LA UE, FINISCE LA NATO''

WALL STREET JOURNAL SHOCK: ''SE OBAMA NON INTERVIENE IN SIRIA PER DISTRUGGERE L'ISIS CHE MINACCIA
Continua

 
PUTIN ACCUSA A VISO APERTO ERDOGAN DI DOPPIO GIOCO A FAVORE DELL'ISIS: ''QUESTO TRAGICO EVENTO AVRA' GRAVI CONSEGUENZE''

PUTIN ACCUSA A VISO APERTO ERDOGAN DI DOPPIO GIOCO A FAVORE DELL'ISIS: ''QUESTO TRAGICO EVENTO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!