75.174.386
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

WALL STREET JOURNAL SHOCK: ''SE OBAMA NON INTERVIENE IN SIRIA PER DISTRUGGERE L'ISIS CHE MINACCIA LA UE, FINISCE LA NATO''

lunedì 23 novembre 2015

NEW YORK - Per anni, scrive Robert Kagan della Brookings Institution sul "Wall Street Journal", il presidente statunitense Barack Obama ha condotto la sua politica estera mediorientale sulla base di alcuni presupposti: anzitutto, l'inammissibilita' di un ritorno in forze delle truppe di terra Usa nella regione; e secondo, che gli Stati Uniti non hanno nessun interesse nella regione tale da giustificare un impegno militare estensivo come quello del decennio seguito agli attentati dell'11 settembre 2001.

Questi assunti - scrive Kagan - sono parsi in qualche modo validi sin quando la Casa Bianca e' riuscita a coltivare l'illusione di poter mantenere il caos mediorientale limitato entro i confini geografici di quella regione.

Il collasso istituzionale libico, le violenze estese in Siria e l'instabilita' irachena, potevano essere accettate sintantoche' non avessero costituito una minaccia sistemica alla tenuta dell'ordine globale.

Purtroppo per Obama e per l'Occidente europeo in generale - scrive l'autore del lungo editoriale - la crisi dei profughi e dei migranti nella Ue e gli attentati di Parigi hanno dimostrato in maniera plateale che quegli assunti di Obama erano sbagliati e infatti sono crollati miseramente: lo Stato islamico, e piu' in generale il caos che l'Occidente ha ignorato, se non addirittura alimentato, non puo' essere "degradato", ne' tantomeno "contenuto".

Il primo soggetto investito dalla "rottura degli argini" del caos mediorientale e' l'Europa, che "non era in ottima forma gia' prima del flusso di migranti e degli attacchi terroristici".

La crisi prolungata dell'eurozona "ha minato la fiducia e la legittimita' delle sue istituzioni e dei partiti centristi che le amministrano a favore delle destre, e la crisi dell'euro ha minato al contempo le economie delle principali potenze europee" su cui poggia la tenuta dell'intero sistema.

La crisi mediorientale si e' insomma abbattuta su un soggetto gia' in fortissima difficoltà e "rischia di minare la coesione continentale e deteriorare i legami trans-Atlantici" con gli Stati Uniti, un legame che Kagan sostiene essere vittima anche dei legami politici ed economici dei partiti europei di orientamento conservatore e nazionalistico con la Russia di Vladimir Putin.

Detto in altro modo, il Wall Street Journal, per la prima volta dal lontano 4 aprile 1949 quando fu siglato il Patto Atlantico, lancia l'allarme sulla fine della Nato.

In questo quadro - scrive ancora il quotidiano finanziario americano -  gli Stati Uniti si inseriscono come un attore "percepito come una potenza in declino, magari non oggettivamente piu' debole di quanto fosse un tempo, ma il cui leader (Obama- ndr) ha enormemente ridotto la determinazione a ricorrere alla potenza militare e geopolitica americana per difendere gli interessi tanto degli Stati Uniti quanto dell'Occidente in generale".

Per Kagan, insomma, "quel che gli Stati Uniti faranno o non faranno in Siria dettera' il futuro della stabilita' europea e la tenuta dell'asse trans-Atlantico, cioè della Nato, e percio' in prospettiva la sopravvivenza dell'ordine liberale globale".

Per questa ragione, "anche se questa e' l'ultima cosa che Obama vuole sentire", secondo l'autore dell'editoriale (e degli editori) è necessaria immediatamente una "profonda revisione delle politiche sinora attuate dalla Casa Bianca in Siria e Iraq".

Dopo gli attentati di Parigi, la Francia ha gia' compiuto questa svolta, ma i francesi e l'Europa in generale non sono attrezzati per la guerra, tanto in termini di mezzi quanto, e soprattutto, di determinazione politica.

Per questa ragione, con la via militare praticamente preclusa sin dall'inizio, "e' probabile che gli europei ripieghino sulla costruzione di muri e barriere, sia all'interno del continente che alla periferia": cosi' facendo, sottolinea Kagan, il progetto europeo verrebbe privato di quella poca essenza rimastagli.

L'unica alternativa, scrive il Wall Street Journal, e' una massiccia mobilitazione militare Usa in Siria per distruggere l'isis, con la creazione di una zona di interdizione aerea a protezione dei rifugiati che richiederebbe tra i 10 e i 20 mila militari statunitensi sul campo. Obama lo fara? Il prezzo da pagare, el caso non lo facesse, sottolinea il giornale, è la fine dell'Alleanza Atlantica.

Redazione Milano.


WALL STREET JOURNAL SHOCK: ''SE OBAMA NON INTERVIENE IN SIRIA PER DISTRUGGERE L'ISIS CHE MINACCIA LA UE, FINISCE LA NATO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

WALL   STREET   JOURNAL   NEW YORK   NATO   UE   OBAMA   CASA   BIANCA   PARIGI   SIRIA   ISIS   GUERRA   CAOS   KAGAN   EDITORIALE   USA   RUSSIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA SITUAZIONE DELLA CINA E' MOLTO PIU' GRAVE DI QUANTO VENGA RACCONTATO DAI MEDIA IL VIRUS STA UCCIDENDO L'ECONOMIA

LA SITUAZIONE DELLA CINA E' MOLTO PIU' GRAVE DI QUANTO VENGA RACCONTATO DAI MEDIA IL VIRUS STA

martedì 18 febbraio 2020
L'epidemia causata dal nuovo ceppo di coronavirus Covid-19, originata nella Cina centrale e poi diffusasi a livello internazionale, ha posto la diplomazia di Pechino in una situazione di stress senza
Continua
 
INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO PLANETARIO

INCHIESTA / L'ALTRA FACCIA DELL'EPIDEMIA DI CORONAVIRUS: IL TRACOLLO DELL'ECONOMIA A LIVELLO

mercoledì 29 gennaio 2020
La Cina e la comunita' internazionale osservano con crescente preoccupazione le ricadute della propagazione del nuovo ceppo di coronavirus sull'economia del paese asiatico, che potrebbe rallentare
Continua
CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI E FORMARE FAMIGLIE

CROAZIA ACCUSA LA UE DI NON FARE NULLA PER AIUTARE I GIOVANI A TROVARE LAVORO NELLE PROPRIE NAZIONI

martedì 7 gennaio 2020
LONDRA - Negli ultimi anni, in diversi Paesi e' aumentato il numero di coloro che sono contrari al libero movimento delle persone all'interno della UE in quanto questa politica ha visto le nazioni
Continua
 
EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA, GOVERNICCHIO CONTE S'AFFLOSCIA

EUROZONA IN GINOCCHIO NEL 2020, DECOLLA CON LA BREXIT IL REGNO UNITO, MOLTO BENE GLI USA,

giovedì 2 gennaio 2020
Il dodici dicembre 2019 - archiviato molto in fretta dalla solita stampa serva ue italiana -  sarà festeggiato negli anni a venire come il giorno del trionfo della democrazia sulle elites
Continua
GIORGIA MELONI IN PARLAMENTO: ''PERCHE' DOBBIAMO USARE I SOLDI ITALIANI PER SALVARE LE BANCHE TEDESCHE? CONTE, RISPONDA!''

GIORGIA MELONI IN PARLAMENTO: ''PERCHE' DOBBIAMO USARE I SOLDI ITALIANI PER SALVARE LE BANCHE

mercoledì 11 dicembre 2019
"Si sta creando un cappio per indurre una crisi? Per l'incapacità dei nostri di difendere gli interessi nazionali". Lo chiede Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia intervenendo in Aula
Continua
 
SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU' (IN LITUANIA IL 51%)

SONDAGGIO DELLA UE SUL ''GRADIMENTO'' DELL'EURO: IN ITALIA E' AL MINIMO, IL 45% NON LO VUOLE PIU'

lunedì 9 dicembre 2019
LONDRA - Ogni anno l'Unione Europea fa un sondaggio per vedere quanto e' popolare la moneta unica e quest'anno il risultato e' piuttosto sorprendente. A prima vista le 17mila e 500 persone
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA GRANDE STAMPA TEDESCA: ''LA UE STA LOTTANDO PER SOPRAVVIVERE, ERRORE ENORME L'INGRESSO DI CROAZIA, BULGARIA E ROMANIA''

LA GRANDE STAMPA TEDESCA: ''LA UE STA LOTTANDO PER SOPRAVVIVERE, ERRORE ENORME L'INGRESSO DI
Continua

 
IL CENTROSINISTRA CHE GOVERNA BRUXELLES DA VENT'ANNI HA FATTO DEL BELGIO LA PIATTAFORMA EUROPEA DEL TERRORISMO ISLAMICO

IL CENTROSINISTRA CHE GOVERNA BRUXELLES DA VENT'ANNI HA FATTO DEL BELGIO LA PIATTAFORMA EUROPEA DEL
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LE RSA SONO STRUTTURE SANITARIE SOTTO REPONSABULITA' DEI COMUNI O

2 aprile - Sulle Rsa ''voglio ricordare al sindaco Sala e agli altri, le stesse o
Continua

GALLERA: I SINDACI DEI COMUNI CAPOLUOGO SONO IN COSTANTE CONTATTO

2 aprile - ''I sindaci dei comuni capoluogo sono in contatto costante e diretto con
Continua

GALLERA: MESSAGGIO DEVASTANTE DEL VIMINALE, TENETE CASA I VOSTRI

1 aprile - ''Quello che e' successo ieri e' molto grave. Questa circolare del
Continua

ISTITUTO MARIO NEGRI: TRA POCHISSIMO TROVEREMO UNA CURA PER I

31 marzo - ''Se riusciamo a capire di più di questa polmonite, che non è come le
Continua

IL CORONAVIRUS STA MIETENDO ANZIANI E PERSONE COMUNQUE GIA' MALATE.

31 marzo - ''La fascia di eta' che paga il tributo piu' alto e' quella degli uomini
Continua

CONFINDUSTRIA: ECONOMIA COLPITA AL CUORE. INTERVENTI MASSICCI O E'

31 marzo - MILANO - ''Economia italiana colpita al cuore''. Il Centro studi
Continua

DIRETTORE POLICLINICO: OSPEDALE FIERA HA 200 POSTI, 28 PRONTI NEL

31 marzo - MILANO - L'ospedale realizzato all'interno della Fiera di Milano al
Continua

GALLERA: ABBIAMO CIRCA 250 VENTILATORI PER OSPEDALE IN FIERA, MANCA

31 marzo - L'ospedale destinato ai pazienti con coronavirus alla Fiera di Milano
Continua

MELONI: CRISI METTE IN LUCE LA VERA NATURA DELLE COSE: LA UE NON

31 marzo - Per il presidente di Fratelli d'Italia, Giorgia Meloni, ''l'Europa sta
Continua

GALLERA: DA LUNEDI' PROSSIMO PRIMI 12-24 RICOVERI NELL'OSPEDALE IN

31 marzo - MILANO - Lunedi' nel nuovo ospedale realizzato alla Fiera di Milano per
Continua

I DATI NAZIONALI CONFERMANO IL CALO DELL'EPIDEMIA (DATI DI OGGI -

30 marzo - Superata la soglia psicologica dei 100 mila casi di coronavirus in
Continua

IN CINA, 31 CASI NUOVI IN TUTTO DI COV-19: 30 ARRIVATI DALL'ESTERO,

30 marzo - In Cina sono stati registrati 31 casi di coronavirus, 30 importati e uno
Continua

ANCHE GENTILONI AMMETTE: SE CON QUESTA CRISI AUMENTANO DIFFERENZE,

30 marzo - ll commissario europeo all'Economia Paolo Gentiloni, ospite di ''Circo
Continua

GALLERA: NEGLI ULTIMI 4 GIORNI E' CAMBIATO MOLTO. MENO CASI E MENO

30 marzo - MILANO - ''In Lombardia stiamo notando una flessione nel numero dei casi
Continua

FALSO VOLANTINO DEL MINISTERO DELL'INTERNO SU PRESUNTI CONTROLLI A

29 marzo - MILANO - Un falso volantino attribuito al Ministero dell'Interno sulla
Continua

GIORGIA MELONI: I 5STELLE SI INDIGNANO PER LA LEYEN? L'HANNO ELETTA

29 marzo - ''I cinquestelle sono indignati per le parole della presidente della
Continua

2.063 MILANESI IMBECILLI A ZONZO PER MILANO FERMATI DALLE FORZE

29 marzo - MILANO - Nella giornata di ieri a Milano sono state controllate 6.434
Continua

SALVINI: LA UE SI PRENDE 15 GIORNI PER DECIDERE CHE FARE? ANDATE A

27 marzo - Il segretario federale della Lega, Matteo Salvini, ha commentato l'esito
Continua

BORIS JOHNSON E' POSITIVO AL COV19 E HA SINTOMI LIEVI

27 marzo - LONDRA - ''Nelle ultime 24 ore ho sviluppato sintomi lievi e sono
Continua

FONTANA: GLI SCIENZIATI AL PAZIENTE 1 BATTIBECCARONO, INVECE DI

27 marzo - ''Gli scienziati da noi dopo al notizia del paziente 1 non hanno fatto
Continua
Precedenti »