61.558.076
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IL 62% DEI FRANCESI CONTRO L'ACCOGLIENZA DI NUOVI MIGRANTI, COME VUOLE IL FRONT NATIONAL. LA FRANCIA VIRA TUTTA A DESTRA

mercoledì 18 novembre 2015

PARIGI - Secondo un sondaggio condotto a tempo di record dall'istituto di rilevazioni statistiche Ifop, i cui risultati sono pubblicati stamattina su quotidiano conservatore "Le Figaro", l'84 per cento dei francesi sono pronti ad accettare piu' controlli ed una certa limitazione delle proprie liberta' per garantire maggiore sicurezza pubblica.

E anche la sinistra francese, che si e' sempre mostrata inflessibile nella difesa delle liberta' individuali, e' ormai in larga parte spinta ad un cambiamento delle priorita': secondo il sondaggio, l'84 per cento degli intervistati che si dicono elettori del Partito socialista ed il 65 per cento dei sostenitori del Fronte di sinistra (cioè, estrema sinistra - ndr) accettano lo scambio liberta'-sicurezza.

E come corollario, il 59 per cento dei francesi approvano le parole marziali del presidente Francois Hollande sulla Francia che ormai e' entrata in guerra: "La gente approva non soltanto la retorica guerresca", afferma il direttore del dipartimento delle ricerche di opinione dell'Ifop Jèrome Fourquet, "ma anche le decisioni del governo che comporteranno alcune restrizioni alle liberta' civili".

Ora infatti i francesi sono largamente favorevoli alla carcerazione di tutti gli individui oggetto di "schede S" che riguardano chi e' sospettato di attivita' contraria alla sicurezza del paese: si tratta di uno snodo importante delle inchieste anti-terrorismo in corso e che senza dubbio sara' al centro della nuova fase costituzionale e legislativa che si e' aperta dopo le stragi del 13 novembre a Parigi.

"Dietro ad ogni attentato", ricorda il deputato repubblicano Laurent Wauquiez che aveva presentato gia' da diverso tempo una proposta legislativa per l'internamento di tutti gli individui pericolosi, "ci sono persone gia' schedate e conosciute per le loro convinzioni jihadiste che tuttavia non sono mai state arrestate perche' finora la legge non lo consentiva".

Ebbene su questo punto e' d'accordo la larga maggioranza, il 74 per cento degli intervistati; aldila' degli schieramenti politici: a favore sono il 94 per cento dei simpatizzanti del Front national, l'87 per cento di quelli della destra de I Repubblicani (ex-Ump), il 64 per cento dei Socialisti ed il 47 per cento dei sostenitori del Fronte di sinistra.

Anche l'intervento militare della Francia in Siria e' largamente approvato, dall'85 per cento degli intervistati dall'Ifop, nonostante il fatto che i terroristi abbiano giustificato le stragi proprio rifacendosi alle operazioni militari francesi in quel paese.

Altra importante conseguenza degli attentati: ora il 62 per cento dei francesi sono contrari all'accoglienza di altri migranti, mentre appena un anno fa erano solo il 47 per cento e quasi tutti schierati con il Front National. Questo ultimo dato del sondaggio di Ifop, che è il più autorevole istituto statistico di Francia, ha una netta ripercussione sul dato elettorale. A dicembre, in Francia, si voterà per il rinnovo delle istituzioni regionali, e il partito di Marine Le Pen era già dato per favorito prima dei massacri di Parigi. Ora, la sua vittoria potrebbe avere dimensioni storiche per la Francia, tali da cambiare anche il corso dell'Europa.

Redazione Milano


IL 62% DEI FRANCESI CONTRO L'ACCOGLIENZA DI NUOVI MIGRANTI, COME VUOLE IL FRONT NATIONAL. LA FRANCIA VIRA TUTTA A DESTRA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FRANCIA   SONDAGGIO   SICUREZZA   FRONT   NATIONAL   MARINE   LE PEN   SIRIA   GUERRA   SINISTRA   HOLLANDE   LE FIGARO   PARIGI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA UE ALL'UNANIMITA' DICE SI' ALLA GUERRA CONTRO L'ISIS A FIANCO DELLA FRANCIA. RAQQA SOTTO UNA TEMPESTA DI BOMBE

LA UE ALL'UNANIMITA' DICE SI' ALLA GUERRA CONTRO L'ISIS A FIANCO DELLA FRANCIA. RAQQA SOTTO UNA
Continua

 
IL PORTOGALLO, DOVE SI PREPARA A GOVERNARE UNA MAGGIORANZA NO-EURO E NO-UE, OTTIENE LA FIDUCIA DEI MERCATI (ADDIO EURO)

IL PORTOGALLO, DOVE SI PREPARA A GOVERNARE UNA MAGGIORANZA NO-EURO E NO-UE, OTTIENE LA FIDUCIA DEI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!