43.393.569
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA FRANCIA HA DICHIARATO LO STATO DI GUERRA E CHIEDE ALLA UE DI ESSERE MILITARMENTE AL SUO FIANCO PER ANNIENTARE L'ISIS

lunedì 16 novembre 2015

PARIGI - In Francia è arrivata l'ora più drammatica dalla fine della Seconda Guerra Mondiale: per la prima volta da allora, il presidente della Repubblica davanti al Parlamento convocato in riunione straordinaria annuncia che che il Paese è in guerra. "La Francia e' in guerra". Con queste esatte parole il presidente francese Francois Hollande ha iniziato il suo discorso sui massacri avvenuti a Parigi tre giorni fa.

"Tutte le persone uccise devono essere vendicate", ha sottolineato Hollande, che ha chiesto ai parlamentari di tutti i partiti di modificare - già mercoledì prossimo, tra due giorni, la Costituzione per fare in modo di poter decretare lo "stato di emergenza" - ovvero lo stato d'assedio per la guerra - della durata di almeno tre mesi in tutta la Francia. Subito dopo, Hollande si è rivolto all' Unione europea invitandola a scendere in campo militarmente con la Francia contro l'Isis per distruggerlo, e per immediatamente difendere le frontiere esterne dalle sue minacce militari. 

"Ognuno deve far fronte alle proprie responsabilita'- ha dichiarato Hollande - i paesi vicini, le grandi potenze ma anche l'Unione europea. Ho chiesto al ministro della Difesa di raggiungere domani i suoi omologhi europei a proposito della necessita' di coinvolgere tutti i paesi europei e l'Ue prima di tutti, nella lotta al terrorismo, sul tema di quei trattati europei che prevedono che, quando un paese membro e' aggredito, tutti gli altri devono intervenire per soccorrerlo".

Pensando poi ai popoli costretti sotto il tallone dello Stato islamico, François Hollande ha dichiarato che sono "martiri in fuga. Sono le vittime di questo stesso sistema terroristico. Ecco perche'- ha proseguito- e' vitale che l'Europa con dignita' coloro che sono idonei del diritto d'asilo, e che al contempo rimandi indietro coloro che non lo meritano".

Nel corso del suo discorso, Hollande ha chiesto un rafforzamento delle misure sul controllo del traffico di armi e alle frontiere: "Dobbiamo difenderci con urgenza e sul lungo periodo". Davanti ai deputati delle Camere poi, Hollande cita l'articolo 2 della Costituzione per giustificare il prolungamento dello stato d'emergenza: "mercoledi' prossimo il Parlamento sara' incaricato di valutare il disegno di legge atto a prolungare lo stato d'emergenza di altri 3 mesi, il cui contenuto sara' adattato all'entitata' della minaccia", ha dichiarato. "Dobbiamo essere spietati" ha ribadito il presidente Hollande ai suoi deputati riuniti a Versailles:

"Sono francesi coloro che hanno ucciso venerdi' altri francesi", ha detto Hollande, aggiungendo che "sul nostro territorio vivono delle persone che dalla delinquenza passano al radicalismo e poi al terrorismo criminale". Hollande, affrontando il tema delle frontiere europee, ha affermato che "se l'Europa non controlla i suoi confini esterni, allora e' tempo di tornare ai confini nazionali. Se questi non sono muri, allora si trattera' di filo spinato. Ci sara' quindi la decostruzione dell'Unione europea".

La Francia è in guerra.

Redazione Milano


LA FRANCIA HA DICHIARATO LO STATO DI GUERRA E CHIEDE ALLA UE DI ESSERE MILITARMENTE AL SUO FIANCO PER ANNIENTARE L'ISIS




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua
SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI,

mercoledì 18 gennaio 2017
PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo
Continua
 
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua
IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META' FUORI'' (THERESA MAY)

IL GOVERNO BRITANNICO HA DECISO: BREXIT DURA SENZA COMPROMESSI: ''NON STAREMO META' DENTRO E META'

martedì 17 gennaio 2017
LONDRA - La premier del Regno Unito, Theresa May, riferisce il Financial Times  questa mattina, mettera' alla prova i mercati valutari oggi, quando annuncera' un taglio netto con l'Unione
Continua
 
RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN SALUTE (LEGGERE)

RADIOGRAFIA DELLE BANCHE ITALIANE: ALCUNE MALATE TERMINALI, ALTRE IN CONDIZIONI GRAVI, NESSUNA IN

lunedì 16 gennaio 2017
L'epicentro della catastrofe delle banche italiane resta sempre Siena, dove l'intervento dello Stato, seppure ha arrestato lo spettro del bail, in e' peraltro ancora da svolgersi, ma le situazioni
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TERRORISTI ANARCHICI RIVENDICANO ATTENTATO ALLA LINEA FERROVIARIA MILANO-BOLOGNA:''E' STATO CONTRO LA LEGA, PER FERMARLA''

TERRORISTI ANARCHICI RIVENDICANO ATTENTATO ALLA LINEA FERROVIARIA MILANO-BOLOGNA:''E' STATO CONTRO
Continua

 
SCONVOLGENTE INCHIESTA SULLA VENDITA DI ARMI ITALIANE IN GIRO PER IL MONDO, MA SOPRATUTTO A STATI CHE ''AIUTANO'' L'ISIS.

SCONVOLGENTE INCHIESTA SULLA VENDITA DI ARMI ITALIANE IN GIRO PER IL MONDO, MA SOPRATUTTO A STATI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI

20 gennaio - Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà
Continua

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua
Precedenti »