45.260.092
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ORA E' UFFICIALE: LA GERMANIA ''OFFRE'' LAVORO AI MIGRANTI ARRIVATI, MA PER ANNI SOTTO IL SALARIO MINIMO E NESSUNA TUTELA

mercoledì 11 novembre 2015

BERLINO - L'Istituto economico tedesco "Ifo" - principale riferimento per le analisi economiche e finanziarie di Germania, seguito da tutti i governi tedeschi -  ha corretto al rialzo le sue previsioni dei costi che lo Stato dovra' sostenere per far fronte all'emergenza immigrazione.

L'istituto stima queste spese in 21,1 miliardi di euro solo per il 2015, presumendo che entro la fine dell'anno arriveranno in Germania 1,1 milioni di persone. "Le stime tengono conto dei costi relativi alla prima accoglienza, il sostentamento, gli asili, le scuole, i corsi di lingua, la formazione e la gestione delle pratiche", ha spiegato Gabriel Felbermayr dell'Istituto Ifo martedi' a Berlino.

Inizialmente gli esperti avevano previsto costi per 10 miliardi di euro per garantire l'alloggio e il sostentamento di 800 mila persone. Secondo le valutazioni del Consiglio di cinque saggi che fornisce consulenza economica al governo tedesco, tuttavia, la crisi dei profughi potrebbe rivelarsi un motore di crescita per l'economia tedesca, a patto pero' di duri sforzi nei prossimi anni e di deroghe per i lavoratori immigrati alle norme e alle tutele di cui invece godono i lavoratori tedeschi.

E' questo il punto, che ora "Ifo" rende strutturale, dando una precisa indicazione al governo Merkel: se la Germania vuole evitare una catastrofe economica per colpa di più di un milione di migranti arrivati in pochi mesi, è fondamentale dare loro lavoro, ma non con garanzie e stipendi dei lavoratori tedeschi.

L'integrazione "durera' diversi anni e non ha garanzia di successo", si legge nel documento dei "saggi" citato dal quotidiano "Sueddeutsche Zeitung", che verra' oggi presentato alla cancelliera Angela Merkel.

Per i cinque esperti economici, il fattore decisivo per il successo dell'integrazione dei migranti e' la loro qualificazione professionale, affinche' possano trovare lavoro nel piu' breve tempo possibile. Per farlo, pero', dovranno essere rimossi gli "ostacoli" per i lavoratori non qualificati. Ad esempio, gli esperti ipotizzano che il salario minimo non venga garantito ai tirocinanti e agli immigrati che fanno il loro ingresso nel mercato del lavoro tedesco, cosi' da agevolare la loro ricerca di una occupazione.

Tradotto in pratica: la Germania sta "offrendo" agli speranzosi migranti arrivati percorrendo la rotta balcanica un futuro di duro lavoro, stipendi bassissimi, nessuna tutela del walfare, e questo fintanto che non si saranno "integrati", processo che già ora i "saggi" di "Ifo" descrivono come impegnativo e lungo anni.

Chissà se chi è arrivato in Germania si aspettava tutto questo...

Redazione Milano.


ORA E' UFFICIALE: LA GERMANIA ''OFFRE'' LAVORO AI MIGRANTI ARRIVATI, MA PER ANNI SOTTO IL SALARIO MINIMO E NESSUNA TUTELA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ISTITUTO   IFO   BERLINO   GOVERNO   MERKEL   SAGGI   LAVORO   CONTRATTI   TUTELE   MIGRANTI   OCCUPAZIONE   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LA MACEDONIA SI RIBELLA ALLA UE. DECINE DI MIGLIAIA DI PERSONE SCENDONO IN PIAZZA: ''BASTA INGERENZE NEL NOSTRO STATO!''

LA MACEDONIA SI RIBELLA ALLA UE. DECINE DI MIGLIAIA DI PERSONE SCENDONO IN PIAZZA: ''BASTA

giovedì 30 marzo 2017
Forse nessuno e' al corrente che alcuni giorni fa in Macedonia c'e' stata una grossa manifestazione contro l'Unione Europea e la cosa non deve sorprendere, visto che nessuno in Italia ha riportato
Continua
 
SEI STATI UE VIETANO ALL'ITALIA PER LA RICOSTRUZIONE DELLE ZONE TERREMOTATE I FONDI DELL'UNIONE EUROPEA (VERGOGNA!)

SEI STATI UE VIETANO ALL'ITALIA PER LA RICOSTRUZIONE DELLE ZONE TERREMOTATE I FONDI DELL'UNIONE

giovedì 30 marzo 2017
Solidarieta' e unita': parole che sono risuonate vuote alla riunione degli ambasciatori dell'Ue, dove sei Paesi - Germania, Finlandia, Danimarca, Austria, Olanda e Svezia - nel giorno della Brexit,
Continua
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
RICORSO CONTRO DRAGHI ALLA CORTE COSTITUZIONALE TEDESCA: ''HA MANIPOLATO LE FINANZE PER FAR ENTRARE L'ITALIA NELL'EURO''

RICORSO CONTRO DRAGHI ALLA CORTE COSTITUZIONALE TEDESCA: ''HA MANIPOLATO LE FINANZE PER FAR ENTRARE
Continua

 
EFFETTO CAMERON: DOPO LA PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE ALLA UE, LA MAGGIORANZA DEI CONSERVATORI DECIDE PER IL BREXIT!

EFFETTO CAMERON: DOPO LA PRESENTAZIONE DELLE RICHIESTE ALLA UE, LA MAGGIORANZA DEI CONSERVATORI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!