48.335.225
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PORTOGALLO: STA PER NASCERE UN NUOVO GOVERNO CHE SCHIANTERA' L'EURO E L'UNIONE EUROPEA (BRUXELLES NEL PANICO)

lunedì 9 novembre 2015

LISBONA - La Commissione politica del Partito socialista portoghese ha annunciato che chiederà ai suoi deputati di far cadere, domani, il governo minoritario di destra, il cui programma arriva oggi al dibattito parlamentare. L'organo dirigente del Ps si è espresso nella notte tra domenica e lunedì ad ampia maggioranza (69 voti su 74) e ha dato il suo via libera anche alla formazione di un governo socialista sostenuto da una inedita alleanza con i partiti della sinistra di posizioni più marcatamente anti-Ue e anche anti-euro.

"La formazione e l'approvazione di un nuovo governo da parte del parlamento sono garantiti", ha affermato la Commissione politica socialista, come pure "le condizioni di stabilità sull'insieme della legislatura". Al potere dal 2011, la coalizione di destra "Portugal a Fronte" non ha vinto le elezioni dello scorso 4 ottobre, per colpa la politica di austerity adottata per ottenere i prestiti di Ue-Fmi-Bce, decisamente dolorosa per i portoghesi oltre che un'infamia sul piano della democrazia e dei diritti di chi lavora. Infatti, benchè la coalizione al governo fino alle elezioni abbia ottenuto la maggioranza relativa dei voti, i due partiti di sinistra No euro e No Ue insieme hanno i numeri in Parlamento per governare. 

La perdita della maggioranza assoluta da parte dei conservatori filo-Ue ha creato una situazione in cui con 122 seggi su 230, l'insieme delle forze di sinistra in parlamento dispongono della maggioranza per respingere il programma di governo presentato dal premier Pedro Passos-Coelho, cosa che implica immediate dimissioni: e questo sembra lo scenario già deciso per domani.

In vista di questo epilogo, sabato scorso la Commissione nazionale del partito socialista - una sorta di parlamentino interno - aveva adottato un programma di governo presentato dal capo dei socialisti Antonio Costa, frutto di accordi negoziati con il Partito comunista, il Blocco di sinistra (vicino a Syriza) e i Verdi. Questo programma, ha assicurato Costa, "è basato sul programma del Ps", ma è stato "integrato con modifiche" frutto dei negoziati con le varie formazioni di opposizione.

Il partito comunista Pcp di Jeronimo da Sousa ha annunciato di avere approvato un patto di governo con i socialisti e i neo- trotzkisti del Bloco de Esquerda per la formazione di un governo alternativo guidato dal leader del Ps Antonio Costa. Le tre formazioni, che insieme hanno la maggioranza assoluta nel parlamento monocamerale di Lisbona, voteranno insieme - quindi - il rigetto del programma di governo che Passos Coelho sottopone oggi ai deputati, facendo cosi cadere l'esecutivo.

Passos Coelho, vincitore delle politiche del 4 ottobre, ma senza maggioranza, era stato incaricato dal capo dello stato Anibal Cavaco Silva di formare il nuovo governo, come leader della lista piu' votata, nonostante l'opposizione di socialisti e sinistre, che denunciavano una "perdita di tempo".

La costituzione di una coalizione fra socialisti, comunisti e neo-trotzkisti e' un fatto inedito in Portogallo. Socialisti e comunisti si erano schierati su posizioni inconciliabili dalla rivoluzione dei garofani contro la dittatura salazarista fino ad oggi, ma l'occasione di dare una definitiva spallata sia al governo "filo Bruxelles" che ha devastato il Paese con tasse e recessione, sia alla stessa valuta unica europea, è troppo importante per essere mancata per colpa di divisioni ideologiche su avvenimenti del lontano passato portoghese. 

Oggi, alla notizia che il tentativo di Coelho di formare un govenro è fallito e che al suo posto nascerà un governo sorretto da una maggioranza assolutamente contraria alla Ue e all'euro, il presidente Eurogruppo Dijsselbloem si è detto "molto preoccupato". E fanno bene a "preoccuparsi" la Ue e la sua Commissione: il Portogallo potrebbe farle schiantare tutte e due a breve.

Redazione Milano


PORTOGALLO: STA PER NASCERE UN NUOVO GOVERNO CHE SCHIANTERA' L'EURO E L'UNIONE EUROPEA (BRUXELLES NEL PANICO)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

PORTOGALLO   GOVERNO   NO EURO   NO UE   ELEZIONI   BRUXELLES   MAGGIORANZA   COMMISSIONE   EUROPEA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si
Continua
 
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua
 
SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo
Continua
MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le
Continua
 
DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SCONFITTO IL PARTITO DELLE TASSE - I DEMOCRATICI - IN AMERICA. UNA LEZIONE CHE IN ITALIA TUTTA LA DESTRA DEVE FARE SUA

SCONFITTO IL PARTITO DELLE TASSE - I DEMOCRATICI - IN AMERICA. UNA LEZIONE CHE IN ITALIA TUTTA LA
Continua

 
SPECIALE GERMANIA / L'IMMIGRAZIONE SELVAGGIA HA MESSO CON LE SPALLE AL MURO ANGELA MERKEL, LA CDU CROLLA, AFD AL 10%

SPECIALE GERMANIA / L'IMMIGRAZIONE SELVAGGIA HA MESSO CON LE SPALLE AL MURO ANGELA MERKEL, LA CDU
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!