43.426.710
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA GERMANIA ORA HA PAURA DEL BREXIT: SE IL REGNO UNITO LASCIA LA UE, EFFETTO DOMINO E IN PIU' LA LE PEN SARA' PRESIDENTE

giovedì 5 novembre 2015

BERLINO - "Stay in" - restate dentro (la Ue). E' con questo appello rivolto al Regno Unito, che questa settimana il presidente di Bdi, la Confindustria tedesca,  Ulrich Grillo ha espresso l'auspicio del mondo economico della Germania e del governo di Berlino che Londra non lasci l'Unione Europea.

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha gia' costruito un ponte verso i "volubili britannici", scrive l'editoriale del quotidiano tedesco "Handelsblatt": in Europa non puo' esserci solo una velocita', ha ammesso la Cancelliera, accogliendo cosi' una delle principali istanze avanzate da Londra nell'ambito dei negoziati per la riforma dell'Ue.

E sono in molti in Germania a chiedersi perche' Angela Merkel si stia impegnando tanto per evitare la concretizzazione dello scenario di una Brexit.

Secondo l'editoriale, Berlino e' consapevole che il Regno Unito e' una forza motrice insostituibile per lo sviluppo del mercato interno europeo, da cui trae profitto soprattutto la Germania.

Ma non basta. La Merkel e' soprattutto consapevole che l'Europa necessita dei britannici liberali come contrappeso allo statalismo della Francia e piu' in generale dell'intera Europa continentale.

Infine, la Gran Bretagna e' indispensabile per una politica di sicurezza europea comune, anche se questa settimana il premier britannico David Cameron ha rinunciato a chiedere l'autorizzazione del Parlamento ad effettuare attacchi aerei contro lo Stato Islamico in territorio siriano.

Nonostante tutti questi interessi comuni, la vittoria degli europeisti al referendum che si terra' a fine 2017 "e' tutt'altro che scontata": nei sondaggi effettuati lo scorso settembre, infatti, per la prima volta la maggioranza dei cittadini britannici si e' espressa a favore della Brexit, scrive l'Handelsblatt.

La conclusione lasciata intuire ai lettori del giornale è che se la Gran Bretagna davvero lascerà la Ue, da quel giorno l'Unione europea non esisterà più. Infatti, il Brexit innescherà il temutissimo - da Bruxelles - effetto domino, per il quale trovata la strada per uscire dalla (gabbia) Ue molti altri stati la percorreranno, ad iniziare dal blocco dei ribelli alle (folli) politiche migratorie volute dalla Germania e imposte all'intera Ue. 

Tra l'altro, il referendum britannico - che dovrà essere tenuto nella primavera del 2017, se il prenier Cameron non deciderà d'anticiparlo - coinciderebbe con le presidenziali in Francia, alle quali Marine Le Pen come minimo arriverà al ballottaggio finale. E' evidente che il Brexit darà un forte impulso alla sua campagna elettorale portandola alla conquista dell'Eliseo.

Questa senza dubbio è la conseguenza più temuta dalla Germania e specialmente da Angela Merkel, fa capire il grande quotidiano tedesco.

Redazione Milano


LA GERMANIA ORA HA PAURA DEL BREXIT: SE IL REGNO UNITO LASCIA LA UE, EFFETTO DOMINO E IN PIU' LA LE PEN SARA' PRESIDENTE




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

DOPPIO SALTO CARPIATO AVVITATO DI BEPPE GRILLO: ''DONALD TRUMP DICE COSE ABBASTANZA SENSATE''

lunedì 23 gennaio 2017
Donald Trump? "Sono abbastanza ottimista, sembra un moderato". Vladimir Putin? "In politica estera e' quello che dice le cose piu' sensate". Dal settimanale francese Le Journal du Dimanche Beppe
Continua
 
SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO ALLONTANANDO (CASTA IMPERA)

SULLA LEGGE ELETTORALE SALVINI E GRILLO SU POSIZIONI MOLTO SIMILI, MA LE ELEZIONI SI STANNO

lunedì 23 gennaio 2017
Mentre i giudici della Consulta preparano le loro toghe in vista della seduta di domani, nasce un  asse tra Lega e Movimento cinque stelle sulla legge elettorale. Tanto Beppe Grillo quanto
Continua
DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE DI AGIRE NEL PAESE

DOPO RUSSIA E UNGHERIA, ANCHE LA MACEDONIA VUOLE VIETARE A SOROS E ALLE SUE ORGANIZZAZIONI GOLPISTE

lunedì 23 gennaio 2017
LONDRA - Dopo Russia e Ungheria anche la Macedonia si appresta a vietare tutti gli enti non governativi finanziati da George Soros e a tale proposito e' stata lanciata l'operazione SOS, Stop
Continua
 
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
 
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
CINA MALATO GRAVE, DATI ECONOMICI TRUCCATI: PIL STAGNANTE, CONSUMI ED EXPORT CROLLATI, FUTURO DA INCUBO PER UE E ASIA.

CINA MALATO GRAVE, DATI ECONOMICI TRUCCATI: PIL STAGNANTE, CONSUMI ED EXPORT CROLLATI, FUTURO DA
Continua

 
LA NATO SI ACCORGE FINALMENTE CHE NON E' LA RUSSIA, LA MINACCIA AI PAESI DELL'ALLEANZA ATLANTICA, MA I TAGLIAGOLE ISIS

LA NATO SI ACCORGE FINALMENTE CHE NON E' LA RUSSIA, LA MINACCIA AI PAESI DELL'ALLEANZA ATLANTICA,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!