62.683.070
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SONDAGGIO ELETTORALE IN FRANCIA: IL FRONT NATIONAL PRIMO PARTITO, I REPUBBLICANI DI SARKOZY SECONDO, DISASTRO A SINISTRA

sabato 31 ottobre 2015

PARIGI -  A quasi cinque settimane dal primo turno in Francia delle elezioni regionali, mentre l'elettorato comincia a sintonizzarsi con l'imminenza dello scrutinio l'ultimo sondaggio delle societa' di rilevazione Tns Sofres e Onepoint, realizzato per il quotidiano "Le Figaro", mostra quali sono in questo momento i rapporti di forza tra le varie famiglie politiche: in testa alle intenzioni di voto c'e' il Front national (Fn) di Marine Le Pen.

E questa è al tempo stesso una conferma - del consenso molto ampio che raccoglie la leader Marine Le Pen, molto più ampio anche dei confini dell'elettorato di destra francese - e una novità, pensando che oggi in Francia i partiti di destra e conservatori assieme raggiungono e superano con decisione il 50% delle intenzioni di voto.

Infatti, il secondo partito premiato dai francesi  è il centrodestra guidato dai Repubblicani (ex Ump) di Nicolas Sarkozy, mentre il Partito socialsta del presidente Francois Hollande e' molto indietro ed in forte difficolta'.

Alla domanda su quale partito hanno intenzione di votare al primo turno delle elezioni regionali del 13 dicembre prossimo, il 28 per cento dei francesi intervistati nel sondaggio si sono pronunciati in favore del Fn: un punto percentuale davanti addirittura alla coalizione di centro e destra tradizionale formata dai Repubblicani con l'Udi ed il MoDem che si attesta al 27 per cento complessivo.

Molto piu' staccato nelle intenzioni di voto il Ps, con solo il 21 per cento; e ancora piu' indietro le liste dei Verdi, con l'8 per cento, e quelle del Fronte di sinistra (Fg) fermo al 6 per cento.

"Una lettura si impone", commenta il direttore dell'unita' di strategie d'opinione di della societa' TNS Sofres, Emmanuel Rivière: "In Francia ormai il tripartitismo e' ben installato. E c'e' un partito, il Fn, che gode di una forte dinamica positiva".

Il partito di Marine Le Pen tra l'altro si fa forte di un proprio elettorato che resta assai mobilitato e fidelizzato: alle elezioni regionali il 92 per cento degli elettori che avevano scelto il Fn alle presidenziali del 2012 hanno intenzione di confermare quel voto; un dato che invece cala addirittura al 62 per cento tra gli elettori di Hollande ed al 67 per cento tra quelli del suo rivale nel 2012, l'allora presidente uscente Sarkozy.

Questo ultimo aspetto delle intenzioni di voto premia in modo indiretto - perchè il sondaggio è riferito alle elezioni regionali, ma pesa sulle presidenziali dell'anno prossimo - ancora una volta Marine Le Pen, che dovesse andare alle urne di dicembre come ora è pronosticato, si troverebbe in testa già adesso nella gara decisiva per i destini di Francia e della Ue, rappresentata dall'Eliseo. 

Le elezioni presidenziali francesi tradizionalmente influiscono sull'orientamento complessivo dei responsi elettoriali d'Europa, e le vittorie delle destre ormai un po' dappertutto, l'ultima in Polonia domenica scorsa, troverebbero con Marine Le Pen presidente quel trionfo che darà la forza per veri e radicali cambiamenti attesi ormai da troppo tempo.

Redazione Milano.


SONDAGGIO ELETTORALE IN FRANCIA: IL FRONT NATIONAL PRIMO PARTITO, I REPUBBLICANI DI SARKOZY SECONDO, DISASTRO A SINISTRA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MARINE   LE PEN   SONDAGGIO   FRONT   NATIONAL   DESTRA   FRANCIA   UE   ELEZIONI   REGIONALI   SOCIALISTI   SARKOZY   HOLLANDE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI COLOSSI TEDESCHI E UE

ECONOMIA TEDESCA AD ALTO RISCHIO: BRIDGEWATER PUNTA 22 MILIARDI DI DOLLARI CONTRO SIEMENS E ALTRI

mercoledì 28 marzo 2018
Il Financial Times non fa sconti alla Germania e con un articolo che suona come un rumorosissimo campanello d'allarme svela dati e percentuali sull'economia e la finanza tedesca da spavento. "Chi
Continua
 
LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO (DAVVERO DA LEGGERE)

LE GRAN BUFALE SUI CIBI: SPINACI, HANANAS, PASTA, LATTE, GLUTINE, ZUCCHERO DI CANNA E TANTO ALTRO

martedì 27 marzo 2018
Le gran bufale sull'alimentazione e sui cibi che inondano il web e che vengono spacciate per verità scientifiche smascherate una volta per tutte. Ecco alcuni esempi:"I cibi senza glutine sono
Continua
TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO' NASCERE E SI TORNA AL VOTO

TUTTE LE IPOTESI DI GOVERNO RUOTANO SULL'ASSE LEGA-M5S. SENZA DI LORO, NESSUN ESECUTIVO PUO'

martedì 27 marzo 2018
Il ruolo di Forza Italia, ammesso e non concesso ne avrà mai uno, le divergenze sul programma, l'incognita delle ripercussioni sull'elettorato: i nodi che si stagliano sul binario
Continua
 
IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO ''MIGRANTI'' DI 1 MLD)

IL NUOVO GOVERNO AUSTRIACO TAGLIA LE TASSE E RIDUCE IL DEFICIT DELLO STATO A ZERO! (TAGLIO COSTO

lunedì 26 marzo 2018
LONDRA - Come tutti i paesi anche l'Austria deve varare la sua legge finanziaria ma il piano annunciato lo scorso mercoledì, e passato sotto silenzio per ciòc he riguarda
Continua
MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA ITALIA TERREMOTATA

MATTEO SALVINI VUOLE FAR NASCERE UN GOVERNO ''SUL PROGRAMMA'' DA FDI TIMIDA APERTURA ALL'M5S, FORZA

lunedì 26 marzo 2018
"Nel rispetto di tutto e tutti il prossimo premier non potra' che essere indicato dal centrodestra". Archiviata l'intesa con i Cinque Stelle sulle presidenze delle due Camere, Matteo Salvini
Continua
 
CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE PIU' STRIMINZITO

CGIA DI MESTRE: L'ITALIA PER COLPA DELLA UE E' IL PAESE PIU' TARTASSATO D'EUROPA E CON IL WELFARE

sabato 24 marzo 2018
Con tasse record in Ue e con una spesa sociale tra le più basse d'Europa, in Italia il rischio povertà o di esclusione sociale ha raggiunto livelli di guardia molto preoccupanti.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'AUSTRIA HA DECISO LA COSTRUZIONE DI UN MURO ANTI IMMIGRATI ALLA FRONTIERA CON LA SLOVENIA. LA UE NON ESISTE PIU'.

L'AUSTRIA HA DECISO LA COSTRUZIONE DI UN MURO ANTI IMMIGRATI ALLA FRONTIERA CON LA SLOVENIA. LA UE
Continua

 
CANNONATA CONTRO RENZI DEL FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''HA FATTO INVADERE LA UE DI MIGRANTI E LI USA PER LUCRARCI''

CANNONATA CONTRO RENZI DEL FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''HA FATTO INVADERE LA UE DI MIGRANTI E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!