56.246.233
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BAVIERA E AUSTRIA A UN PASSO DA UNA CONTRAPPOSIZIONE ARMATA PER COLPA DELLE ORDE DI MIGRANTI (SITUAZIONE INCANDESCENTE)

martedì 27 ottobre 2015

BERLINO - L'emergenza migratoria al confine tra Austria e Germania e' ormai fuori controllo, scrive il quotidiano tedesco "Handelsblatt": a Passau, cittadina di frontiera tra questi due stati, i funzionari tedeschi affrontano diverbi sempre piu' concitati con i colleghi austriaci. Manca solo l'uso delle armi, per il resto la situazione è definita "esplosiva". Non è mai accaduto in passato che forze di polizia tedesche e austriache arrivassero alle minacce tra loro.

Ma la questione principale è un'altra. Le autorita' bavaresi non riescono più a garantire ai "profughi" - tra i quali molti non lo sono affatto - non solo la prima accoglienza, ma anche una sistemazione provvisoria. "Le possibilita' sono esaurite", ha dichiarato il governatore della Baviera Horst Seehofer.

L'amministrazione di Passau ha denunciato l'arrivo improvviso di 2 mila migranti nella notte tra ieri e oggi, senza alcun preavviso da parte dalle autorita' austriache.

Dopo l'ennesimo arrivo in massa di migranti dall'Austria, Seehofer ha chiesto alla cancelliera tedesca Angela Merkel di interloquire personalmente col governo austriaco: "E' compito della cancelliera parlare con l'Austria. In questo momento l'iniziativa piu' urgente da intraprendere sarebbe una telefonata della cancelliera al cancelliere austriaco Werner Faymann", ha dichiarato Seehofer.

Secondo l'editorialista del Frankfurter Allgemeine Zeitung Jasper von Altenbockum, pero', "la Germania non ha fatto ancora nulla di concreto per garantire che il prossimo anno il flusso di profughi in arrivo nel paese diminuisca sino a raggiungere livelli accettabili".

Poco o nulla ha fatto anche l'Unione Europea, scrive Altenbockum. Berlino dovra' aspettare ancora un po' prima che divengano pienamente operativi gli "hotspot" per l'identificazione dei migranti in Grecia e in Italia. Fino a quando il capitolo dell'identificazione non sara' stato affrontato in maniera efficace - sottolinea l'editorialista della Faz - anche la distribuzione dei migranti all'interno della Ue dovra' aspettare.

Dei 160 mila profughi previsti dal piano della Commissione europea, al momento solo 940 sono stati trasferiti. Il motivo di questa pericolosa apatia europea - scrive ancora Altenbockum - sta nel fatto che per la maggior parte dei paesi membri non esiste alcun incentivo a cambiare le cose: "Fino a quando Berlino continuera' a fingersi in grado di accogliere quotidianamente piu' di mille migranti, gli altri Paesi le cederanno volentieri l'onere di far fronte all'emergenza migratoria". 

E anche il summit voluto da Juncker a Bruxelles sull'emergenza migranti si è risolto con un nulla di fatto, a parte fumose promesse di "interessamento" da parte di tutte le cancellerie europee, ma che nella sostanza non si traduce in alcuna azione, nè per strutturare le disordinate ondate migratoire, nè per farle cessare. 

La Baviera, sottolinea il Frankfurter Allgemeine Zeitung, è arrivata al limite, e superarlo verso un vero disastro non è questione di mesi o di settimane, ma di giorni se non di ore.

Redazione Milano


BAVIERA E AUSTRIA A UN PASSO DA UNA CONTRAPPOSIZIONE ARMATA PER COLPA DELLE ORDE DI MIGRANTI (SITUAZIONE INCANDESCENTE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

AUSTRIA   GERMANIA   BAVIERA   INVASIONE   CLANDESTINI   MIGRANTI   PROFUGHI   MONACO   FAZ   SEEHOFER   CSU   MERKEL   POLIZIA   ARMI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'EUROPA VA TUTTA A DESTRA, ECCO LA MAPPA: POLONIA, UNGHERIA, AUSTRIA, SVIZZERA, DANIMARCA (BELGIO, OLANDA, ROMANIA)

L'EUROPA VA TUTTA A DESTRA, ECCO LA MAPPA: POLONIA, UNGHERIA, AUSTRIA, SVIZZERA, DANIMARCA (BELGIO,
Continua

 
L'AUSTRIA HA DECISO LA COSTRUZIONE DI UN MURO ANTI IMMIGRATI ALLA FRONTIERA CON LA SLOVENIA. LA UE NON ESISTE PIU'.

L'AUSTRIA HA DECISO LA COSTRUZIONE DI UN MURO ANTI IMMIGRATI ALLA FRONTIERA CON LA SLOVENIA. LA UE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »