48.366.662
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''LA MERKEL HA PERSO IL SENSO DELLA REALTA': IL FLUSSO DEI MIGRANTI E' FUORI CONTROLLO''

lunedì 26 ottobre 2015

BERLINO - Perche' Angela Merkel non tira il freno a mano? Come mai proprio la cancelliera tedesca - che ha sempre orientato la sua politica ai sondaggi elettorali - assiste imperterrita al calo dei consensi, ben consapevole delle cause che vi soggiacciono?

L'ininterrotto afflusso di migranti dal Medio Oriente, scrive l'editorialista Holger Steltzner sul quotidiano "Frankfurter Allgemeine Zeitung", il più importante quotidiano della Germania, sta mettendo a dura prova la sonnolenta pacatezza della popolazione tedesca.

Due cittadini su tre pensano che l'ondata di profughi cambiera' profondamente il volto della Germania, denunciano l'aumento di reati e un calo della sicurezza e temono l'infiltrazione dei terroristi. Tuttavia Merkel pare non voler far nulla per fermare i flussi migratori, e preferisce reiterare come un mantra in tutte le sue varianti lo slogan pronunciato all'inizio della crisi: "Ce la faremo".

La Cancelliera - accusa Steltzner - "si comporta come se Berlino non avesse nulla a che fare col superamento dell'attuale quadro normativo europeo sui migranti": e' ormai chiaro, secondo lo stimato editorialista, che "con la politica di Merkel il flusso migratorio diventera' un esodo senza precedenti. Fino a quando al Cancellierato sara' il cuore e non la ragione a dettare la linea politica, e Merkel neghera' la propria responsabilita' personale nell'ambito della crisi - prosegue - la Germania non potra' che lasciare le porte aperte contro la propria volonta'".

Le dichiarazioni di molti esponenti politici - prosegue Stelzner - non fanno che approfondire la frattura tra la popolazione e l'èlite politica. Secondo i sondaggi, sei cittadini tedeschi su dieci sono convinti che la Germania abbia perso il controllo dei flussi migratori: un cittadino su due accusa la politica tedesca di Angela Merkel di "aver perso ogni senso della realta'" e sette intervistati su dieci sono dell'idea che questi problemi derivino dagli eccessivi incentivi concessi dalla Germania ai profughi che giungono nel paese. 

L'attacco frontale del Frankfurter alla Merkel è segnale di un malessere molto profondo nei vertici del potere non solo politico, anche economico e finaziario - di cui questo quotidiano è alfiere - nei confronti di una politica del governo tedesco che sembra sempre di più avere i giorni contati.

Redazione Milano.

 


FRANKFURTER ALLGEMEINE ZEITUNG: ''LA MERKEL HA PERSO IL SENSO DELLA REALTA': IL FLUSSO DEI MIGRANTI E' FUORI CONTROLLO''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

GERMANIA   MERKEL   MIGRANTI   FAZ   BERLINO   PROFUGHI   SONDAGGIO   SICUREZZA   CANCELLIERA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI DANNI) A STATO E CLIENTI

SALVATAGGIO ALL'ITALIANA: LA ''POLPA'' DELLE BANCHE VENETE VENDUTA PER 1 EURO. L'OSSO (8 MLD DI

giovedì 22 giugno 2017
Tanto tuonò che… non piovve, o meglio, piovve sostanza organica sulla testa degli obbligazionisti ed azionisti di Popolare di Vicenza e Venetobanca. In un comunicato ufficiale, si
Continua
 
IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI, QUINDI NON FARA' NULLA)

IL PARLAMENTO APPROVA UNA COMMISSIONCINA D'INCHIESTA SULLE BANCHE (CHE SCADRA' CON LE ELEZIONI,

mercoledì 21 giugno 2017
ROMA - L'aula della Camera ha approvato in via definitiva, dopo il precedente sì del Senato, la proposta di legge per l'istituzione di una commissione parlamentare bicamerale d'inchiesta sul
Continua
INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI FUGGITI: FALLIMENTI A BREVE

INIZIATO IL CONTO ALLA ROVESCIA PER BANCHE VENETE, CARIGE, MPS: OBBLIGAZIONI CONGELATE FONDI

lunedì 19 giugno 2017
I tempi stringono attorno al futuro di Popolare Vicenza e Venetobanca, i due istituti di credito che necessitano di circa 1,2 miliardi di euro di risorse per evitare il bail in. Il ministro delle
Continua
 
SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE... (COSTO 480 MILIONI)

SPRECHI UE / PALAZZO DEL PARLAMENTO DI BRUXELLES ''VA DEMOLITO'' PER COTRUIRNE UNO PIU' GRANDE...

lunedì 19 giugno 2017
LONDRA - I parassiti di Bruxelles sono bravissimi a sprecare il denaro da loro estorto ai contribuenti Ue per progetti faraonici e quindi non deve sorprendere se adesso vogliono demolire il palazzo
Continua
MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E APPROPRIAZIONE INDEBITA

MACRON GIA' TRABALLA: 2 MINISTRI (GIUSTIZIA E AFFARI EUROPEI) FINIRANNO A PROCESSO PER TRUFFA E

giovedì 15 giugno 2017
PARIGI - Si fa difficile in Francia la posizione del ministro della Giustizia, il centrista Francois Bayrou: su questo sono ormai concordi tutti i principali giornali francesi, con i conservatore "Le
Continua
 
DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI, STATO DI INSOLVENZA

DISASTRO: ALITALIA HA FATTO RICORSO AL TRIBUNALE FALLIMENTARE DI NEW YORK. FORNITORI NON PAGATI,

martedì 13 giugno 2017
NEW YORK - Alitalia ha fatto ricorso presso il tribunale fallimentare di New York, in base alle procedure concorsuali internazionali Usa per il fallimento. Lo riporta il Wall Street Journal,
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TRAVOLGENTE VITTORIA IN POLONIA DELLA DESTRA NO-UE NO-EURO NO-ISLAM: HA LA MAGGIORANZA ASSOLUTA (BRUXELLES NEL PANICO)

TRAVOLGENTE VITTORIA IN POLONIA DELLA DESTRA NO-UE NO-EURO NO-ISLAM: HA LA MAGGIORANZA ASSOLUTA
Continua

 
L'EUROPA VA TUTTA A DESTRA, ECCO LA MAPPA: POLONIA, UNGHERIA, AUSTRIA, SVIZZERA, DANIMARCA (BELGIO, OLANDA, ROMANIA)

L'EUROPA VA TUTTA A DESTRA, ECCO LA MAPPA: POLONIA, UNGHERIA, AUSTRIA, SVIZZERA, DANIMARCA (BELGIO,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!