68.145.777
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

IN ITALIA NON E NE SA NIENTE, MA IL GOVERNO RENZI APPOGGIA CAMERON IN DIFESA DEGLI STATI UE CHE NON VOGLIONO L'EURO.

martedì 20 ottobre 2015

LONDRA - Secondo il quotidiano britannico "The Telegraph", le speranze del primo ministro del Regno Unito, David Cameron, di concludere una proficua rinegoziazione dei termini dell'appartenenza all'Unione Europea potrebbero ricevere una spinta dall'Italia dopo il recente colloquio tra i ministri degli Esteri dei due paesi, Philip Hammond e Paolo Gentiloni.

Benche' Londra non esplicitera' le sue richieste di riforme fino al mese prossimo, sta collaborando con Roma per esplorare possibili soluzioni, in particolare per ridefinire il concetto di "un'unione sempre piu' stretta": sul tavolo c'e' un piano volto a formalizzare lo status dei nove paesi che non fanno parte dell'area dell'euro.

Tra le due capitali girano le bozze di un documento per il quale non e' ancora stata fissata una data di pubblicazione, ma del quale il quotidiano britannico, a differenza di quelli italiani, dà ampia notizia.

Secondo alcuni esperti, come Charles Grant, direttore del Centre for European Reform, se un paese "core" dell'eurozona come l'Italia sostenesse pubblicamente una delle istanze chiave del Regno Unito - il riconoscimento formale di un'unione multivalutaria - sarebbe un passo avanti significativo e un aiuto politico per Cameron.

Il tema del riconoscimento formale dello status dei paesi non euro e' stato delineato l'anno scorso in un articolo congiunto del cancelliere dello Scacchiere, George Osborne, e del ministro tedesco delle Finanze, Wolfgang Schauble. Una proposta prevede l'aggiunta nei trattati europei dell'esenzione del Regno Unito dal proposito di "un'unione sempre piu' stretta".

Cameron, tuttavia, non la considera una concessione sufficiente ad assicurargli la vittoria nel referendum "dentro/fuori". In base alle norme attuali solo il Regno Unito e la Danimarca hanno la facolta' di rinunciare all'euro mentre la Bulgaria, la Croazia, la Repubblica Ceca, l'Ungheria, la Polonia, la Romania e la Svezia hanno l'obbligo, in base al Trattato di Maastricht, di entrare nell'area monetaria una volta raggiunti i requisiti economici.

La Svezia, che ha i requisiti, ha schivato l'obbligo rifiutando di aderire al Meccanismo di cambio europeo, preliminare all'appartenenza all'euro. I negoziatori britannici puntano a formalizzare la posizione svedese e quindi automaicamente di dare alle suddette nazioni la possibilità di rimanere fuori dall'euro in ogni caso, anche se avessero i requisiti per entrarci.

D'altra parte, anche se questa possibilità fosse sancita dai trattati, non farebbe altro che certificare quanto già ora è avvenuto: tutti i parlamenti sei sette stati prima elencati hanno già votato per rinviare di anni, alcuni addirittura a tempo indeterminato, l'adesione all'euro.

In ogni caso, comunque, è interessante la mossa del governo italiano che per la prima volta viene allo scoperto in appoggio al più "eutoscettico" tra gli stati della Ue: la Gran Bretagna.

Redazione Milano.


IN ITALIA NON E NE SA NIENTE, MA IL GOVERNO RENZI APPOGGIA CAMERON IN DIFESA DEGLI STATI UE CHE NON VOGLIONO L'EURO.




 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''LA MORTE DELL'UNIONE EUROPEA E' IN VISTA, E' IL GUSCIO SECCO DI UNA CIVILTA' ORMAI DISSECCATA'' (WALL STREET JOURNAL)

''LA MORTE DELL'UNIONE EUROPEA E' IN VISTA, E' IL GUSCIO SECCO DI UNA CIVILTA' ORMAI DISSECCATA''
Continua

 
DICHIARAZIONE BOMBA DI SCHAEUBLE: ''QUINDICI PAESI SU DICIOTTO DELL'EUROZONA VOGLIONO IL GREXIT, NON SOLO NOI TEDESCHI''

DICHIARAZIONE BOMBA DI SCHAEUBLE: ''QUINDICI PAESI SU DICIOTTO DELL'EUROZONA VOGLIONO IL GREXIT,
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »