50.704.985
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
ATTACCO TERRORISTICO A Barcellona: 'Cadena Ser', almeno 13 morti in attentato

PUTIN AI SUOI GENERALI: ''PORTATEMI AL BAGHDADI VIVO O MORTO A MOSCA''

venerdì 16 ottobre 2015

MOSCA - Portare vivo o morto a Mosca il leader dello Stato Islamico (Isis) Abu Bakr al Baghdadi. Sarebbe questo l'ordine impartito dal presidente Vladimir Putin ai generali russi che dirigono la guerra lanciata contro l'organizzazione terroristica in Siria. Lo riferisce l'agenzia stampa iraniana "Tansim News" che cita una fonte del Cremlino definita "ben informata".

Il capo di Stato russo ha chiesto "al comando che ha il compito di gestire la missione contro l'Isis di portare vivi i leader dell'organizzazione, in primis il Califfo Nero, Abu Bakr al Baghdadi. Secondo questa fonte, lo vorrebbe "giustiziato, e il cadavere esposto in pubblico", cosa peraltro impossibile, dato che in Russia la pena di morte è sospesa per una moratoria decisa nel 1996.

Comunque, il capo del Cremlino, riporta sempre l'agenzia Tansim, "nel caso non fosse possibile prenderli vivi, avrebbe chiesto di portare in Russia "almeno le salme." Per l'agenzia iraniana, la richiesta di Putin di portare il Califfo a Mosca "mira a mettere in imbarazzo gli Stati Uniti ed evidenziare il fallimento della Coalizione internazionale" che gli Usa guidano da oltre un anno proprio contro l'organizzazione che fa capo ad al Baghdadi.

Tansim riporta inoltre che il portavoce del ministero della Difesa russa, Igor Konashinkov, ha affermato che "le forze aeree russe ora si stanno dirigendo direttamente alla principale roccaforte dell'organizzazione per colpire la città di Raqqa principale base dell'Isis".

L'azione delle forze russe contro i "terroristi" in Siria è "impressionante" ha rivendicato Putin, parlando a un summit della Comunità degli stati indipendenti (Csi, parte dello spazio ex sovietico) che si tiene in Kazakistan. "Agendo dal cielo e dal mare contro gli obiettivi precedentemente concordati con i siriani, i nostri uomini hanno ottenuto risultati impressionanti.

Decine di centri di comando e depositi di munizioni, centinaia di terroristi e grandi quantità di mezzi militari sono stati eliminati", ha detto il presidente russo, secondo quanto riferisce l'agenzia di stampa Interfax.

Il leader russo ha anche ribadito che gli attacchi russi "sono totalmente in linea con le norme internazionali e sono assolutamente legittimi, perché sono realizzati in base a una richiesta ufficiale del presidente siriano Bashar al Assad". Gli attacchi, ancora, hanno "un tempo limitato, cioè il periodo dell'offensiva delle forze siriane contro i terroristi" e sono esclusivamente "contro gruppi terroristici".

Putin ha anche valutato che, in Medio Oriente, si sta procedendo a un miglioramento negli sforzi di coordinamento dell'azione militare internazionale. "C'è stato qualche progresso per quanto concerne il coordinamento delle azioni e degli sforzi per combattere il terrorismo in questa regione. Noi stiamo lavorando per stabilire contatti con gli stati del Medio Oriente. Stiamo negoziando con l'Arabia Saudita, gli Emirati arabi uniti, l'Egitto, la Giordania, Israele e altri paesi e stiamo facendo tentativi per mettere in campo interazioni con gli Usa e la Turchia".

Il presidente russo, inoltre, ha fatto appello ai paesi della Csi a cooperare al Centro d'informazione di Baghdad, lanciato in base all'accordo sullo scambio di intelligence tra Russia, Iran, Iraq e Siria.

Redazione Milano.


PUTIN AI SUOI GENERALI: ''PORTATEMI AL BAGHDADI VIVO O MORTO A MOSCA''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

PUTIN   ISIS   AL BAGHDADI   RUSSIA   ESERCITO   AVIAIZONE   SIRIA   IRAQ   TERRORISTI   MOSCA   IRAN    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA CDU DI ANGELA MERKEL CHIEDE DI SOSPENDERE ITALIA E GRECIA DALL'AREA SCHENGEN: NON FERMANO L'INVASIONE DI CLANDESTINI

LA CDU DI ANGELA MERKEL CHIEDE DI SOSPENDERE ITALIA E GRECIA DALL'AREA SCHENGEN: NON FERMANO
Continua

 
''LA MORTE DELL'UNIONE EUROPEA E' IN VISTA, E' IL GUSCIO SECCO DI UNA CIVILTA' ORMAI DISSECCATA'' (WALL STREET JOURNAL)

''LA MORTE DELL'UNIONE EUROPEA E' IN VISTA, E' IL GUSCIO SECCO DI UNA CIVILTA' ORMAI DISSECCATA''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!