50.685.318
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA CDU DI ANGELA MERKEL CHIEDE DI SOSPENDERE ITALIA E GRECIA DALL'AREA SCHENGEN: NON FERMANO L'INVASIONE DI CLANDESTINI

venerdì 16 ottobre 2015

BERLINO - La maggior parte dei profughi e la quasi totalità dei migranti senza diritto d'asilo nella Ue varcano le frontiere esterne dell'Unione europea in Italia e in Grecia: entrambi gli Stati sono membri dell'aerea Schengen, in cui il principio dello "spostamento senza controlli e barriere" rappresenta uno dei maggiori successi dell'Europa.

Ma all'interno dell'Unione di centro-destra tedesca cresce lo scetticismo circa la sostenibilita' del regime di libera circolazione delle persone di fronte alla gravita' assunta dalla crisi migratoria europea.

Dei 26 Stati che aderiscono all'Accordo di Schengen, la Cdu tedesca ne prende di mira soltanto due, Italia e Grecia, il cui ruolo nell'invasione dell'Europa da parte di centinaia di migliaia di clandestini ora è diventato insopportabile, agli occhi del principale partito tedesco, la Cdu guidata da Angela Merkel.

I due paesi sono accusati dai massimi vertici della Cdu di "non identificare i migranti e di lasciare che proseguano verso nord, in Austria e da li' in Germania".

In un'intervista al settimanale "Spiegel", il segretario generale della Cdu e vice-capogruppo della Cdu/Csu al Bundestag, Michael Kretschmer, ha proposto di escludere i due paesi dall'area Schengen.

E questo nonostante Roma e Atene ricevano migranti a migliaia la settimana sbarcati nei loro porti dalle navi europee dell'operazione Triton - tedesche incluse - e abbiano accettato di ospitare sul loro territorio centri sovranazionali per l'identificazione dei migranti gestiti dall'Ue.

"Per il controllo dei confini esterni della Ue vogliamo dare ai due Paesi tutti gli aiuti tecnici e finanziari possibili. Ma se questi due paesi non collaborano alla difesa dei confini, dovremo sospendere la loro appartenenza all'area Schengen", ha dichiarato l'esponente cristiano-democratico.

Negli ultimi mesi, nei loro viaggi in Italia e Grecia e nei colloqui con i loro collegi parlamentari, alcuni esponenti della Cdu/Csu hanno avuto l'impressione che in questi due paesi il principio dell'Accordo di Schengen non venga piu' preso sul serio, cosi' come avviene per il Trattato di Dublino, secondo cui i profughi che varcano i confini europei devono fare domanda di asilo nel paese di primo approdo.

Inoltre, specialmente per quanto riguarda l'Italia, gli hotspot che dovrebbero selezionare chi ha diritto d'asilo da chi deve essere rimpatriato, arrivano quando ormai oltre 250.000 migranti sono già arrivati sul suolo italiano e per essi l'Italia non s'impegna a "ritracciarli" e "condurli dentro gli hotspot anche con la forza" come viceversa è scritto negli accordi presi dal governo italiano in sede europea. Da qui, la "necessità" per la Cdu di espellere anche l'Italia, oltre la Gtrecia, dall'area Schengen.

E' evidente che questa presa di posizione del partito di Angela Merkel per bocca del suo massimo esponente politico e pubblicata sul settimanale Spiegel rappresenta una profonda frattura all'interno della Ue tra l'Italia di Renzi e la Germania che può rapidamente portare a un vero e proprio crollo dell'Unione europea. Se Italia e Grecia verranno espulse da Schengen, la permanenza nella Ue perde di significato e la stessa Ue di fatto è abolita.

Redazione Milano


LA CDU DI ANGELA MERKEL CHIEDE DI SOSPENDERE ITALIA E GRECIA DALL'AREA SCHENGEN: NON FERMANO L'INVASIONE DI CLANDESTINI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MERKEL   CDU   GERMANIA   GRECIA   ITALIA   RENZI   MIGRANTI   CLANDESTINI   INVASIONE   SPIEGEL   PROFUGHI   FRONTIERE   SCHENGEN   TRATTATO   UE    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
 
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
 
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua
 
LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON VENGONO DIVULGATE)

LA BREXIT PRODUCE GRANDI INVESTIMENTI INDUSTRIALI... TEDESCHI IN GRAN BRETAGNA (LE NOTIZIE CHE NON

lunedì 31 luglio 2017
LONDRA - E' passato poco piu' di un anno da quando i cittadini britannici hanno votato per uscire dalla UE e tutte le previsioni catastrofiche fatte all'indomani di questo storico referendum non si
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ANGELA MERKEL NEL MIRINO: SI ALLARGA LA RIBELLIONE DENTRO IL SUO PARTITO CDU E IN QUELLO ALLEATO, LA CSU. DIMISSIONI?

ANGELA MERKEL NEL MIRINO: SI ALLARGA LA RIBELLIONE DENTRO IL SUO PARTITO CDU E IN QUELLO ALLEATO,
Continua

 
PUTIN AI SUOI GENERALI: ''PORTATEMI AL BAGHDADI VIVO O MORTO A MOSCA''

PUTIN AI SUOI GENERALI: ''PORTATEMI AL BAGHDADI VIVO O MORTO A MOSCA''


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!