50.704.870
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
ATTACCO TERRORISTICO A Barcellona: 'Cadena Ser', almeno 13 morti in attentato

ANGELA MERKEL NEL MIRINO: SI ALLARGA LA RIBELLIONE DENTRO IL SUO PARTITO CDU E IN QUELLO ALLEATO, LA CSU. DIMISSIONI?

giovedì 15 ottobre 2015

BERLINO - Tra le fila della Cdu di Angela Merkel crescono i dubbi e lo scontento per la linea adottata dalla Cancelliera di fronte alla crisi migratoria. Ieri sera a Berlino la Cancelliera tedesca ha dovuto difendere la sua azione politica di fronte ai colleghi di partito: alcuni parlamentari si sono ribellati al suo rifiuto di respingere i profughi al confine tra Austria e Germania ed ora chiedono se Merkel goda ancora di sufficiente sostegno da parte degli elettori.

"Quando un governo eletto dice di non voler piu' proteggere il suo territorio nazionale, allora il popolo si sceglie un altro governo", ha tuonato l'esponente della Csu esperto di politica interna Hans-Peter Uhl al quotidiano "Handelsblatt".

La Cancelliera tedesca - scrive l'opinionista Jasper von Altenbockum del quotidiano "Frankfurter Allgemeine Zeitung" - si scopre all'improvviso una novella Gerhard Schroeder nel segno della crisi dei rifugiati.

Consensi in forte calo nei sondaggi, opposizione all'interno del gruppo parlamentare e un partito che protesta quanto l'opposizione: come Schroeder impose al suo partito la sua famosa "Agenda", che ancora oggi pesa sull'immagine dell'ex Cancelliere, Angela Merkel ha imposto la sua Agenda progressista, di sinistra, all'Unione di centro-destra.

L'Unione - scrive l'opinionista - ha piu' volte dovuto mettere alla prova la sua capacita' di sopportazione con l'abolizione dell'obbligo di leva, la svolta energetica, le quote rosa, la crisi del debito sovrano. La linea d'azione della Merkel - scrive von Altenbockum - aveva gia' dimostrato in tutti questi casi di non essere dettata dagli imperativi della ragione e del calcolo politico, quanto piuttosto dell'emotivita': per anni la leader della Cdu e' stata additata come una fredda e pragmatica calcolatrice, carente di visione sociale e di progetti, fa l'eco l'opinionista Rudiger Scheidges sul quotidiano "Handelsblatt".

Con la crisi dei rifugiati, pero', l'immagine di Merkel si e' ribaltata, e la Cancelliera appare mossa da visioni quasi utopiche, insensibile alle istanze assai reali provenienti dal suo partito e dal paese: "Ce la facciamo" ha dichiarato Merkel ai cittadini per spronarli ad accettare la sfida dell'accoglienza: "E se non lo vogliamo, allora questo non e' piu' il mio paese!", ha avvertito la Cancelliera. Nella sua gerarchia di valori, ne emerge uno che nessuno si aspettava: un profondo idealismo fatto di "etica della responsabilita'", e che rivendica lo scavalcamento delle istanze immediate in nome di una visione futura, sia o meno condivisa dalla collettivita' tedesca. 

Ed ora, siamo al dunque: quanto potrà durare ancora il cancellierato di Angela Merkel? Questa, la domanda che tutti i principali commentatori politici di Germania stanno ponendo. E la risposta, a sentire gli esponenti della stessa Cdu e Csu che formano la maggioranza su cui si basa il governo Merkel, è unanime: molto poco.

Redazione Milano


ANGELA MERKEL NEL MIRINO: SI ALLARGA LA RIBELLIONE DENTRO IL SUO PARTITO CDU E IN QUELLO ALLEATO, LA CSU. DIMISSIONI?


Cerca tra gli articoli che parlano di:

CDU   CSU   MIGRANTI   MERKEL   RIBELLIONE   PROTESTA   BERLINO   GERMANIA   CENTRODESTRA   SINISTRA   FAZ    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO NORDADRICANO.

STRAGE ISLAMICA A BARCELLONA, PIU' DI 10 MORTI. L'AUTORE (CON ALTRI IN FUGA) E' UN ISLAMICO

giovedì 17 agosto 2017
BARCELLONA - La polizia catalana ha identificato il terrorista o uno dei terroristi che alla guida di un furgone ha investito e ucciso numerosi passanti sulla Rambla prima di darsi alla fuga a piedi.
Continua
 
MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA NAZIONALISTA DELLA FRANCIA

MACRON: PRIMA I LAVORATORI FRANCESI, POI TUTTI GLI ALTRI, INCLUSI QUELLI EUROPEI. STERZATA

lunedì 14 agosto 2017
LONDRA - Quando Emmanuel Macron e' stato eletto presidente della Francia tutti i sinistri di casa nostra hanno fatto a gara a dichiarare tale risultato come una vittoria contro il razzismo e il
Continua
PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO ''AFRICANO'' DELL'ITALIA

PADOAN AMMETTE D'AVER SBAGLIATO I CONTI DELLO STATO: MANCANO 5 MILIARDI, CHE SONO IL COSTO

sabato 12 agosto 2017
Il mitico ministro delle finanze “pierpiero” padoan, ha pubblicamente dichiarato, in perfetto rispetto della sua tradizione di non averne azzeccata una da quando siede su quella poltrona,
Continua
 
DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI PRESENTI NEL PAESE

DOPO LA MALESIA, ANCHE L'ALGERIA HA DECISO DI ESPELLERE - RIMPATRIANDOLI - I CLANDESTINI AFRICANI

lunedì 7 agosto 2017
LONDRA - Giorni fa avevamo riportato la notizia che la Malesia sta cacciando via tutti gli immigrati clandestini che da anni vivono nel suo territorio. Ebbene questo non e' affatto un caso isolato
Continua
RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I PRESTITI SEGNANO -2%

RIPRESA? SI' DELLE SOFFERENZE BANCARIE: I CREDITI MARCI SFONDANO IL MURO DEI 200 MILIARDI (+1%) E I

sabato 5 agosto 2017
Ripresa? Non si direbbe, dato che a salire non è l'economia italiana ma le sofferenze bancarie, e cioè i crediti elargiti dalle banche e non rimborsati da chi li ha ricevuti. "Tornano a
Continua
 
DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI: LE CASSE SONO VUOTE

DAL 2018 AL 2022 PIU' DI 900 MILIARDI DI TITOLI DI STATO DA RIFINANZIARE. IMPOSSIBILE RIMBORSARLI:

giovedì 3 agosto 2017
Secondo un’inchiesta di Unimpresa, nella prossima legislatura: 2018-2022, andranno a scadenza 900.143.000.000 di euro di debito pubblico, mettendo a serio rischio la stabilità ed il
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
TUTTA EUROPA PRONTA ALLA RIBELLIONE ALLA UE: GRAN BRETAGNA, DANIMARCA, POLONIA, AUSTRIA E FRANCIA

TUTTA EUROPA PRONTA ALLA RIBELLIONE ALLA UE: GRAN BRETAGNA, DANIMARCA, POLONIA, AUSTRIA E FRANCIA

 
LA CDU DI ANGELA MERKEL CHIEDE DI SOSPENDERE ITALIA E GRECIA DALL'AREA SCHENGEN: NON FERMANO L'INVASIONE DI CLANDESTINI

LA CDU DI ANGELA MERKEL CHIEDE DI SOSPENDERE ITALIA E GRECIA DALL'AREA SCHENGEN: NON FERMANO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!