65.491.803
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

CLAMOROSA PROTESTA DELLA POLIZIA FRANCESE: TUTTI IN PIAZZA CONTRO I GIUDICI DI SINISTRA E IL GOVERNO SOCIALISTA

mercoledì 14 ottobre 2015

PARIGI - Migliaia di poliziotti di tutti i gradi rispondono oggi all'appello per una giornata di mobilitazione convocata da tutti i loro sindacati per protestare "contro la giustizia che deraglia" e per denunciare le promesse non mantenute dal governo: manifestazioni sono previste in tutti i capoluoghi regionali davanti ai tribunali ed a Parigi in Place Vendome sotto le finestre del ministro Guardasigilli, Christiane Taubira.

Dopo gli attentati del gennaio scorso a Parigi, alle forze dell'ordine e' stato chiesto uno sforo eccezionale, soprattutto in termini di lotta al terrorismo islamista e di protezione degli obbiettivi "sensibili": ma dopo quasi dieci mesi i sindacati di polizia denunciano che non si vede fine ai ritmi di lavoro massacranti, dovuti essenzialmente ai vuoti negli organici che non sono stati colmati nonostante le promesse dell'esecutivo; e a fronte di questi sacrifici, i benefici economici ricevuti dai poliziotti sono stati risibili.

Gli agenti però criticano soprattutto le annunciate riforme del codice di procedura penale ispirate alla "dottrina Taubira", che il quotidiano conservatore "Le Figaro" riassume nella formula "la liberta' condizionale e' la regola, la prigione l'eccezione".

A scatenare la rabbia degli agenti di polizia e' stata la sparatoria avvenuta il 5 ottobre scorso a Ile-Saint-Denis, nel dipartimento Seine-Saint-Denis alle porte della capitale francese, nella quale un poliziotto della squadra anticriminalita' e' stato gravemente ferito da un detenuto evaso a cui era stato concesso un permesso temporaneo benche' fosse schedato "S" (cioe' altamente pericoloso, ndr).

I sindacati puntano il dito soprattutto su quella parte della magistratura di sinistra che, in applicazione della "dottrina Taubira", a loro parere rende troppo spesso vani gli sforzi degli agenti sul campo.

Ieri il ministro dell'Interno, Bernard Cazenèuve, all'inaugurazione dell'anno accademico della Scuola di polizia di Parigi ha cercato di sopire la rabbia degli agenti esponendo le sue idee per la polizia: oggi si vedra' se e' riuscito a circoscrivere l'incendio o se qualcosa si e' definitivemente rotto tra i poliziotti ed il governo. 

L'opinione pubblica, secondo i molti sondaggi su questa protesta dei poliziotti, è tutta schiarata con le forze dell'ordine contro il governo socialista. Da qui, la preoccupazione del premier Valls e di Hollande. Non era mai accaduto, in Francia, che l'intero apparato della sicurezza interna si ribellasse al governo.

Redazione Milano


CLAMOROSA PROTESTA DELLA POLIZIA FRANCESE: TUTTI IN PIAZZA CONTRO I GIUDICI DI SINISTRA E IL GOVERNO SOCIALISTA


Cerca tra gli articoli che parlano di:

FRANCIA   PROTESTA   POLIZIA   PARIGI   MINISTRO   GIUSTIZIA   INTERNO   SOCIALISTI   HOLLANDE   VALLS   SINDACATI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE, UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ADESSO I CORROTTI FINIRANNO DAVVERO IN GALERA

NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE, UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ADESSO I CORROTTI FINIRANNO

giovedì 13 dicembre 2018
La nuova legge anti corruzione, definita "spazzacorrotti" incassa anche il secondo via libera da parte del Senato, e si appresta a compiere l'ultimo giro di boa verso l'approvazione definitiva alla
Continua
 
LA NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE E' UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ORA I CORROTTI FINIRANNO DAVVERO IN GAL

LA NUOVA LEGGE ANTI CORRUZIONE E' UN GRANDE SUCCESSO DEL GOVERNO LEGA-M5S: ORA I CORROTTI FINIRANNO

giovedì 13 dicembre 2018
La nuova legge anti corruzione, definita "spazzacorrotti" incassa anche il secondo via libera da parte del Senato, e si appresta a compiere l'ultimo giro di boa verso l'approvazione definitiva alla
Continua
IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E SMENTISCONO MOSCOVICI)

IL PREMIER CONTE NEGOZIA CON LA UE, SPREAD AFFONDA A 261 PUNTI, I MERCATI PREMIANO L'ITALIA (E

giovedì 13 dicembre 2018
"Continuiamo a sostenere con convinzione la nostra proposta. Piena fiducia nel lavoro di Conte. Siamo persone di buon senso e soprattutto teniamo fede a ciò che avevamo promesso ai cittadini,
Continua
 
MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA  LUI) SALVATO MACRON POTRA' AIUTARLO?

MOSCOVICI ''TIENE FAMIGLIA'' E TRA POCHI MESI SARA' DISOCCUPATO: CHI PIU' DEL (DA LUI) SALVATO

mercoledì 12 dicembre 2018
BRUXELLES - Per tentare di soddisfare le rivendicazioni dei gilet gialli e provare a porre fine alla loro protesta,Macron è stato costretto, pena una vera "rivoluzione" di piazza in tutta la
Continua
REGIONE LOMBARDIA STANZIA 26 MILIONI DI EURO PER LE  PICCOLE E MEDIE IMPRESE. FONTANA: ATTENZIONE A PMI E' FONDAMENTALE

REGIONE LOMBARDIA STANZIA 26 MILIONI DI EURO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE. FONTANA: ATTENZIONE A

mercoledì 12 dicembre 2018
MILANO - Oltre 26 milioni di euro per rifinanziare importanti bandi a favore delle micro, piccole e medie imprese. La Giunta della Regione Lombardia, su proposta dell'assessore allo Sviluppo
Continua
 
LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO DI BILANCIO PRESENTATO''

LA COMMISSIONE UE DA' DEL BUGIARDO A MACRON: ''LE SUE SONO SOLO PAROLE, PER NOI VALE IL DOCUMENTO

martedì 11 dicembre 2018
BRUXELLES - Nella sostanza, la Commissione Ue ha dato del "parolaio" e implicitamente del bugiardo al presidente francese Macron.  "La situazione e' questa: in Francia per ora abbiamo un
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
GERMANIA ABOLISCE SCHENGEN E LA CDU DELLA MERKEL VUOLE ''IDENTIFICARE'' I MIGRANTI PRIMA CHE VARCHINO I CONFINI TEDESCHI

GERMANIA ABOLISCE SCHENGEN E LA CDU DELLA MERKEL VUOLE ''IDENTIFICARE'' I MIGRANTI PRIMA CHE
Continua

 
I TEDESCHI NON NE POSSONO PIU' DI ''MIGRANTI'': PER IL 56% SONO GIA' TROPPI QUELLI ARRIVATI. SOLO 19% NE VORREBBE ANCORA

I TEDESCHI NON NE POSSONO PIU' DI ''MIGRANTI'': PER IL 56% SONO GIA' TROPPI QUELLI ARRIVATI. SOLO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!