43.403.555
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LA BAVIERA SI RIBELLA AI MIGRANTI: FERMANO I TRENI, SCAPPANO, SCONTRI NEI CENTRI ACCOGLIENZA. BASTA, LI BUTTIAMO FUORI.

venerdì 9 ottobre 2015

MONACO DI BAVIERA - Horst Seehofer, leader della CSU bavarese ancora - forse per poco - al governo con Angela Merkel -  e' un fiume in piena nel dibattito,  ma è meglio dire violenta lite politica, sui migranti che a decine di migliaia hanno invaso la Baviera dall'Austria: analogamente a quanto fatto dal ministro dell'Interno tedesco Thomas de Maizière (della Cdu), anche il segretario della Csu ha aspramente criticato il comportamento di molti richiedenti asilo politico.

"De Maizière ha detto quello che le persone vedono ogni giorno: i richiedenti asilo scelgono da soli dove stare, sui treni tirano i freni di emergenza per scendere dove vogliono, si rifiutano di salire sugli autobus, ci sono disordini che sfociano addirittura in scioperi della fame nei centri di accoglienza perche' il cibo non e' gradito o perche' le decisioni assunte dalle autorita' non sono condivise dai profughi", ha dichiarato Seehofer.

Per questo, oggi in una seduta straordinaria l'esecutivo bavarese approverà una serie di "misure di emergenza": uno degli obiettivi di Seehofer e' di operare un'ulteriore stretta al confine con l'Austria per respingere i migranti prima del loro ingresso nel paese.

Inoltre, Seehofer ha annunciato di voler far defluire i nuovi immigrati direttamente negli altri lander: "A queste misure se ne aggiungeranno altre di emergenza per limitare l'immigrazione come ad esempio i respingimenti al confine con l'Austria e l'immediato invio dei richiedenti asilo negli altri lander", ha dichiarato il governatore bavarese, che nel corso della riunione straordinaria del suo esecutivo ha parlato di integrazione, istruzione e formazione.

Non e' ancora chiaro, pero' quante delle misure ideate dal governatore potranno essere attuate senza il sostegno del governo centrale: la polizia federale alla frontiera, infatti, non risponde alle direttive della Baviera ma a quelle del ministro dell'Interno de Maizière. Tuttavia, il governatore della Baviera ha già detto che non si fermerà, anche a costo di violare le leggi federali sull'ordine pubblico, perchè "la misura è colma".

Intanto l'Austria ha gia' annunciato di essere pronta a rispondere alle possibili "misure di emergenza" della Baviera: "Se la Baviera iniziera' a rallentare i flussi di migranti e ad intensificare i controlli, allora anche l'Austria sara' obbligata a rallentare le procedure e ad aumentare i controlli", ha dichiarato il ministro dell'Interno austriaco Johanna Mikl-Leitner. 

Questo produrrà un effetto a catena sulla Craozia, che ogni giorno vede passare dai 10.000 a 20.000 migranti dalle sue frontiere con la Serbia diretti proprio verso l'Austria-Germania.

E' evidente che tra poco la situazione prodotta dalle enormi ondate ci clandestini mediorientali tracollerà con conseguenze imprevedibili per la stabilità dei governi d'Austria e Germania.

Redazione Milano.


LA BAVIERA SI RIBELLA AI MIGRANTI: FERMANO I TRENI, SCAPPANO, SCONTRI NEI CENTRI ACCOGLIENZA. BASTA, LI BUTTIAMO FUORI.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BAVIERA   CSU   SEEHOFER   CDU   MERKEL   CLANDESTINI   MIGRANTI   PROFUGHI   VIOLENZA   MONACO   BERLINO   GERMANIA   AUSTRIA   CROAZIA   GOVERNO   CADE   TRENI   SCONTRI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO PRESIDENTE DEL PAESE''

DONALD TRUMP: ''IL 20 GENNAIO 2017 SARA' RICORDATO COME IL GIORNO IN CUI IL POPOLO DIVENNE DAVVERO

venerdì 20 gennaio 2017
WASHINGTON - "Il 20 gennaio del 2017 sarà ricordato come il giorno in cui il popolo divenne di nuovo davvero il presidente del Paese. Le persone dimenticate in questi anni non lo saranno
Continua
 
IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER LASCIARE LA UE''

IL MINISTRO DELL'ECONOMIA PADOAN AMMETTE: ''CI POSSONO ESSERE NUOVI REFERENDUM IN EUROPA PER

venerdì 20 gennaio 2017
Il "rischio politico" rappresentato dall'ascesa dei movimenti populisti ed euroscettici nell'Unione Europea e' al centro delle interviste concesse al "Wall Street Journal" e a "Bloomberg" dal
Continua
GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI NEGOZIATI PER LA BREXIT''

GOVERNO MAY: ''ABBIAMO AFFRONTATO I NAZISTI NELLA GUERRA MONDIALE, NON SAREMO SCHIACCIATI DAI

giovedì 19 gennaio 2017
Brexit in evidenza sulla stampa britannica, ma stavolta per le reazioni europee al discorso della premier del Regno Unito, Theresa May, e agli interventi di alcuni dei suoi ministri delle ultime
Continua
 
L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

L'ANALISI DI LUCA CAMPOLONGO / ECCO COSA E' ACCADUTO (E ACCADRA') A MPS E BANCHE VENETE

mercoledì 18 gennaio 2017
Riguardo le vicende del salvataggio del Monte dei Paschi di Siena, la banca più antica al mondo devastata dalla gestione in salsa piddina dei suoi vertici, abbiamo notato esercizi di stile
Continua
SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI, 62%: ISLAM PERICOLO)

SONDAGGIO IN FRANCIA: OLTRE IL 60% PER UNA SVOLTA NAZIONALISTA, COME IN USA (64%: TROPPI IMMIGRATI,

mercoledì 18 gennaio 2017
PARIGI - I venti nazionalisti che hanno portato Donald Trump al potere negli Stati Uniti, nei prossimi mesi stanno soffiando forte anche in Francia? Se lo chiede oggi, mercoledi' 18 di un freddissimo
Continua
 
PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI POSTI DI LAVORO

PER LES ECHOS POTREBBE ARRIVARE PRESTO L'ITALEXIT MENTRE NEL REGNO UNITO COL BREXIT 387.000 NUOVI

martedì 17 gennaio 2017
Dopo la Brexit, potrebbe arrivare presto una Italexit, ovvero l'uscita dell'Italia dalla Ue, questioen che si riaffaccia regolarmente sulle prime pagine dei giornali europei: lo scrive il quotidiano
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
SONDAGGI MORTALI PER HOLLANDE-SARKOZY: 70% DEI FRANCESI NON VUOLE NESSUNO DEI DUE PRESIDENTE: E' L'ORA DI MARINE LE PEN!

SONDAGGI MORTALI PER HOLLANDE-SARKOZY: 70% DEI FRANCESI NON VUOLE NESSUNO DEI DUE PRESIDENTE: E'
Continua

 
NASCE IN GRAN BRETAGNA ''VOTE LEAVE'' CAMPAGNA PER IL BREXIT FINANZIATA DA GRANDI INDUSTRIALI E POLITICI, ANCHE LABURISTI

NASCE IN GRAN BRETAGNA ''VOTE LEAVE'' CAMPAGNA PER IL BREXIT FINANZIATA DA GRANDI INDUSTRIALI E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

E IL GOVERNO LA CHIAMA ''RIPRESA'': RALLENTERA' LA CRESCITA DEI

20 gennaio - Rallenta la crescita dei consumi delle famiglie, che si stabilizzerà
Continua

EUROPOL: ''34.000 POTENZIALI TERRORISTI ISLAMICI ARRIVATI COI

19 gennaio - ''Un esercito di 34 mila potenziali terroristi è sbarcato in Europa
Continua

AUMENTATI I LICENZIAMENTI NEL 2016 ALLA FACCIA DELLO STROMBAZZATO

19 gennaio - Nei primi undici mesi del 2016 i licenziamenti complessivi relativi a
Continua

CONTINUA LA CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE CON PUNTE DEL -10% IN

19 gennaio - BRUXELLES - Prosegue l'aumento dei prezzi delle case nel terzo trimestre
Continua

DONALD TRUMP: ''NON USEREI TWITTER SE LA STAMPA FOSSE ONESTA, MA

18 gennaio - WASHINGTON - Nonostante ne faccia un uso quasi compulsivo, il futuro
Continua

L'M5S STA COL PD E VOTA CONTRO I CIE COME VUOLE LA SERRACCHIANI (5

18 gennaio - ''Al M5S non basta l'invasione incontrollata di clandestini che sta
Continua

PADOAN A DAVOS LASCIA INTENDERE CHE STA PREPARANDO UNA RAPINA AGLI

18 gennaio - DAVOS - SVIZZERA - Padoan ha fatto una dichiarazione sibillina poco fa
Continua

SALVINI: ''TAJANI E' SOLO L'ENNESIMO DOMESTICO AL SERVIZIO DELLA

18 gennaio - ''La Lega si è rifiutata di votare due servi dello stesso padrone
Continua

BORIS JOHNSON: ''CODA DI STATI PER SIGLARE ACCORDI COMMERCIALI CON

18 gennaio - LONDRA - Dopo il chiarificatore discorso di ieri del primo ministro
Continua

ORDA DI 2.397 AFRICANI ARRIVATA DAL 1° GENNAIO AD OGGI (CATASTROFE)

17 gennaio - Sono gia' 2.397 gli africani sbarcati sulle coste italiane in questo
Continua
Precedenti »