68.270.699
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

DISOCCUPAZIONE AUMENTA CON I PROFUGHI ARRIVATI IN GERMANIA. SINDACATI ALLARMATISSIMI COSTI ALLE STELLE PERICOLO SOCIALE

giovedì 1 ottobre 2015

BERLINO - Il vice-presidente dell'associazione cristiano-democratica dei lavoratori (Cda, costola sindacale della Cdu), Christian Baeumler, ha definito "un attacco alla pace sociale" la richiesta della Cdu - partito maggioranza relativa con a capo Angela Merkel - di abolire il salario minimo di 8,50 euro l'ora per favorire l'ingresso dei rifugiati nel mercato del lavoro tedesco.

"Chi vuole creare in Germania una societa' a due classi di lavoratori deriva intellettualmente dal Fruhkapitalismus", ("capitalismo primitivo" in senso dispregiativo)  ha dichiarato Baeumler al quotidiano "Handelsblatt".

L'esponente della Cdu - va sottolineato - ha messo cosi' in guardia Angela Merkel dal rischio di danneggiare l'integrazione dei profughi introducendo delle deroghe al minimo salariale.

"I migranti hanno bisogno di avere accesso alla lingua, alla formazione e al lavoro", ha precisato Baeumler.

"Se i posti di lavoro con il salario minimo saranno sostituiti da posizioni senza tutele salariali, saremo di fronte ad un programma congiunturale per i populisti di destra", ha avvertito Baeumler.

L'arrivo di centinaia di migliaia di rifugiati, pero', spaventa non poco gli esperti del mercato del lavoro tedesco che, almeno per il momento, si presenta in forma smagliante: a settembre la disoccupazione in Germania e' calata di 88 mila unita' a 2,708 milioni di persone. Numero comunque alto, ma a rischio di diventarlo molto di più a breve per colpa dei "profughi".

Giusto in concomitanza con l'anniversario dell'unita' tedesca, la Germania ha registrato il tasso di disoccupazione piu' basso da quasi 25 anni a questa parte.

Anche la sottoccupazione e' calata a circa 3,5 milioni di persone, si legge nei nuovi dati dell'Agenzia Federale del Lavoro.

Tuttavia, dietro le quinte, tutti in Germania si stanno preparando agli effetti dell'afflusso di profughi che nel 2016 mettera' alla prova i centri per l'impiego.

"Ci stiamo preparando a quello che verrà", ha ammesso Frank-Juergen Weise durante la presentazione del bilancio mensile ieri a Norimberga.

Questo sviluppo si sta gia' riflettendo sui numeri: correggendo i dati per le variabili stagionali, a settembre il numero dei disoccupati e' cresciuto di 2 mila unita'. In tutto il 2015, l'immigrazione ha accresciuto il livello di disoccupazione di 40 mila unita' e per il 2016 si prevede addirittura un aumento di 70 mila disoccupati. E il costo sociale, per non dire il conto economico a carico dello stato, della disoccupazione importata con i profughi è molto alto già oggi, dato che secondo le stime degli uffici competenti ogni "profugo" grava per non meno di 18.000 euro annui sulle casse pubbliche. 

Se agli oltre 500.000 profughi già arrivati in Germania non verrà trovato lavoro, il costo per le pur floride casse dello stato sarà comunque altissimo e alla lunga - 2 anni ad oggi - insostenibile.Al tempo stesso, il tasso di dicoccupazione diverrà molto più alto rispetto i minimi odierni. Potrebbe risalire da uno fino a tre punti percentuali. 

Redazione Milano.


DISOCCUPAZIONE AUMENTA CON I PROFUGHI ARRIVATI IN GERMANIA. SINDACATI ALLARMATISSIMI COSTI ALLE STELLE PERICOLO SOCIALE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

PROFUGHI   GERMANIA   BERLINO   CDU   SCU   LAVORO   SINDACATO   COSTO   SALARIO   MINIMO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IN AUSTRIA TRAVOLGENTE VITTORIA ELETTORALE DELLA DESTRA NAZIONALISTA DEL FPOE. IL PARTITO DELLA LIBERTA SUPERA IL 30%

IN AUSTRIA TRAVOLGENTE VITTORIA ELETTORALE DELLA DESTRA NAZIONALISTA DEL FPOE. IL PARTITO DELLA
Continua

 
''IL PIANO SOROS-CIA PER DESTABILIZZARE L'EUROPA'' (STRAORDINARIO CONTRIBUTO D'ANALISI DI WAYNE MADSEN, EX NSA AMERICANA)

''IL PIANO SOROS-CIA PER DESTABILIZZARE L'EUROPA'' (STRAORDINARIO CONTRIBUTO D'ANALISI DI WAYNE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »