49.958.714
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

PER RIFLETTERE / ''L'ITALIA E' MOLTO PATRIA E POCO NAZIONE'' - di Aldo Sarullo, scrittore e drammaturgo siciliano.

martedì 29 settembre 2015

Se una squadra di calcio fosse in campo con undici giocatori abbigliati, ciascuno, con una maglietta diversa a seconda dei gusti privati, quale credibilità avrebbe, quale coinvolgimento, quale fortuna?

L'ovvietà della risposta ci esenta dal darla.

Qualcuno ogni tanto ci ricorda il significato della parola Patria, il suo definire l'appartenenza agli stessi Padri, allo stesso passato.  E come la Patria sia quel valore che ci accomuna nelle origini, più o meno lontane.  In nome di essa veniamo richiamati ai valori e al vanto dell'appartenenza alla Storia dell'Italia e alle sue conseguenze.  

Ma esiste un'altra parola, anch'essa carica di valori e sorella della prima, sulla quale è bene articolare un paio di riflessioni, la parola "nazione".  

Al contrario di patria - cioè  madre, figlia e testimone del passato -  la nazione, originata da "natus", accomuna coloro che vivono contemporaneamente, i nati insieme, uniti da molteplici identici valori attuali e con alcuni identici obiettivi.  

E tra i valori dei nati insieme troviamo, forte, anche la tutela, appassionata perché sentita, dell'essere comunità, dell'essere squadra.

Sappiamo che nazione sono la Germania, la Francia, l'Inghilterra, la Spagna, il Giappone, gli Stati Uniti... . E sappiamo come, partendo dagli aspetti apparentemente meno importanti - come la difesa della Lingua - i cittadini di questi Stati vivano la propria appartenenza  con la quotidiana e diffusa energia protettiva.

Anche la loro democrazia se ne avvantaggia e proprio la pratica democratica, fortemente motivata dal sentirsi nati insieme, dà allo Stato che ne beneficia un plus valore in ogni campo, anche economico.    

Ora, sappiamo bene che le Istituzioni italiane praticano doverosamente l'uso della parola nazione anche riguardo all'Italia, ma sappiamo pure che ciò è più vicino al "bisogno che lo sia" più che alla "certezza che lo sia".

In vero, l'Italia è molto patria e poco nazione. Riesce ad esserlo un po', nazione, nelle circostanze eccezionali, drammatiche, tragiche o d'altro genere - come gli eventi sportivi importanti - ma non lo è nella sua quotidianità.  

Questo tema, apparentemente secondario rispetto alle note emergenze italiane, cela invece potenziali e straordinarie risorse  positive proprio per affrontare anche le difficoltà. Certo, edificare un costume mentale e di coscienza di un popolo è operazione difficile, lunga e incerta. E necessita di uomini di Stato illuminati e tenaci.

Volere l'Italia come nazione democratica compiuta, in fondo, sarebbe la Riforma delle riforme.

Ma la politica non lo sa. O finge. 

 

Aldo Sarullo 


PER RIFLETTERE / ''L'ITALIA E' MOLTO PATRIA E POCO NAZIONE'' - di Aldo Sarullo, scrittore e drammaturgo siciliano.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

ALDO   SARULLO   SCRITTORE   DRAMMATURGO   SICILIA   PATRIA   NAZIONE   ITALIA   RIFORMA   FRANCIA   INGHILTERRA   SPAGNA   STATI UNITI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE SOPHIA AL 31.12.2018''

DER SPIEGEL: ''IL GOVERNO ITALIANO HA RINUNCIATO A PORRE IL VETO AL PROLUNGAMENTO DELLA MISSIONE

mercoledì 26 luglio 2017
BERLINO - La missione navale europea Sophia al largo della Libia continuera' fino alla fine del 2018. Lo hanno riferito al settimanale tedesco Der Spiegel fonti diplomatiche, secondo quali l'Italia
Continua
 
DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA CATASTROFE SENZA FINE.

DAL 1° GENNAIO AL 30 GIUGNO 2017 SONO FALLITE IN ITALIA 6.188 IMPRESE: 35 AL GIORNO. UNA

martedì 25 luglio 2017
Nel secondo trimestre del 2017 sono state 3.190 le aziende che hanno portato i libri in tribunale (facendo così salire a 6.188 il numero nei primi sei mesi dell'anno). Una cifra che, dopo il
Continua
''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PRONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW YORK TIMES)

''CRISI IN LIBIA: MACRON SPIAZZA IL GOVERNO PD ITALIANO CHE VIVE ORA UNA PRONDA FRUSTRAZIONE'' (NEW

martedì 25 luglio 2017
NEW YORK - La decisione del governo francese di organizzare oggi a Parigi un incontro tra il premier libico sostenuto dall'Onu, Fayez al Serraj, e il generale Khalifa Haftar, "uomo forte" della Libia
Continua
 
NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA ACCADE IN MALESIA

NIENTE ACCOGLIENZA: I CLANDESTINI VENGONO ARRESTATI ED ESPULSI, NEGLI STATI ISLAMICI. ECCO COSA

lunedì 24 luglio 2017
I mass media non fanno che ripetere fino alla nausea che l'Italia deve accogliere tutti gli immigrati che arrivano e convenientemente ignorano il fatto che altri paesi usano la mano dura per cacciare
Continua
A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU RADDOPPIATA, IVA 25%)

A OTTOBRE IL PD DI RENZI DOVRA' VARARE UNA ''MANOVRA'' DA 48 MILIARDI IMPOSTA DALLA UE (IMU

venerdì 21 luglio 2017
In queste settimane, l’ex sindaco di firenze e mai rimpianto premier, si muove sottotraccia per far star sereno Gentiloni, alla stessa maniera in cui fece star sereno Letta, ovvero trovare
Continua
 
SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI SACRIFI DEI POLIZIOTTI

SINDACATI DI POLIZIA: LIBERO L'AFRICANO ACCOLTELLATORE DI MILANO, STATO NON MERITA I QUOTIDIANI

giovedì 20 luglio 2017
"Un sistema in cui la vita di un Servitore dello Stato vale poco o nulla, in cui chi si aggira armato in mezzo alla strada menando fendenti e aggredendo un poliziotto torna tranquillamente in
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''LA PARTE GIUSTA DEL PONTE SULLO STRETTO'' - Inizia la collaborazione di Aldo Sarullo, scrittore e drammaturgo siciliano.

''LA PARTE GIUSTA DEL PONTE SULLO STRETTO'' - Inizia la collaborazione di Aldo Sarullo, scrittore e
Continua

 
LA VOGLIA DI LASCIARE LA UE DILAGA ANCHE TRA I VERTICI DELLA FINANZA BRITANNICA (IN ITALIA NESSUNO PONE CERTE DOMANDE)

LA VOGLIA DI LASCIARE LA UE DILAGA ANCHE TRA I VERTICI DELLA FINANZA BRITANNICA (IN ITALIA NESSUNO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!