63.346.247
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

ANGELA MERKEL E I VERTICI DEL SUO GOVERNO SAPEVANO DELLA COLOSSALE TRUFFA VOLKSWAGEN, E NON HANNO FATTO NULLA.

mercoledì 23 settembre 2015

BERLINO - I Verdi tedeschi accusano il governo di Angela Merkel di essere stato a conoscenza delle manipolazioni dei valori di emissioni inquinanti delle vetture prodotte da Volkswagen molto prima dello scandalo scoppiato pochi giorni fa negli Stati Uniti.

Gia' in luglio, infatti, il governo tedesco avrebbe ammesso - su interpellanza dei Verdi - che la procedura di misurazione delle emissioni presentava delle irregolarita', secondo quanto ha dichiarato il vice-capogruppo al Bundestag, Oliver Krischer. "Il fatto che il ministro dei Trasporti Dobrindt gridi allo scandalo, e' patetico", ha commentato Krischer. Ieri proprio il ministro Dobrindt ha annunciato l'avvio di una commissione d'inchiesta e preteso da Volkswagen "chiarimenti e trasparenza": "La nostra commissione verifichera' se i veicoli interessati siano stati costruiti e verificati conformemente alle direttive tedesche ed europee e se tutto questo e' avvenuto nel rispetto dei permessi", ha spiegato il ministro.

"E' uno scandalo che ora Dobrindt si presenti come il paladino della verita'", ha tuonato in risposta Krischer.

Stando alla risposta fornita dal governo all'interpellanza dei Verdi del 28 luglio 2015, il governo di Berlino era a conoscenza dell'impiego da parte del Gruppo Volkswagen del software che manipolava le letture delle emissioni, anche se non sarebbe stato a conoscenza dell'utilizzo di questo sistema nelle nuove vetture.

"Il governo federale sostiene lo sviluppo di una normativa europea che abbia come obiettivo principale quello di ridurre ulteriormente le reali emissioni dei veicoli", recita la risposta fornita all'interpellanza dei Verdi e ripresa dal "Die Welt", il cui contenuto, oggi, appare beffardo.

Il quotidiano tedesco avanza sospetti non soltanto nei confronti del governo tedesco, ma anche dei regolatori di Bruxelles, che sarebbero stati a conoscenza a loro volta degli artifici adottati dal costruttore tedesco, ma si sarebbero ben guardati dall'intervenire. 

L'accusa è gravissima: se fosse provata, si tratterebbe di una estesa e potente associazione a delinquere all'interno degli organi di controllo dell'Unione europea a Bruxelles, associazione a delinquere complice di una colossale truffa ai danni di milioni di persone in tutto il mondo, ingannate nell'acquisto delle auto diesel del Gruppo Volkswagen. Non meno di cinque milioni del totale dei truffati sono cittadini europei.

E oggi, appare evidente che il governo Merkel e la stessa Angela Merkel benchè a conoscenza del comportamento criminale della Volkswagen non hanno compiuto alcuna azione per impedirlo prima, fermarlo poi. Inoltre, lo stesso stato tedesco sarà chiamato a rispondere dei danni provocati nel mondo dalla Volkswagen, dato che circa il 20% della proprietà del Gruppo è pubblica. 

Redazione Milano


ANGELA MERKEL E I VERTICI DEL SUO GOVERNO SAPEVANO DELLA COLOSSALE TRUFFA VOLKSWAGEN, E NON HANNO FATTO NULLA.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

MERKEL   TRUFFA   GOVERNO   VOLKSWAGEN   ASSOCIAZIONE   DELINQUERE   BRUXELLES   VERDI   TEDESCHI   BERLINO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI POPOLI E ALLE AUTONOMIE''

GOVERNATORE DELLA LOMBARDIA FONTANA: ''BISOGNA CERCARE DI CAMBIARE L'EUROPA: PIU' ATTENZIONE AI

mercoledì 19 settembre 2018
MILANO - Autonomie locali ed Europa è stato il tema al centro del convegno 'A glocal vision for the future of Europe', summit organizzato dall'Ecr , l'European conservatives & reformist
Continua
 
RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO COMBINATO DA MIO PADRE

RAGAZZA PAKISTANA (CHE VIVE E HA STUDIATO IN ITALIA) CHIEDE AIUTO DAL PAKISTAN: NO AL MATRIMONIO

martedì 18 settembre 2018
MILANO - L'assessore a Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale di Regione Lombardia, Riccardo De Corato, in una nota commenta la notizia di una ragazza pachistana, che ha inviato una lettera alla
Continua
NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO VINO MARSALA CINESE

NELLA BLACK LIST DI PRODOTTI CINESI COLPITI DA DAZI VOLUTI DAL PRESIDENTE TRUMP C'E' ANCHE FALSO

martedì 18 settembre 2018
I dazi imposti dal presidente Trump alla Cina fanno emergere la concorrenza sleale, oltre che la pessima qualità dei prodotti, messa in atto dal gigante asiatico anche ai danni dell'Italia.
Continua
 
SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA (LIBERO GIA' DOMANI?)

SPACCIATORE DEL BANGLADESH ARRESTATO PER STRADA A ROMA MENTRE VENDE LE TREMENDE PASTIGLIE DI YABA

lunedì 17 settembre 2018
ROMA - Un 31enne del Bangladesh, senza fissa dimora e con precedenti, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Quadraro perché sorpreso in via Labico, pronto a spacciare
Continua
QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO PAESI A RICOSTRUIRLI''

QUEL ''LEGHISTA'' DEL DALAI LAMA: ''L'EUROPA APPARTIENE AGLI EUROPEI, I RIFUGIATI TORNINO NEI LORO

lunedì 17 settembre 2018
LONDRA - L'Europa appartiene agli europei e tutti i rifugiati dovrebbero ritornare ai loro paesi per ricostruirli. Questo e' cio' che pensano tutte le persone di buonsenso, ma la vera sorpresa sta
Continua
 
SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL  LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA CONCRETA FELICITA'

SALVINI: I VALORI VERI NON SONO LA FINANZA, MA IL DIRITTO ALLA VITA AL LAVORO ALLA SICUREZZA, ALLA

domenica 16 settembre 2018
"Hanno capito che il loro tempo e' finito, stanno tornando i valori veri che non sono la finanza ma il diritto alla vita, al lavoro, alla sicurezza alla felicita' ad avere piedi piantati per terra.
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
RUSSIA E IRAN UNITI NELL'ATTACCO MILITARE PER DISTRUGGERE L'ISIS: RIUNIONI OPERATIVE A MOSCA, AEREI E TRUPPE IN SIRIA

RUSSIA E IRAN UNITI NELL'ATTACCO MILITARE PER DISTRUGGERE L'ISIS: RIUNIONI OPERATIVE A MOSCA, AEREI
Continua

 
IL WASHINGTON POST SVELA CHE OBAMA STA ''AIUTANDO'' INDIRETTAMENTE L'ISIS: NON RIFORNISCE PIU'DI  ARMI I COMBATTENTI CURDI

IL WASHINGTON POST SVELA CHE OBAMA STA ''AIUTANDO'' INDIRETTAMENTE L'ISIS: NON RIFORNISCE PIU'DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

UNGHERIA: L'ONU DIFFONDE BUGIE SULL'UNGHERIA NON SAREMO MAI UN

19 settembre - GINEVRA - Il ministro degli Esteri ungherese Peter Szijjarto ha accusato
Continua

WALL STREET JOURNAL: ''FACEBOOK DA ANNI ACCEDE A INFORMAZIONI

19 settembre - NEW YORK - Si preannuncia uno scandalo enorme, che potrebbe portare il
Continua

COORDINATORE DELLA LEGA NORD SARDEGNA: ATTENTATO PER UCCIDERMI

19 settembre - SASSARI - ''Volevano uccidermi. In giornata presentero' un esposto alla
Continua

MINISTRO DELLA SALUTE GIULIA GRILLO: ''LAVORIAMO PER ABOLIRE IL

19 settembre - ''Stiamo lavorando all'abolizione del superticket (la tassa di 10 euro
Continua

ESPLOSIONE NELLA NOTTE IN UNO STABILE DOVE RISIEDONO 24

19 settembre - VERONA - E' un passante l'unico ferito in modo non grave dell'esplosione
Continua

L'OLANDA SI ''ACCORGE'' DELL'INVASIONE AFRICANA DELLA UE... (E

19 settembre - AMSTERDAM - Il ministro dell'Interno olandese, Mark Harbers, ha scritto
Continua

L'UNGHERIA SI RIBELLA E RIGETTA LA CONDANNA UE: ACCUSE INGIUSTE E

18 settembre - BUDAPEST - L'Ungheria si ribella all'aggressione Ue. Il Parlamento
Continua

LE MONDE SI ACCORGE CHE MARINE LE PEN POTREBBE VINCERE LE ELEZIONI

18 settembre - Sottovalutare il peso politico della presidente del Rassemblement
Continua

SALVINI: EFFICACE PRIMO UTILIZZO DEL TASER. COMPLIMENTI ALLE FORZE

18 settembre - Primo utilizzo del Taser. È successo ieri sera a Reggio Emilia, quando
Continua

VERTICE DI SALISBURGO SUI MIGRANTI SARA' L'ENNESIMO BUCO NELL'ACQUA

18 settembre - BRUXELLES - Al vertice di Salisburgo il premier Giuseppe Conte
Continua
Precedenti »