45.107.003
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

HOLLANDE HA PROMESSO D'ACCOGLIERE 24.000 ''PROFUGHI'' MA I COMUNI HANNO DETTO NO: SOLO VOLONTARIAMENTE

mercoledì 9 settembre 2015

PARIGI - Essendo davvero rare le occasioni della sinistra francese di gioire per le decisioni da Francois Hollande, martedi' 8 settembre, ovvero ieri, il segretario nazionale del Partito socialista (Ps) Jean-Cristophe Cambade'lis e' stato lesto ad organizzare al Cirque d'Hiver a Parigi una serata in onore delle "citta' solidali" pronte ad accogliere la quota di profughi prevista per la Francia dalla Commissione europea ed accettata dal presidente.

Ma ha fatto molto male.

Il passaggio dalle parole di Hollande agli atti concreti si annuncia catastrofico per l'inquilino dell'Eliseo e anche peggio per il traballante governo socialista: infatti, sempre ieri, martedi', il presidente dell'associazione dei sindaci di Francia (Amf), il repubblicano Fran§ois Baroin, ha incontrato il ministro dell'Interno Bernard Cazeneuve per ottenere delle "garanzie" che solo i Comuni "volontari" si vedranno inviare i profughi e che lo Stato centrale si assumera' tutte le responsabilita' finanziarie dell'accoglienza.

Baroin, sindaco di Troyes, che aveva gia' denunciato come le amministrazioni locali abbiano ormai superato il proprio limite di capacita' di accoglienza, al termine dell'incontro nella sede del ministero dell'Interno a Piazza Beauvau a Parigi ha reso noto che il governo trasferira' ai Comuni 6 mila euro per ogni rifugiato da essi accolto "volontariamente".

Il ministro Cazeneuve avrebbe anche assicurato a Baroin che questi fondi saranno stanziati solo dopo che l'Unione Europea avra' istituito in Grecia, in Italia ed in Ungheria i famosi "hotspot" (centri di registrazione dei migranti); un passo che pero', secondo quanto avrebbe detto il ministro al presidente dei sindaci francesi, i governi di quei tre paesi per il momento non vogliono fare. Quindi, concretamente la Francia al di là dei roboanti annunci di Hollande non "accoglierà" nessuno finchè la situazione non si sbloccherà. Per come stanno le cose, mai.

Secondo Baroin, comunque, le disposizioni previste "dovrebbero bastare" per assicurare l'accoglienza dei 24 mila profughi accettati da Hollande, sempre che siano attivi gli "hotspot" a partire da quelli italiani: "Ma poiche' in seguito ce ne saranno certamente altri", ha aggiunto il sindaco di Troyes, "chiedero' che alle citta' francesi siano applicati gli stessi criteri di ripartizione dei rifugiati tra i paesi dell'Unione Europea, in particolare il tasso di disoccupazione ed il reddito medio dei cittadini".

Oggi i sindaci dell'Amf si riuniranno per "definire una linea di condotta collettiva" in vista della riunione in programma sabato prossimo al ministero dell'Interno, ma un fatto è chiaro: solo i comuni che aderiranno volontariamente all'arrivo dei profughi, saranno disponibili per l'accoglienza.

E dato che già ora la stragrande maggioranza dei comuni s'è detta fermamente contraria (meno del 10% ha manifestato interesse) l'annuncio di Hollande di voler accogliere "almeno 24.000 profughi" è niente di più di una sparata delle tante di un presidente bollato dai francesi come il peggiore della storia di Francia.

Redazione Milano


HOLLANDE HA PROMESSO D'ACCOGLIERE 24.000 ''PROFUGHI'' MA I COMUNI HANNO DETTO NO: SOLO VOLONTARIAMENTE


Cerca tra gli articoli che parlano di:

HOLLANDE   PARIGI   PROFUGHI   RIPARTIZIONE   VOLONTARIA   SINDACI   COMUNI   CONTRARI   UE   MIGRANTI   UNGHERIA   HOTSPOT   ITALIA   GOVERNO   SOCIALISTI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA' L'ACQUISTO DI BTP E BOT''

L'ECONOMIST: ''L'ITALIA E' IL PAESE CHE POTREBBE ABBATTERE LA UE NEL 2018, QUANDO LA BCE FINIRA'

venerdì 24 marzo 2017
LONDRA - "L'Unione Europea - osserva il settimanale britannico "The Economist" nella rubrica Charlemagne, dedicata agli affari europei - puo' anche essere una costruzione franco-tedesca, ma quando il
Continua
 
CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA ELETTORALE

CLAMOROSO / EMERGONO LE PROVE: OBAMA HA DAVVERO DATO ORDINE DI SPIARE LO STAFF DI TRUMP IN CAMPAGNA

giovedì 23 marzo 2017
WASHINGTON - Le agenzie di intelligence statunitensi hanno davvero intercettato figure della campagna elettorale di Donald Trump e del suo team di transizione presidenziale. Lo ha dichiarato ieri,
Continua
SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10% INVESTIMENTI +16%

SPETTACOLARE BOOM ECONOMICO DELL'UNGHERIA DI ORBAN: PIL +4% DISOCCUPAZIONE AL 4,3%, STIPENDI +10%

giovedì 23 marzo 2017
BUDAPEST - L'economia ungherese e' destinata a crescere a un tasso superiore al 4 per cento nel 2017 grazie a una crescita degli investimenti e dei consumi superiore di molto alla media
Continua
 
L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN SEGRETO)

L'EUROPARLAMENTO DECIDE DI AUMENTARE A 1,9 MILIARDI LA SPESA DEL PROPRIO BILANCIO (E LO HA FATTO IN

mercoledì 22 marzo 2017
LONDRA - Il parlamento europeo da sempre e' sotto accusa per il fatto che spreca i soldi dei contribuenti dei Paesi che malauguratamente hanno aderito alla Ue, tuttavia se qualcuno pensa che adesso
Continua
ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO PROCESSO PER USURA!

ALESSANDRO PROFUMO (APPENA NOMINATO AL VERTICE DI FINMECCANICA DA GENTILONI-PADOAN) E' FINITO SOTTO

mercoledì 22 marzo 2017
Alessandro Profumo finisce sotto processo per usura bancaria, reato molto grave. Il gup del Tribunale di Lagonegro, in provincia di Potenza, ha rinviato a giudizio l'ex presidente di Mps insieme a
Continua
 
ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO L'ITALIA. (LEGGERE)

ECCO VENTI OTTIME RAGIONI - PRESENTATE DAL POLO SOVRANISTA - PER LASCIARE LA UE CHE STA DEVASTANDO

lunedì 20 marzo 2017
ROMA - Dire NO alla Ue non basta, va spiegato chiaramente, perchè non è un "atto di fede politica", è la precisa constatazione che la Ue è una minaccia gravissima al
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
STRAORDINARIA ANALISI DEL WALL STREET JOURNAL SULL'EUROPA CHE SBAGLIA TUTTO SULL'IMMIGRAZIONE: L'UNGHERIA E' NEL GIUSTO.

STRAORDINARIA ANALISI DEL WALL STREET JOURNAL SULL'EUROPA CHE SBAGLIA TUTTO SULL'IMMIGRAZIONE:
Continua

 
I LANDER TEDESCHI SONO ALLARMATI: I PROFUGHI COSTERANNO 10 MILIARDI DI EURO L'ANNO E LA MERKEL NE DARA' SOLO TRE.

I LANDER TEDESCHI SONO ALLARMATI: I PROFUGHI COSTERANNO 10 MILIARDI DI EURO L'ANNO E LA MERKEL NE
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!