42.170.077
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

STRAORDINARIA ANALISI DEL WALL STREET JOURNAL SULL'EUROPA CHE SBAGLIA TUTTO SULL'IMMIGRAZIONE: L'UNGHERIA E' NEL GIUSTO.

mercoledì 9 settembre 2015

NEW YORK - L'era dell'abbattimento dei confini e delle barriere, dei muri e delle frontiere, del commercio e del turismo liberi, del mercato e di internet globalizzato, delle transazioni agevolate e degli scambi diretti, si sta avviando a una rapida quanto drammatica conclusione,

A scriverlo, sulle pagine del "Wall Street Journal", e' l'editorialista Bret Stephens, secondo cui la visione della "fine della storia" partorita da Francis Fukuyama e sposata dal mondo a cavallo tra il Novecento e il Nuovo millennio si e' rivelata "un'utopia, in netto contrasto con la visione drammatica di decine di migliaia di migranti mediorientali in marcia sulle strade d'Europa verso la terra promessa".

"Il mondo occidentale ha scambiato quella che era una pausa della storia per la sua conclusione", afferma l'opinionista.

"Abbiamo costruito un mondo senza barriere sulla base di assunzioni errate sul futuro. Abbiamo desiderato ardentemente un nuovo ordine liberale, ma lo abbiamo preteso assai liberale e assai poco ordinato".

L'Occidente "si e' auto-eletto civilizzazione generosa, ma non ha fatto nulla per preservare la propria prosperita'". L'attuale stato di caos politico, economico e geopolitico globale e' frutto anche e soprattutto di uno storico cambio di paradigma degli Stati Uniti, scrive Stephens, che cita il teorico politico Robert Kagan.

Secondo Kagan, Stati Uniti ed Europa hanno sempre incarnato una diversa visione filosofica del mondo: i primi abitavano "il mondo di Thomas Hobbes", dove "la vera sicurezza e la promozione dell'ordine liberale dipendono dal possesso e dal ricorso alla forza militare".

L'Europa, di contro, incarnava il mondo di Immanuel Kant, dove la "pace perpetua" era garantita dalla comune adesione a un codice condiviso di norme e convenzioni culturali, e dalla convinzione nelle virtu' della solidarieta' sociale incarnata da uno Stato redistributivo.

"Queste differenze fondamentali - scrive Stephens - non sono mai state davvero rilevanti, sino a quando sono rimaste circoscritte ai salotti di Davos". L'avvento di Barack Obama alla guida degli Stati Uniti, pero', ha portato la prima potenza globale, "ad adottare la visione del mondo kantiana tipicamente europea".

Sino ad oggi, "l'apertura europea si e' retta sulla forza degli Stati Uniti": venuta meno la seconda, con la rinuncia degli Usa al loro ruolo di leadership globale e all'intervento diretto negli scenari di crisi, si e' rapidamente giunti all'attuale "metastasi dell'ordine globale, che non potra' che peggiorare".

Per l'Europa - sostiene l'editorialista - la crisi migratoria si rivelera' un drammatico fattore deflagrante: "Quest'anno si riverseranno in Germania 800 mila persone, l'1 per cento della popolazione. Sinora l'accoglienza dei tedeschi e' stata un tributo ai valori umanistici incarnati dal Continente, ma la calda accoglienza dei migranti si rivelera' uno straordinario magnete per flussi migratori ancor piu' massicci, con gravi ed inevitabili ripercussioni politiche e di ordine sociale".

Secondo Stephens, la Germania e ancor piu' il resto dell'Europa potrebbero sopportare ordinatamente l'attuale pressione migratoria solo se disponessero di una crescita economica e demografica consistente: "Cosi' non e'. La Germania e' cresciuta in media di appena lo 0,31 per cento l'anno dal 1991, ed ha il peggior tasso di natalita' al mondo".

E il livore riservato da Berlino e dalle altre leadership nazionali europee alla politica delle barriere dell'Ungheria di Orban - avverte l'opinionista - e' un errore prospettico madornale: "L'Ungheria non e' affatto un caso di anacronismo politico, ma un araldo di quanto il prossimo futuro riserva all'Europa". L'unica alternativa al ritorno dell'era delle barriere - conclude Stephens - e' un cambio di filosofia, sia da parte dell'Europa che degli Stati Uniti, e l'intervento militare diretto a difesa dei profughi con la creazione di "zone cuscinetto" in Siria e in Iraq. In concreto, prima isolare e poi distruggere l'Isis.

Redazione Milano


STRAORDINARIA ANALISI DEL WALL STREET JOURNAL SULL'EUROPA CHE SBAGLIA TUTTO SULL'IMMIGRAZIONE: L'UNGHERIA E' NEL GIUSTO.


Cerca tra gli articoli che parlano di:

WALL STREET JOURNAL   WSJ   NEW YORK   BERLINO   UE   EUROPA   MIGRANTI   BARRIERE   USA   OBAMA   KANT   GERMANIA   GLOBALE   BRET   STEPHENS    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE ELETTORALE MAGGIORITARIA

L'INTERVISTA / ROBERTO MARONI: PERSONALMENTE, VORREI TORNASSE IL MATTARELLUM, UN'OTTIMA LEGGE

lunedì 5 dicembre 2016
Abbiamo cercato al telefono Roberto Maroni, Governatore della Lombardia e figura di primissimo piano della Lega, per chiedergli qual è la sua idea, la sua proposta, per la nuova legge
Continua
 
DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL POTERE, DIMISSIONI BUFALA

DIMISSIONI? SOLO DI FACCIATA: LA CERCHIA RENZIANA DEL PD CONFERMA CHE IL CAPO VUOLE RESTARE AL

lunedì 5 dicembre 2016
ROMA -  Da stentare a crederci, eppure è quanto rilanciano le agenzie:"Resta in campo e dara' battaglia. Di fatto questo referendum si e' trasformato in una vera e propria elezione
Continua
IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE SUE ORGANIZZAZIONI

IL PARLAMENTO SLOVACCO APPROVA A LARGHISSIMA MAGGIORANZA UNA LEGGE CHE DI FATTO VIETA L'ISLAM E LE

lunedì 5 dicembre 2016
LONDRA - Alcuni mesi fa la Slovacchia ha attratto molte critiche per aver rifiutato di accettare rifugiati di religioni musulmane ma se qualcuno pensa che il governo abbia fatto dietrofront si
Continua
 
LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA COSTITUZIONE! CORAGGIO!

LA VITTORIA DEL NO CONSEGNA ALLE FORZE CHE L'HANNO OTTENUTA L'ONORE DI CAMBIARE L'ITALIA, NON LA

lunedì 5 dicembre 2016
E' l'alba di una nuova stagione per l'Italia. E non è l'inverno, che arriva. Noi di questo giornale abbiamo combattuto contro l'arroganza, l'ignoranza, e la stupidità di un ormai ex
Continua
DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER E' IN TESTA

DOMENICA LE ELEZIONI PRESIDENZIALI IN AUSTRIA POSSONO CAMBIARE RADICALMENTE L'EUROPA: NORBERT HOFER

giovedì 1 dicembre 2016
VIENNA - Mentre in Italia si voterà su una controversa riforma della Costituzione, che è la Carta di tutti gli italiani ed è grottesco sia "riformata" da una sola parte come
Continua
 
LA NUOVA STELLA DEL FIRMAMENTO REPUBBLICANO SI CHIAMA TOMI LAHREN, UNA RAGAZZA CHE FARA' MOLTA STRADA

LA NUOVA STELLA DEL FIRMAMENTO REPUBBLICANO SI CHIAMA TOMI LAHREN, UNA RAGAZZA CHE FARA' MOLTA

mercoledì 30 novembre 2016
Nella galassia dei repubblicani e' nata una nuova stella: Tomi Lahren, giornalista e opinionista politica, e' una donna di 24 anni che al fascino estetico combina doti oratorie e di persuasioni che
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
DANIMARCA: CONTROLLI ALLE FRONTIERE E DIMEZZATI SUSSIDI PER ''RIFUGIATI POLITICI''. NEL 2017, REFERENDUM PER ''DANEXIT''

DANIMARCA: CONTROLLI ALLE FRONTIERE E DIMEZZATI SUSSIDI PER ''RIFUGIATI POLITICI''. NEL 2017,
Continua

 
HOLLANDE HA PROMESSO D'ACCOGLIERE 24.000 ''PROFUGHI'' MA I COMUNI HANNO DETTO NO: SOLO VOLONTARIAMENTE

HOLLANDE HA PROMESSO D'ACCOGLIERE 24.000 ''PROFUGHI'' MA I COMUNI HANNO DETTO NO: SOLO
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua

BRUNETTA: ''40% DI SI' NON SONO VOTI DI RENZI, CHI LO DICE MENTE''

5 dicembre - Brunetta: ''Dalle parti del Nazareno provano a consolarsi con
Continua

IN SICILIA UNA VALANGA DI NO HA SEPPELLITO RENZI: 80% IN ALCUNI

5 dicembre - ''In Sicilia una valanga di No ha seppellito Renzi, Crocetta e tutto il
Continua

TRENTINO: IL PRESIDENTE PD DELLA REGIONE PRENDA ESEMPIO DA RENZI E

5 dicembre - TRENTO - ''Il risultato del referendum in provincia di Trento, con la
Continua

SALTA L'AUMENTO DI CAPITALE DI MPS, SI VA VERSO IL BAIL IN SE VOTO

5 dicembre - SIENA - Slitta di qualche giorno, almeno tre o quattro, la decisione
Continua

IL PAPA COMUNISTA L'HA PRESA MALE, LA SONORA SCONFITTA DI RENZI.

5 dicembre - CITTA' DEL VATICANO - Il papa comunista l'ha presa male, la sonora
Continua

DIJSSELBLOEM GETTA LA SPUGNA: IMPOSSIBILE SPREMERE L'ITALIA CON

5 dicembre - ''Ho parlato con il ministro italiano Padoan oggi. A causa della
Continua

LA (EX) MINISTRA BOSCHI HA PIANTO? ANCHE TANTI RISPARMIATORI DI

5 dicembre - ''Ieri il ministro Boschi ha pianto? Tanti risparmiatori di Banca
Continua

LUCA ZAIA: MATTARELLA SCIOLGA LE CAMERE, ELEZIONI SUBITO.

5 dicembre - VENEZIA - ''Renzi si e' dimesso e Mattarella puo' solo sciogliere le
Continua

LA UE ''DONA'' LA FORTE SOMMA DI 30 MILIONI DI EURO PER TUTTI I

1 dicembre - BRUXELLES - Gli ''sciacalli'' della Ue non si smentiscono
Continua

+++ESPLOSIONE NELLA RAFFINERIA ENI DI SANNAZZARO DE BURGONDI +++

1 dicembre - PAVIA - Esplosione intorno alle 16 all'interno della raffineria Eni di
Continua

GOVERNO: ''MPS SOLIDA, SIAMO FIDUCIOSI'' BORSA SUBITO DOPO: MPS

1 dicembre - MILANO - BORSA - ''L'aumento di capitale di Mps sta andando avanti e
Continua

RENZI: ''BLOCCHEREMO L'APPROVAZIONE DEL BILANCIO UE!'' (BUFALA:

1 dicembre - BRUXELLES - Ricordate la sparata di Renzi che giorni fa aveva detto
Continua

BORSE EUROPA PEGGIORANO, MALE MILANO (OVVIAMENTE) CON CADUTA INDICI

1 dicembre - Le Borse europee peggiorano, nonostante il buon andamento degli
Continua

L'EURO CADE A 1,05 SUL DOLLARO E ABBATTE I ''PALETTI'' AL RIBASSO

30 novembre - FRANCOFORTE - L'euro è sceso oggi in chiusura a 1,0607 dollari, dai
Continua

SALVINI: FAREMO IL CONGRESSO DELLA LEGA ENTRO L'INVERNO...

30 novembre - ''Non ho la minima preoccupazione del congresso, lo faremo, escludo il
Continua

SCHAEUBLE DICHIARA: VOTEREI SI' AL REFERENDUM ITALIANO, AUGURO

30 novembre - BERLINO - Nel corso del suo intervento al Berlin Foreign Policy Forum,
Continua

USA IN PIENO BOOM ECONOMICO (ALLA FACCIA DEI GUFI CONTRO TRUMP)

29 novembre - Crescita superiore alle attese per l'economia statunitense nel terzo
Continua
Precedenti »