67.666.106
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

SALVINI DA BORMIO: ''APRIAMO LE PORTE A CHIUNQUE CI VUOLE DARE UNA MANO A MANDARE A CASA RENZI'' POI: ''BASTA CLANDESTINI!''

giovedì 27 agosto 2015

BORMIO - Ticket con Berlusconi? Matteo Salvini apre la porta a "chiunque ci vuole dare una mano", per mandare a casa il governo Renzi, in primis a Berlusconi, e rilancia la patata bollente della questione alleanze e leadership tra le linee di Forza Italia.

A Bormio per una conferenza stampa di fronte ad un albergo che ospita a spese dei contribuenti italiani decine di clandestini dei barconi libici, Salvini ha spiegato così il significato delle sue parole di maggiore apertura nei confronti dell'ex alleato, nei mesi scorsi criticato, anche aspramente, per il sostegno al Pd sulle riforme: "La Lega è un movimento di gente normale che vuole fare cose concrete in maniera completamente diversa da Renzi - ha detto Salvini -. Quindi non siamo noi a cambiare idea, le nostre porte sono aperte a chiunque ci vuole dare una mano a mandare a casa Renzi. Quindi l'invito è a Forza Italia, agli italiani, ai Cinque stelle, a chiunque ci vuole dare una mano".

Un esplicito invito al dialogo, da parte di Salvini, anche per smontare le accuse che da mesi gli muove una fetta consistente di Forza Italia, secondo cui il leader leghista rifiuta il dialogo e agisce in solitaria. Come dire: noi ci siamo, sta a voi ora decidere che cosa volete. Un'apertura cha ha anche un risvolto più concreto e immediato: un messaggio ai possibili futuri alleati per dare una mano alla Lega in vista dell'"autunno caldo" annunciato con gli scioperi di novembre.

Ma Salvini non si è limitato a parlare di politica dei massimi sistemi: "Chiudere subito l'hotel di Bormio che ospita una sessantina di immigrati giunti in Italia negli scorsi mesi e che mette a rischio il lavoro di albergatori, ristoratori e commercianti". Lo ha chiesto, durante una conferenza stampa davanti all'albergo Stella, nel centro del paese turistico della Valtellina.

"Sono qui perché ieri mi hanno fermato decine e decine di commercianti e di albergatori e di ristoratori - ha spiegato Salvini, che in questi giorni si trova a Bormio in vacanza - non è possibile che una persona, per campare sul business dell'immigrazione, metta a rischio il lavoro di tutti gli altri commercianti, imprenditori e ristoratori normali. Se un albergatore per far tornare i conti ha bisogno di ospitare sessanta clandestini a spese degli italiani - ha detto - vuol dire che non sa fare il suo lavoro e vuol dire che deve cambiare mestiere. Non è possible - ha aggiunto - che una località come Bormio abbia per biglietto da visita una situazione di questo genere. Un posto come questo dovrebbero chiuderlo domattina".

Il leader della Lega ha puntato il dito contro il governo: "La colpa non è dei ragazzi che stanno qua e mangiano a sbafo da sei mesi, in minima parte dell'albergatore. La colpa è di un governo che sta alloggiando ad oggi più di 93mila immigrati, nella maggior parte clandestini. Di un governo imbecille, che a differenza di tutti gli altri governi occidentali spalanca le porte di casa sua".

Salvini si è detto contrario anche se l'albergo non si trovasse nel centro della nota meta turistica ma altrove. "No, non va bene - ha concluso - perché con nove milioni di italiani in condizioni di povertà, eventuali alberghi vanno messi a disposizione dei cittadini italiani e non di chi sbarca".

Redazione Milano.


SALVINI DA BORMIO: ''APRIAMO LE PORTE A CHIUNQUE CI VUOLE DARE UNA MANO A MANDARE A CASA RENZI'' POI: ''BASTA CLANDESTINI!''


Cerca tra gli articoli che parlano di:

SALVINI   BORMIO   CONFERENZA   STAMPA   FORZA ITALIA   BERLUSCONI   DESTRA   GOVERNO   ELEZIONI   PD   RENZI    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA GERMANIA S'E' ARRICCHITA

L'EURO E' UFFICIALMENTE UNA SCIAGURA PER L'EUROPA, LA PIU' DANNEGGIATA E' L'ITALIA, SOLO LA

martedì 26 febbraio 2019
BERLINO - Fino a ieri, gli "europeisti" lo consideravano un attacco politico, una posizione nazionalista e sovranista, cose da campagna elettorale, da oggi invece, è niente di meno che una
Continua
 
DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO SOCIALDEMOCRATICO (BOOM!)

DURISSIMA LEGGE ANTI IMMIGRAZIONE IN DANIMARCA, APPROVATA CON I VOTI IN PARLAMENTO DEL PARTITO

lunedì 25 febbraio 2019
LONDRA - Da tempo la Danimarca attira l'attenzione degli osservatori politici internazionali per via delle sue leggi severe sull'immigrazione ma lungi dal fermarsi i legislatori danesi hanno deciso
Continua
FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA SAREBBE L'UNIONE EUROPEA?

FRANCIA E GERMANIA SI ''ACCORDANO'' PER IMPORRE LE LORO ''REGOLE'' SUL BILANCIO UE. E QUESTA

mercoledì 20 febbraio 2019
BERLINO -  Come al solito, Germania e Francia pensano di essere padroni dell'Europa e senza chiedere permesso a nessuno, e figuriamoci invitare al dibattito altre nazioni, si sono "accordati"
Continua
 
LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI TARGATI ''PD'' DALLA LIBIA

LA MAFIA NIGERIANA E' LA PRINCIPALE MINACCIA CRIMINALE STRANIERA IN ITALIA ARRIVATA SUI BARCONI

lunedì 18 febbraio 2019
Sui barconi fatti arrivare in Italia dai precedenti governi Pd, a decine di migliaia erano nigeriani, e tra loro migliaia di delinquenti arrivati così in Italia per impiantare potenti
Continua
LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E ALLA SICUREZZA

LA SVEZIA CHIUDE LE FRONTIERE AL LIBERO TRANSITO: SCHENGEN E' UNA MINACCIA ALL'ORDINE PUBBLICO E

lunedì 18 febbraio 2019
LONDRA - Sono tanti i Paesi che negli ultimi anni hanno reintrodotto controlli alla frontiera mettendo fine alla libera circolazione stabilita dal trattato di Schengen e l'ultimo paese che ha agito
Continua
 
LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE SALVANO LA GERMANIA

LA LOCOMOTIVA TEDESCA DERAGLIA: PIL A ZERO, NE' L'EURO-MARCO NE' L'EGEMONIA SULLA COMMISSIONE UE

giovedì 14 febbraio 2019
BERLINO -  A Bruxelles tacciono, nessuno se l'è sentita di commentare il tracollo della Germania, economicamente parlando. D'altra parte, se l'avessero fatto, poi come giustificare le
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
LA SINDROME CINESE DARA' IL COLPO DEFINITIVO ALL'AGONIZZANTE EUROZONA: CROLLO DELL'EXPORT DEFLAZIONE CONTRAZIONE CONSUMI

LA SINDROME CINESE DARA' IL COLPO DEFINITIVO ALL'AGONIZZANTE EUROZONA: CROLLO DELL'EXPORT
Continua

 
ALCUNE OTTIME RAGIONI PER LE QUALI IL PROFESSOR IGNAZIO MARINO DOVREBBE FARE LA ''GENTILEZZA'' DI DIMETTERSI. GRAZIE.

ALCUNE OTTIME RAGIONI PER LE QUALI IL PROFESSOR IGNAZIO MARINO DOVREBBE FARE LA ''GENTILEZZA'' DI
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

IN ARRIVO DALL'AUSTRALIA UN TERREMOTO NELLA CHIESA (A ROMA)

26 febbraio - A poche ore dal vertice contro la pedofilia in Vaticano, nella Chiesa
Continua

MANCAVA SOLO IL VELO ISLAMICO DA CORSA, NEL REPERTORIO DELLE

26 febbraio - PARIGI - 'No al velo islamico da footing': dure polemiche in Francia
Continua

PROCURA DI FIRENZE DA' PARERE NEGATIVO: GENITORI DI RENZI RESTINO

26 febbraio - FIRENZE - La procura di Firenze ha dato parere negativo sulla richiesta
Continua

RIXI: CENTRODESTRA E' UN MODELLO SUPERATO A LIVELLO DI GOVERNO

26 febbraio - GENOVA - ''I risultati danno ragione a Salvini: credo che oggi a livello
Continua

SALVINI: QUOTA 100, GIA' 70.000 ADESIONI, QUASI 8.000 IN LOMBARDIA,

26 febbraio - Il vicepresidente del Consiglio e ministro dell'Interno, Matteo Salvini,
Continua

GERMANIA: IL PRINCIPALE INDICATORE ECONOMICO ORA SEGNA CRISI.

22 febbraio - BERLINO - L'indice Ifo, uno dei principali barometri dell'economia
Continua

APPROVATO ALLA CAMERA IN PRIMA LETTURA IL REFERENDUM POPOLARE

21 febbraio - Con 272 voti favorevoli, 141 contrari (Pd e Fi) e 17 astenuti (Leu e
Continua

LA FRANCIA FORNISCE SEI MOTOVEDETTE ANTI BARCONI ALLA LIBIA (MOLTO

21 febbraio - PARIGI - La Francia ha ufficializzato la decisione di fornire alla
Continua

PREMIER CONTE: NESSUNA MANOVRA CORRETTIVA. MISURE PRUDENZIALI GIA'

21 febbraio - ROMA - ''Abbiamo presente il quadro macro-economico in Italia e nel
Continua

CONTINUANO SENZA SOSTA GLI SGOMBERI DI OCCUPAZIONI ABUSIVE A FIRENZE

21 febbraio - FIRENZE - Sesto sgombero in sei mesi a Firenze. Questa volta
Continua
Precedenti »