56.099.923
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BUROCRATI UE, BANDA DI LADRI: SPESI 103 MILIONI DI EURO L'ANNO CON CARTE DI CREDITO UE SENZA GIUSTIFICARE GLI ACQUISTI

mercoledì 19 agosto 2015

LONDRA - E' un fatto abbastanza risaputo che i dipendenti dell'Unione Europea navighino nell'oro grazie agli stipendi da nababbo e i vari benefici di cui godono, ma sembra che questo a loro non basti.

Pochi giorni fa il quotidiano britannico Daily Telegraph ha rivelato che i 13mila dipendenti della UE hanno speso nel 2013 - è l'ultimo dato disponibile, si noti... - ben 103 milioni di euro con le carte di credito a loro concesse dalle varie istituzioni comunitarie e questi soldi sono stati spesi per vitto, alloggio e altre non specificate forme di intrattenimento. Queste, le "parole" usate per definire con vaghezza tali spese, come se una somma del genere fosse una mancetta che non necessita di ulteriori spiegazioni, quando invece si tratta di una colossale somma di denaro in contanti proveniente della tasse dei contribuenti della Ue.

Questa notizia e' venuta fuori perche' in questi giorni le varie istituzioni europee hanno fatto una gara d'appalto con una societa' di carte di credito per la durata di sei anni e quindi alcuni dettagli di tale spesa sono inevitabilmente divenuti di pubblico dominio anche se, come è evidente, questa importante voce di spesa del bilancio dell'Unione europea e' tutt'altro che trasparente.

Ad ogni modo, è bene sapere che ogni singolo dipendente della UE quando e' in missione ha diritto fino a 100 euro al giorno di rimborso per pranzi e altre spese e questi "signori" (con i soldi degli altri) possono anche ottenere un rimborso per spese di intrattenimento, come serate danzanti, concerti, ingressi a musei piuttosto che a cinema e teatri, se per loro tali spese sono "ritenute necessarie".

A ricevere queste carte di credito sono stati, tra gli altri, 143 funzionari Ue con sede in Gran Bretagna, 362 funzionari Ue in Germania e 79 in Francia. La maggioranza di essi pero' e' in Belgio, cosa che lascia intendere che genere di "missioni" questi furbi mettano sul conto della Ue.

Questa notizia, comunque, ha destato scalpore in Gran Bretagna visto che nel Regno Unito i ministeri per legge devono mettere su internet ogni spesa fatta con le carte di credito e giustamente vogliono che anche l'Unione Europea faccia lo stesso visto che al momento come vengano usate queste carte e' un mistero.

Sarebbe opportuno che una legge simile venisse approvata anche in Italia ma ovviamente questo non accadra' mai visto che nessuno ha interesse a combattere gli sprechi e la corruzione.

Tuttavia, il vero scandalo è che la stampa e più in generale d'informazione italiana se ne guarda bene dal dare questo genere di notizie all'opinione pubblica, nel timore che si accentui ancor di più l'odio già molto esteso verso questa istituzione dittatoriale, costosissima, ingorda di soldi e pericolosa per tutti i cittadini.


GIUSEPPE DE SANTIS - Londra


BUROCRATI UE, BANDA DI LADRI: SPESI 103 MILIONI DI EURO L'ANNO CON CARTE DI CREDITO UE SENZA GIUSTIFICARE GLI ACQUISTI


Cerca tra gli articoli che parlano di:

UE   FUNZIONARI   CARTE   CREDITO   SPESE   PERSONALI   LADRI   FARABUTTI   DIPENDENTE   BRUXELLES   DAILY   TELEGRAPH    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
ORRENDO: LA UE SPENDE 500 MILIONI DI EURO L'ANNO PER ''INDOTTRINARE'' I BAMBINI EUROPEI AFFINCHE' IMPARINO AD AMARE LA UE

ORRENDO: LA UE SPENDE 500 MILIONI DI EURO L'ANNO PER ''INDOTTRINARE'' I BAMBINI EUROPEI AFFINCHE'
Continua

 
A OTTOBRE ELEZIONI A VIENNA: IN TESTA A TUTTI I SONDAGGI L'FPO DI STRACHE: NO EURO NO UE NO ISLAM (SE VINCE, UE ADDIO)

A OTTOBRE ELEZIONI A VIENNA: IN TESTA A TUTTI I SONDAGGI L'FPO DI STRACHE: NO EURO NO UE NO ISLAM
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »