56.250.762
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

LE BANCHE ITALIANE SONO LE PIU' ESOSE DELLA ZONA EURO: I MUTUI SONO PIU' ALTI DEL 9% (E IL GOVERNO RENZI COMPLICE, TACE)

mercoledì 5 agosto 2015

Le banche italiane sono le più esose della zona euro. I tassi di interesse dei mutui casa praticati dalle banche italiane rimangono piu' alti del 9 per cento circa rispetto all'intera eurozona. Tra i principali Paesi che utilizzano la moneta unica, solo i Paesi Bassi registrano un tasso medio superiore a quello italiano, ma i volumi finanziari del Belgio sono imparagonabili con quelli del nostro Paese, dato che sono molto inferiori. Quifni, quelli italiani sono i mutui più cari d'Europa.

A giugno di quest'anno, fa notare la CGIA di Mestre che ha condotto l'indagine, il tasso medio riferito alle nuove operazioni di acquisto di abitazioni mediante la sottoscrizione di un mutuo da parte delle famiglie si e' attestato in Italia al 2,20 per cento, rispetto a una media in Eurolandia del 2,02 per cento.

Nonostante cio', va ricordato che negli ultimi anni il differenziale tra il nostro paese e il resto d'Europa si e' ridotto notevolmente: nel 2012, ad esempio, scontavamo uno scarto del 20,7 per cento. L'anno dopo, il gap e' salito ancora, passando al 22,4 per cento, per ridursi nel 2014 al 13,2 per cento. Ma ora, benchè il tasso d'interesse sia stato portato praticamente a zero dalla Bce, in Italia le banche continuano ad imporre i tassi più elevati della zona euro

A giugno di quest'anno, lo scostamento si è attestato all'8,9 per cento. Se analizziamo invece l'andamento delle consistenze erogate dagli istituti di credito attraverso i mutui alle famiglie dell'area euro, dal 2011 al 2015 l'incremento e' stato del 2,6 per cento, mentre in Italia il dato e' rimasto pressoche' stazionario: -0,7 per cento.

In termini assoluti, lo stock di credito tramite mutuo che le banche italiane hanno erogato al 30 giugno di quest'anno e' pari a 359 miliardi di euro. Si tratta di un valore nettamente inferiore rispetto al dato olandese (401,9 miliardi di euro), a quello spagnolo (565,8 miliardi), a quello francese (875,8 miliardi) e a quello tedesco (1.061,3 miliardi).

Si pensi che dal 2011 al 2015 in Francia l'aumento percentuale e' stato di 9,4 punti e in Germania di 9,3 punti, in Italia invece -0,7% come appena detto.

"Sebbene i tassi siano in calo rispetto il 2014 - segnala Paolo Zabeo della CGIA - gli effetti di questa tendenza li avvertiremo, molto probabilmente, solo verso la fine dell'anno. Purtroppo, la situazione del mercato delle nuove abitazioni rimane ancora molto difficile, con pesanti ricadute su tutto il comparto dell'edilizia. 

Secondo gli ultimi dati presentati a giugno dall'Agenzia delle Entrate, la situazione del mercato immobiliare nel nostro paese rimane molto difficile. Gli ultimi dati disponibili ci dicono che rispetto allo stesso periodo del 2014, nel primo trimestre di quest'anno le compravendite del settore residenziale sono scese del 3 per cento, con una punta del -4,6 per cento nei Comuni capoluogo di provincia.

A livello territoriale, invece, la situazione piu' pesante si avverte nel Centro: -7,3 per cento. Segue il Nord (-2,4 per cento) e poi il Mezzogiorno (- 0,8 per cento). Per quanto riguarda le compravendite riferite alle grandi citta', solo Milano (+2 per cento), Napoli (+3,6 per cento) e Palermo (+11,2 per cento) hanno registrato una variazione positiva nel primo trimestre di quest'anno rispetto allo stesso periodo dello scorso anno.

In tutte le altre metropoli, invece, si e' verificata una contrazione: Bologna - 0,1 per cento, Firenze -1 per cento, Torino -9,5 per cento, Roma -11,4 per cento e Genova -18,9 per cento.

E le reazioni politiche non si sono fatte attendere.

"Mutui ancora difficili da ottenere e tassi di interesse 9% piu' alti che in Ue. Governo ne prendera' atto o continuera' con regalini a banche?". Lo scrive su Twitter il senatore di Forza Italia Andrea Mandelli commentando i dati diffusi dalla Cgia.

"L'Italia - prosegue - si appropria di un altro record negativo, a testimonianza di quanto lo sviluppo sia fermo al palo. Numeri impietosi, che si affiancano a quelli gia' evidenziati ieri dal documento uscito dall'Ufficio di Presidenza di Forza Italia: pressione fiscale 1,7 punti piu' alta dell'Eurozona; disoccupazione ai massimi dal 1977; 4 milioni di cittadini in condizioni di poverta' assoluta. E quando a soffrire e' la casa, ne risente evidentemente a cascata tutto il settore dell'edilizia con il suo indotto, motore dell'economia. Ieri abbiamo visto un premier intento a giocare su twitter sbeffeggiando i 'gufi', ma l'unico vero avversario di Renzi sono i fatti", conclude.

Quanto è vero.

Redazione Milano

 


LE BANCHE ITALIANE SONO LE PIU' ESOSE DELLA ZONA EURO: I MUTUI SONO PIU' ALTI DEL 9% (E IL GOVERNO RENZI COMPLICE, TACE)


Cerca tra gli articoli che parlano di:

BANCHE   USUSAIE   MUTUI   INTERESSI   CARI   EUROPA   EURO   ZONA   CGIA   CREDITO   BCE   ITALIA    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD ALL'SPD, TUTTA UNA RAPINA

LE SINISTRE ''EUROPEE'' SONO I PARTITI DI TASSE & BANCHIERI PER SPOLIARE IL CETO MEDIO: DAL PD

giovedì 11 gennaio 2018
BERLINO - Il possibile aumento dell'aliquota fiscale massima da parte di una nuova grande coalizione - preteso dal socialdemocratico SPD  per formare il nuovo governo - preoccupa molto i
Continua
 
CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA EUROPA CRESCONO (+2,4%)

CADUTA DEI PREZZI DELLE CASE IN ITALIA CONTINUA INESORABILE ANCHE NEL 2017 (-1%) MENTRE IN TUTTA

mercoledì 10 gennaio 2018
La ripresa in Italia non c'è, anzi il Paese continua la discesa verso la povertà di massa. La prova sta nel continuo e inarrestabile calo del valore degi immobili, in assoluta contro
Continua
CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR. L'ALZHEIMER NON E' IMBATTIBILE

CONTRASTARE E RALLENTARE L'ALZHEIMER SI PUO' CON ''TRAIN THE BRAIN'' SVILUPPATO DAL CNR.

martedì 9 gennaio 2018
Le patologie neurodegenerative riguardano in Italia 1 milione 200 mila persone, di cui circa 800 mila hanno l'Alzheimer. "L'opinione diffusa che non ci siano speranze se ci si ammala e' vera, ma solo
Continua
 
CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA (O SALTANO UE E EURO)

CENTRODESTRA VINCERA' E DOPO LE ELEZIONI I VERTICI DELLA UE DOVRANNO SCENDERE A PATTI CON L'ITALIA

lunedì 8 gennaio 2018
"Il centrodestra vincerà le elezioni. Lo dicono tutti i sondaggi: uniti siamo tra il 37 e il 40%; il Movimento 5 stelle è staccato al 26-28%; quel che resta del Pd di Renzi sprofonda al
Continua
IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN DURO DEL FPOE!

IN AUSTRIA LA DESTRA NAZIONALISTA VA AL GOVERNO! KURZ CANCELLIERE, STRACHE SUO VICE, ALL'INTERNO UN

sabato 16 dicembre 2017
VIENNA - I nazionalisti vanno al governo in Austria, finalmente. E non solo, Vienna batte Berlino sul tempo, dato che in Germania un qualsiasi nuovo governo è ancora ben al di là
Continua
 
POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE IMPORCI. PUNTO E BASTA

POLONIA SLOVACCHIA UNGHERIA E REPUBBLICA CECA: NON ACCOGLIEREMO MAI MIGRANTI CHE LA UE VORREBBE

giovedì 14 dicembre 2017
BRUXELLES - Slovacchia, Polonia, Repubblica Ceca e Ungheria (noti anche come "Paesi Vysegrad") sono pronti a dare tutto il contributo economico possibile all'Italia, ma non accetteranno mai
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
''NIENTE IMMIGRATI NEL NOSTRO COMUNE! ABBIAMO 700 PERSONE ANCORA FUORI CASA PER IL TERREMOTO 2012'' (SINDACO DI BONDENO)

''NIENTE IMMIGRATI NEL NOSTRO COMUNE! ABBIAMO 700 PERSONE ANCORA FUORI CASA PER IL TERREMOTO 2012''
Continua

 
IL PRESIDENTE DELL'ISTAT AFFONDA RENZI & POLETTI CHE DIVULGANO DATI SBAGLIATI SUL LAVORO E ACCENDONO FALSE SPERANZE

IL PRESIDENTE DELL'ISTAT AFFONDA RENZI & POLETTI CHE DIVULGANO DATI SBAGLIATI SUL LAVORO E
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

CALDEROLI: QUANDO SAREMO AL GOVERNO ESPELLEREMO TUTTI I CLANDESTINI

12 gennaio - ''Due immigrati clandestini, un nigeriano e un marocchino, martedi'
Continua

FACEBOOK CENSURA LE NOTIZIE, LE SINISTRE GLOBALI NON RIESCONO A

12 gennaio - Facebook ha introdotto cambiamenti radicali all'algoritmo che ci fa
Continua

TUTTO IL CENTRODESTRA SOSTIENE ATTILIO FONTANA: CONFERENZA STAMPA A

11 gennaio - MILANO - 'Al lavoro!Piu' Lombardia. Fontana presidente' e' la scritta in
Continua

BRUNETTA: ''PRONTO IL PROGRAMMA DEL CENTRODESTRA. LO PRESENTEREMO

11 gennaio - ''Nella giornata di oggi chiuderemo il lavoro, positivo e proficuo, del
Continua

MACRON STA PER PRESENTARE LEGGE SULL'IMMIGRAZIONE DI STAMPO

11 gennaio - PARIGI - Il presidente francese Emmanuel Macron si prepara alla prova
Continua

MATTEO SALVINI: ''AVREI PREFERITO CHE MARONI SI RICANDIDASSE, MA HA

11 gennaio - MILANO - ''MARONI mi ha detto di avere fatto in Lombardia tutto quello
Continua

BERLUSCONI: ATTILIO FONTANA CANDIDATO PRESIDENTE IN LOMBARDIA VA

10 gennaio - MILANO - ''Non c'è nulla che ci allontana da Salvini che ha indicato un
Continua

LE SOFFERENZE DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO CONTINUANO INESORABILI

10 gennaio - A novembre 2017 - ultimo dato disponibile - le sofferenze nette sui
Continua

BERLUSCONI: ''MAI UN GOVERNO DI LARGHE INTESE COL PD. MAI''

9 gennaio - ''Non c'e' mai stata e non ci sara' neanche in futuro'' la possibilita'
Continua

CLAUDIO BORGHI: ''APPENA LA LEGA AL GOVERNO, PREPARERA' LA

9 gennaio - ''Un secondo dopo che la Lega siederà al Governo, metterà in atto
Continua
Precedenti »