42.261.876
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi

BANCHE ITALIANE HANNO TAGLIATO DI 19 MILIARDI IL CREDITO ALLE IMPRESE E AUMENTATO DI 22 MILIARDI I PRESTITI ALLO STATO!

domenica 2 agosto 2015

Il QE della Bce per far arrivare finalmente finanziamenti alle imprese? Non serve a nulla, anzi, sembra avere peggiorato le cose, in Italia. ''Più soldi allo Stato, meno ai privati in particolare alle aziende. Negli ultimi 12 mesi sono saliti di oltre 22 miliardi di euro i prestiti bancari alla pubblica amministrazione mentre sono calati di 19 miliardi i finanziamenti alle aziende.

Da maggio 2014 a maggio 2015, il credito al settore pubblico è salito da 1.892 miliardi a a.1915 miliardi e il credito al settore privato (aziende e famiglie) è sceso da 1.420 miliardi a 1.402 miliardi''. Ovviamente i prestiti allo stato italiano da parte delle banche italiane sono avvenuti sottoforma di acquisti massicci di titoli di stato, Btp, Bot e altre tipologie.

Questi, comunque, sono i dati principali di un'analisi del Centro studi di Unimpresa, secondo cui la liquidità destinata alle imprese è drasticamente diminuita. Secondo lo studio dell'associazione, basato su dati della Banca d'Italia, ''i finanziamenti alla pubblica amministrazione sono passati dai 1.892,8 miliardi di maggio 2014 ai 1.915,4 miliardi di maggio 2015, con un incremento di 22,6 miliardi (+1,20%).

Nel dettaglio sono saliti da 629,5 miliardi a 662,4 miliardi i finanziamenti fino a 1 anno (breve termine) con un aumento di 32,8 miliardi (+5,22%); sono passati da 205,1 miliardi a 219,9 miliardi i finanziamenti fino a 5 anni (medio periodo) con un incremento di 14,9 miliardi (+7,3%); sono invece calati di 24,9 miliardi (-2,36%) i finanziamenti di lungo periodo (oltre 5 anni) scesi da 1.058,2 miliardi a 1.033,2 miliardi''.

''Mentre cresce il credito alla pubblica amministrazione, persiste la serrata dei rubinetti del credito ai 'privati', calato nell'ultimo anno al ritmo di quasi 1,5 miliardi al mese. Da maggio 2014 a maggio 2015, il totale dei finanziamenti al settore privato è diminuito di 17,8 miliardi di euro passando da 1.420,1 miliardi a 1.402,1 miliardi'', continua Unimpresa. 

Il quadro è a dir poco drammatico per le imprese italiane: nell'ultimo anno le aziende hanno assistito alla riduzione dei finanziamenti di quasi tutti i tipi di durata''. ''Sono calati i prestiti a breve termine (fino a 1 anno) per 8,7 miliardi (-2,92%) da 298,7 miliardi a 290,1 miliardi e quelli di lungo periodo (oltre a 5 anni) di 23,7 miliardi (-5,95%) da 399,6 miliardi a 375,8 miliardi, mentre quelli di breve periodo (fino a 5 anni), in controtendenza, sono cresciuti di 13,3 miliardi (+10,85%) da 123,5 miliardi a 136,9 miliardi. In totale, lo stock di finanziamenti alle imprese è comunque sceso da 821,9 miliardi a 802,8 miliardi con una diminuzione di 19,1 miliardi (-2,32%)''.

"E' stato tolto l'ossigeno alle aziende, specie quelle più piccole, per finanziare lo Stato sprecone, che non è capace di razionalizzare la spesa pubblica e continua a gravare sulle spalle dei contribuenti. La riduzione del credito alle imprese, in particolare, suona come una beffa se allo stesso tempo si assiste a un corrispondente incremento della liquidità assicurata dalle banche allo Stato" commenta il presidente di Unimpresa, Paolo Longobardi. E il governo in tutto questo brilla per la sua assenza: le imprese sono lasciate sole davanti a un sistema bancario che non vuole fornire capitali e quindi non crede nell'imprenditoria italiana. E la ripresa economica, in queste condizioni, come potrà mai avvenire? 

Redazione Milano


BANCHE ITALIANE HANNO TAGLIATO DI 19 MILIARDI IL CREDITO ALLE IMPRESE E AUMENTATO DI 22 MILIARDI I PRESTITI ALLO STATO!


Cerca tra gli articoli che parlano di:

UNIMPRESA   PRESTITI   FINANZIAMENTI   AZIENDE   IMPRESE   STATO   PUBBLICA   AMMINISTRAZIONE   LONGOBARDI  


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA D'ORA. E' BREXIT BOOM

CONTINUA IL BOOM ECONOMICO BRITANNICO, INDICI DELLO SVILUPPO DELLE IMPRESE SALGONO COME MAI PRIMA

mercoledì 7 dicembre 2016
LONDRA - La verità detta con tre parole è: mai così bene. A sentire i sostenitori della UE la vittoria del Brexit avrebbe causato alla Gran Bretagna poverta' e recessione ma
Continua
 
L'INTERVISTA / ''LE REQUISIZIONI DI PROPRIETA' PRIVATE PER L'EMERGENZA MIGRANTI SONO INCOSTITUZIONALI''

L'INTERVISTA / ''LE REQUISIZIONI DI PROPRIETA' PRIVATE PER L'EMERGENZA MIGRANTI SONO

giovedì 24 novembre 2016
In merito ai provvedimenti di requisizione ordinati dal Ministro dell'Interno Angelino Alfano alle Prefetture per la requisizione di immobili privati da destinarsi all'accoglienza degli immigrati che
Continua
GOVERNO ORBAN TAGLIA RADICALMENTE LE TASSE ALLE IMPRESE: SARANNO AL 9% (IN TUTTO) LE PIU' BASSE DELLA UE (ITALIA: 62%)

GOVERNO ORBAN TAGLIA RADICALMENTE LE TASSE ALLE IMPRESE: SARANNO AL 9% (IN TUTTO) LE PIU' BASSE

lunedì 21 novembre 2016
LONDRA - Sarebbe logico pensare che dopo aver cacciato il Fondo Monetario, ridotto le bollette di luce, acqua, gas e nettezza urbana del 20%, abbassato l'iva su alcuni generi alimentari e aumentato
Continua
 
RUDOLPH GIULIANI, PROSSIMO SEGRETARIO DI STATO: TRUMP VUOLE LA COMPLETA RIDEFINIZIONE DELLE RELAZIONI CON RUSSIA E CINA

RUDOLPH GIULIANI, PROSSIMO SEGRETARIO DI STATO: TRUMP VUOLE LA COMPLETA RIDEFINIZIONE DELLE

martedì 15 novembre 2016
NEW YORK - L'ex sindaco repubblicano di New York, Rudolph Giuliani, appare il candidato favorito ad assumere la carica di segretario di Stato Usa nella nuova amministrazione del presidente eletto
Continua
SOLITI ''ANALISTI'' PROFETI DI DISGRAZIE (COME PER IL BREXIT) SBAGLIANO ANCORA TUTTO: MERCATI, DOLLARO E BORSE VANNO BENE

SOLITI ''ANALISTI'' PROFETI DI DISGRAZIE (COME PER IL BREXIT) SBAGLIANO ANCORA TUTTO: MERCATI,

mercoledì 9 novembre 2016
Come gli "analisti" catastrofisti del Brexit, che annunciarono la "fine del mondo" se avesse vinto, anche la vittoria di Donald Trump era stata dipinta come una tragedia che avrebbe dovuto
Continua
 
CATASTROFE DELL'AGRICOLTURA, DELLA PASTORIZIA E DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI NELLE ZONE TERREMOTATE DEL CENTRO ITALIA

CATASTROFE DELL'AGRICOLTURA, DELLA PASTORIZIA E DELLE PRODUZIONI ALIMENTARI NELLE ZONE TERREMOTATE

mercoledì 2 novembre 2016
Le violentissime scosse di terremoto in centro Italia oltre ad avere provocato lutti, tragedie, distruzioni di interi paesi e villaggi, mettono a rischio un sistema agricolo che offre lavoro solo
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
L'FMI NON PARTECIPA PIU' AL ''SALVATAGGIO'' DELLA GRECIA E LA GERMANIA FA SAPERE CHE COSI' SI TORNA AL GREXIT.

L'FMI NON PARTECIPA PIU' AL ''SALVATAGGIO'' DELLA GRECIA E LA GERMANIA FA SAPERE CHE COSI' SI TORNA
Continua

 
MOSTRUOSO: DA QUANDO IL PD E' AL GOVERNO, IL PRELIEVO FISCALE SUI RISPARMI DEGLI ITALIANI E' AUMENTATO DEL 130% (LADRI!)

MOSTRUOSO: DA QUANDO IL PD E' AL GOVERNO, IL PRELIEVO FISCALE SUI RISPARMI DEGLI ITALIANI E'
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!

SARDEGNA, LA GIUNTA REGIONALE VA IN PEZZI, TRAVOLTA DAL COLOSSALE

7 dicembre - CAGLIARI - Il Pd si sgretola in Sardegna. ''L'assessora regionale
Continua

IL TESORO SBUGIARDA (BUFALA) DELLA STAMPA DI TORINO: NIENTE FONDO

7 dicembre - ''Smentiamo che sia in preparazione una richiesta di prestiti al Fondo
Continua

LA LEGA CHIEDE UFFICIALMENTE CHE LA CORTE COSTITUZIONALE ANTICIPI

6 dicembre - ROMA - PARLAMENTO - La Lega - riunita con il segretario Matteo Salvini -
Continua

RENZI HA NOMINATO LA COMANDANTE DEI VIGILI DI FIRENZE ''CONSIGLIERE

6 dicembre - Nonostante il crollo del governo, ha una sorta di assicurazione a vita
Continua

CORTE COSTITUZIONALE: UDIENZA SU ITALICUM IL 24 GENNAIO (ADDIO

6 dicembre - La Corte costituzionale ha fissato per l'udienza del 24 gennaio 2017 la
Continua

SALVINI: ANDIAMO A COSTRUIRE UNA GRANDE ALLEANZA PER SCONFIGGERE

6 dicembre - ''Con Forza Italia ci sono stati contatti positivi. Noi andiamo a
Continua

''EFFETTO SCHIANTO RENZI'' COME ''EFFETTO BREXIT'': LA BORSA VOLA,

6 dicembre - MILANO - BORSA - Ora si può parlare apertamente di ''effetto Renzi''
Continua

LO SPREAD NON CRESCE, AL CONTRARIO CROLLA: OGGI A 158 PUNTI (1,92%)

6 dicembre - Altro sbugiardamento delle ''fosche previsioni'' dei soliti ''analisti''
Continua

LA MERKEL: ANCHE IN PROFUGHI VERRANNO RISPEDITI A CASA LORO (IN

6 dicembre - BERLINO - ''Non tutti'' i profughi entrati in Germania potranno
Continua

PROPOSTA M5S: APPLICHIAMO L'ITALICUM ANCHE AL SENATO E POI SUBITO

5 dicembre - ''Ora ci troviamo con due leggi elettorali tra Camera e Senato molto
Continua
Precedenti »