64.009.259
Segui il Nord.it con il Feed RSS
I fatti e le opinioni del Nord - ilNord.it

 
LE NOTIZIE CHE GLI ALTRI NON SCRIVONO
Max Parisi
+++++ Borsa: Piazza Affari allunga a +2,2% spread cala a 295 punti ++++

QUANTO COSTANO ALLO STATO ITALIANO I CLANDESTINI FATTI ARRIVARE DAL 2014 A OGGI DAL GOVERNO RENZI? 5,4 MILIARDI DI EURO

venerdì 31 luglio 2015

In questi giorni, sotto l’aulico nome burocratese di “efficientamento” della sanità, è andato in onda l’ennesimo taglio allo stato sociale operato dal premier non eletto Matteo Renzi, l’uomo che a detta sua  “ha salvato l’euro”, ma che non riesce a combinare nulla di buono in casa propria, prova ne sia che il principale quotidiano economico francese, Les Hecos, lo ha sbertucciato sul “mitico” jobs act, definendola una riforma assolutamente inutile. Avete avuto traccia di questa notizia sui media nostrani? Ovviamente no, sia mai che il manovratore possa essere turbato mentre gioca a calciobalilla alla festa dell’unità.

Il veneto si è visto sforbiciare di ben 190 milioni di euro il proprio fondo sanitario, la lombardia di 385 milioni (sarà un caso che siano regioni “ostili” al regime renzista?), mentre la campania, record di dissesto e sprechi, solo 500.000 euro.

Il ministro Lorenzin ha detto che non si tratta di tagli, ma di efficientamento, appunto, dato che sono andati a dare una stretta alle visite ed alle analisi non necessarie, ovvero a quelle preventive. Difatti ora i medici potrebbero essere chiamati a rispondere in caso di troppe analisi senza riscontri patologici.

Nel complesso i cittadini si son visti sforbiciare di 2.350.000.000 di euro la propria sanità ed il diritto alla salute.

Ora, secondo i dati più recenti, tra il 2014 ed il 2015 sono sbarcati in quello che un tempo fu il bel paese e che oggi è poco più di una pattumiera a cielo aperto (se non ci credete, andate a vedervi i reportage della stampa estera sul degrado della capitale) circa 250.000 “profughi”.

Quanto costano questi clandestini che non dovrebbero essere nel nostro paese?

E’ presto detto: per ognuno che accetta di farsi registrare e chiedere asilo politico, tra vitto, alloggio, “paghetta mensile” e oneri vari, lo stato versa la bellezza di 2.400 euro, ovvero 28.800 euro a clandestino l’anno.

Dato che non tutti i 250.000 sbarcati sono arrivati contemporaneamente, per semplicità, ipotizziamo che il numero medio durante questi 18 mesi sia stato di 125.000.

Facciamo ora un semplice calcolo: 125.000X2.400X18= 5.400.000.000, ovvero 5,4 miliardi di euro. Questo significa che con l’ultimo atto di macelleria sociale compiuto dal governo, ovvero il taglio di 2,35 miliardi di euro, si è coperto meno della metà di quanto venga speso per ospitare i “clandestini” in resort, hotel, bed and breakfast. Clandestini che, in nome del senso dell’ospitalità, si permettono anche il lusso di protestare, occupare le strade, malmenare gli italiani perché sono senza connessione internet o tivù satellitare o, peggio ancora, gettare via il cibo in senso di disprezzo.

Ho parenti che hanno vissuto la tragedia dell’esodo istriano, che sanno cosa significhi essere esuli e profughi, e di fronte a queste scene, vedo loro ribollire la rabbia dentro, perché questi individui, ben pasciuti, hanno tutto tranne che del “povero profugo”, eppure lo stato italiano preferisce spendere 5 miliardi di euro per loro, anziché mantenere la sanità per i propri cittadini.

Quello che gli italiani stanno vivendo in questi mesi ad opera del governo è un vero atto di razzismo, che nulla ha a che vedere con la solidarietà, perché aiutare questi fantomatici profughi a casa loro costerebbe infinitamente meno, sia in termini economici che di sicurezza sociale.

Si tratta dell’ennesima dimostrazione della totale inadeguatezza al ruolo non solo di questo premier, che ha vinto solo l’elezione condominiale delle primarie del suo partito, ma dell’intero esecutivo, che non ha alcuna credibilità né a livello interno, né, tanto meno a livello internazionale, tanto che la ue ha fatto marameo al Matteo fiorentino, dicendo di tenersi pure gli immigrati e di arrangiarsi nel gestirseli, anche se in modo cortese e politicamente corretto.

Purtroppo per il premier non eletto, governare un paese non è come giocare a calciobalilla o fare una partita alla playstation, occorre serietà, visione strategica, prestigio e capacità.

Tutte cose che madre natura non ha fornito al suddetto ex sindaco, come testimoniano i suoi risultati internazionali (nelle ore calde del caso Grecia, Hollande e Merkel l’hanno lasciato a casa) e quelli nazionali.

Come tutti gli incubi, anche questo è destinato a finire: al più tardi nel 2018, ma probabilmente molto prima, si tornerà al voto, ed allora l’ex sindaco di Firenze potrà finalmente dedicarsi a tempo pieno a giocare a calcetto con i simpatizzanti del pd, ammesso che per quel periodo ne esista ancora qualcuno.

Luca Campolongo

Fonti:

http://www.stranieriinitalia.it/attualita-immigrati._gentiloni_attuazione_piano_ue_non_sara_facile_20473.html

http://www.italiannetwork.it/news.aspx?id=29822

http://www.infodata.ilsole24ore.com/2015/07/30/quali-regioni-subiranno-i-maggiori-tagli-alla-sanita-lombardia-piu-penalizzata-con-385-milioni-in-meno/

http://www.ilgiornale.it/news/politica/povera-italia-immigrato-costa-doppio-agente-1041114.html

 

 


QUANTO COSTANO ALLO STATO ITALIANO I CLANDESTINI FATTI ARRIVARE DAL 2014 A OGGI DAL GOVERNO RENZI?  5,4 MILIARDI DI EURO


Cerca tra gli articoli che parlano di:

CLANDESTINI   COSTO   STATO   ITALIA   SANITA'   TAGLI   RENZI   PD   GOVERNO   GRECIA   HOLLANDE   MERKEL   FIORENTINO   SIMPATIZZANTI   RAZZISMO    


 
Gli ultimi articoli sull'argomento
IMPORTANTE DISCORSO DEL COMANDANTE GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI, GIOVANNI NISTRI, ALLE COMMISSIONI RIUNITE DIFESA

IMPORTANTE DISCORSO DEL COMANDANTE GENERALE DELL'ARMA DEI CARABINIERI, GIOVANNI NISTRI, ALLE

martedì 16 ottobre 2018
ROMA  -  Audizione, oggi, davanti alle Commissioni riunite Difesa, del comandante generale dell'Arma dei Carabinieri, Giovanni Nistri. Il generale ha elencato alcuni dati molto rilevanti,
Continua
 
GIULIO SAPELLI: ''I VERDI CHE HANNO VINTO IN BAVIERA SONO DI DESTRA, NON DI SINISTRA. L'SPD E' DEFUNTO, LA MERKEL LASCI''

GIULIO SAPELLI: ''I VERDI CHE HANNO VINTO IN BAVIERA SONO DI DESTRA, NON DI SINISTRA. L'SPD E'

martedì 16 ottobre 2018
Ma che sinistra. I verdi che vincono in Baviera utilizzano i temi dei conservatori. Lo ha detto in una intervista a "Italia Oggi" Giulio Sapelli, storico dell'economia, in merito al voto in Baviera
Continua
LA COMMISSIONE UE RIFIUTA LA PROPOSTA DEL MINISTRO CENTINAIO A DIFESA DELLA PRODUZIONE ITALIANA DI ZUCCHERO

LA COMMISSIONE UE RIFIUTA LA PROPOSTA DEL MINISTRO CENTINAIO A DIFESA DELLA PRODUZIONE ITALIANA DI

lunedì 15 ottobre 2018
"Sono molto preoccupato per il futuro del comparto e della produzione dello zucchero in Italia. Faremo di tutto per aiutare i nostri produttori". Cosi' il ministro delle Politiche agricole Gian Marco
Continua
 
PRIMA L'ITALIA / INCHIESTA SULLA LEGGE FORNERO: PERCHE' ABOLIRLA CON QUOTA 100 (ANCHE GLI IMPRENDITORI SONO D'ACCORDO)

PRIMA L'ITALIA / INCHIESTA SULLA LEGGE FORNERO: PERCHE' ABOLIRLA CON QUOTA 100 (ANCHE GLI

lunedì 15 ottobre 2018
In questi giorni è tutto un fiorire di attacchi e critiche al governo sul DEF e sull’abolizione della legge fornero. Ovviamente lo spread ha iniziato a salire (ma siamo ancora a poco
Continua
SONDAGGIO FRIENDS OF EUROPE (FINANZIATO ANCHE DALLA UE): 64% EUROPEI PENSA CHE SENZA UE LA VITA NON SAREBBE PEGGIORE

SONDAGGIO FRIENDS OF EUROPE (FINANZIATO ANCHE DALLA UE): 64% EUROPEI PENSA CHE SENZA UE LA VITA NON

lunedì 15 ottobre 2018
LONDRA - Non passa giorno che i mezzi di informazione non dicano quanto sia essenziale la UE per tutti i cittadini e politici di sinistra e giornali - il 99% dei giornali italiani è
Continua
 
GIANCARLO GIORGETTI: ''IL CENTRODESTRA DEL PASSATO NON ESISTE PIU'. IL CAMBIAMENTO E' POPULISTA E SOVRANISTA. E' SALVINI''

GIANCARLO GIORGETTI: ''IL CENTRODESTRA DEL PASSATO NON ESISTE PIU'. IL CAMBIAMENTO E' POPULISTA E

domenica 14 ottobre 2018
Lega sempre più coesa intorno al suo Capitano, Forza Italia sempre più divisa, tra latitanza del 'grande capo', rendite di posizione e rese dei conti interne. Il centrodestra a trazione
Continua

 
Articolo precedente  Articolo Successivo
IL GOVERNO CAMERON INASPRISCE CONTROLLI DELL'EUROTUNNEL E INVIA RINFORZI A CALAIS, DOVE SONO AVVENUTI VIOLENTI SCONTRI

IL GOVERNO CAMERON INASPRISCE CONTROLLI DELL'EUROTUNNEL E INVIA RINFORZI A CALAIS, DOVE SONO
Continua

 
''NIENTE IMMIGRATI NEL NOSTRO COMUNE! ABBIAMO 700 PERSONE ANCORA FUORI CASA PER IL TERREMOTO 2012'' (SINDACO DI BONDENO)

''NIENTE IMMIGRATI NEL NOSTRO COMUNE! ABBIAMO 700 PERSONE ANCORA FUORI CASA PER IL TERREMOTO 2012''
Continua


 

 
Segui I Feed delle Brevi!
Brevi, quasi brevi? Brevissime!